Il tuo browser non supporta JavaScript!

BUR Biblioteca Univ. Rizzoli: Classici moderni

Il sogno della camera rossa

di Tsao Chan

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 1115

Un libro che nella Cina del 1765 riuscì a raccontare l'amore tra gli adolescenti; un libro che mise in scena idee che fondono
16,00

Manon Lescaut

di Antoine-François Prévost

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 202

Quella di Manon è la storia di una passione amorosa e di un tormento che non conosce soluzione: Manon è una donna di grande te
9,00

Racconti

di Anton Cechov

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 1015

L'animo umano è un paesaggio eterogeneo ed enigmatico. Anton Cechov è stato capace di raccontarlo in decine e decine di racconti, tra cui una parte viene presentata tra queste pagine. In ogni racconto vengono indagatati gli abissi e le increspature di ogni personaggio, andandone a recuperare il nucleo di mistero più nascosto. Il grande narratore russo registra gli ultimi sussulti della borghesia del suo paese, costruendo un affresco unitario e nitido.
16,00

Povera gente

di Fëdor Dostoevskij

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 200

Quando questo romanzo venne pubblicato, Fëdor Dostoevskij aveva ventiquattro anni; fu un successo travolgente: la critica fu subito concorde nel dichiarare che il suo autore era un genio, un genio, però, che viveva nella miseria più nera, quella miseria senza speranza che ispira, appunto, "Povera gente". Due giovani si scrivono, si raccontano le loro piccole vicende quotidiane, le loro speranze, i loro sogni. Nasce così un amore che potrebbe aprire a entrambi la via della felicità, ma la loro miseria è tale che la ragazza deciderà di sposare un uomo non più giovane, ma ricco nella folle speranza di poter aiutare il suo infelice amico. Un romanzo epistolare che scosse la Russia e segnò l'inizio della carriera di un titano della letteratura mondiale. Introduzione di Fausto Malcovati.
9,00

Eugénie Grandet

di Honoré de Balzac

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 266

"Le capacità analitiche di Balzac si dispiegano nel 1833 per la prima volta compiutamente con Eugènie Grandet
9,00

La regina Margot

di Alexandre Dumas

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 666

"La storia che Dumas ci narra è spesso pura invenzione; i suoi personaggi sono psicologicamente incerti, e piuttosto improbabi
12,00

Lettere a un amico pittore

di Vincent Van Gogh

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 137

Le ventidue lettere scritte da van Gogh all'amico pittore Émile Bernard tra il 1888 e il 1889 sono un dialogo aperto e disteso
10,00

Justine o le sventure della virtù

di Sade François de

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

Specchio di virtù e di devozione religiosa, Justine racconta alla sorella Juliette, dopo una lunga separazione, le proprie dis
11,00

Moby Dick

di Herman Melville

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 735

Un libro misterioso, ricco di simboli, affascinante, terribile, spietato
11,00

La follia di Almayer

di Joseph Conrad

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 269

Almayer, un olandese che ha alle spalle una vita di fallimenti e di meschine infamie, è l'unico europeo che vive in una sperdu
10,00

Primo amore. Il canto dell'amore trionfante

di Ivan Turgenev

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 149

Dalla dolcezza di un'estate nella campagna russa nella prima metà del XIX secolo alla cupa atmosfera di intrigo e magia della corte di Ferrara ai tempi dell'Ariosto. L'innocente amore del giovane Vladimir per la bellissima e affascinante Zinaida, che ai suoi occhi di adolescente incarna l'ideale dell'eterno femminino; la torbida passione di Muzio che, grazie alla magia nera appresa in Oriente, vuole strappare Valeria, che ha respinto il suo amore, a suo marito Fabio. La storia di due amori difficili e impossibili. Ma anche un'analisi dell'amore vissuto come sogno, come rimpianto e anche come mezzo di formazione e della passione sfrenata che non si ferma di fronte a nulla pur di raggiungere il suo scopo.
8,00

Memorie di una casa morta

di Fëdor Dostoevskij

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 450

Nel 1849 Dostoevskij, che faceva parte di un circolo di giovani intellettuali di tendenze socialiste, fu arrestato dalla polizia zarista e, dopo otto mesi di reclusione, venne condannato a morte. Successivamente questa pena fu commutata in quattro anni di lavori forzati in Siberia, a Omsk, dove il suo fisico fu segnato per sempre. Questo libro è la cronaca fedele di quel periodo di deportazione, dei luoghi conosciuti e dei personaggi incontrati.
11,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento