Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Castelvecchi: Irruzioni

Perché mi vogliono condannare

di Luiz Inácio Lula Silva

editore: Castelvecchi

pagine: 46

Il Brasile può essere compreso solo abbandonandosi a una geografia di punti estremi
5,00

Il cervello, tra cellule ed emozioni

di Gianvito Martino

editore: Castelvecchi

pagine: 45

Si è creduto a lungo che il cervello fosse innanzitutto un organo adibito al ragionamento razionale e che operasse attraverso
5,00

Sinistra desaparecida. Sud America: la crisi delle forze progressiste

di Alfredo Luis Somoza

editore: Castelvecchi

pagine: 46

"Il Sud America e il mondo stanno vivendo un cambio di segno conservatore, è il pendolo della Storia che oscilla in un senso e
5,00

Lo sguardo e l'ombra

di Silvano Tagliagambe

editore: Castelvecchi

pagine: 44

Completezza significa sapersi guardare dentro e vedere anche il proprio lato oscuro, tutti gli aspetti, anche i più bassi, del
5,00

Dante, nostro contemporaneo. Perché leggere ancora la «Commedia»

di Marco Grimaldi

editore: Castelvecchi

pagine: 44

Le ragioni della fortuna della "Commedia" stanno tanto nella forma (nella straordinaria forma del testo, nella lingua che è an
5,00

Migrazioni mediterranee. Un mare in cui si è riflesso il mondo

di Alessandro Vanoli

editore: Castelvecchi

pagine: 37

Abbiamo tutti abitato lo stesso spazio periglioso, muniti degli stessi strumenti nautici e delle stesse conoscenze astronomich
5,00

Dante e le stelle

di Piero Boitani

editore: Castelvecchi

pagine: 43

«E '1 sol montava 'n sù con quelle stelle
5,00

L'Italia ha un futuro?

editore: Castelvecchi

pagine: 39

Viviamo un momento in cui si decide se in futuro ci sarà ancora l'Italia, quell'Italia che abbiamo conosciuto, letto, sognato,
5,00

La memoria autobiografica

di Ágnes Heller

editore: Castelvecchi

pagine: 44

In pagine dense e vibranti una delle più famose filosofe del XX secolo si confronta con la complessa dinamica dell'identità, r
5,00

Mediterraneo, una storia di conflitti. Della difficile unificazione politica del mare nostrum in età classica (e oggi?)

di Luciano Canfora

editore: Castelvecchi

pagine: 43

Platone scrive, in un passo famosissimo del "Fedone", che il Mediterraneo è solo una piccola parte della terra, in cui "abitiamo come formiche o rane intorno a uno stagno". Le rane intorno al Mediterraneo rappresentano il conflitto permanente che si snoda e si sviluppa in quest'area del mondo.
5,00

Nero video. La mortalità dell'immagine

di Bill Viola

editore: Castelvecchi

pagine: 46

Bill Viola è uno dei massimi esponenti della videoarte. Le sue creazioni impiegano le tecnologie multimediali più innovative per esplorare i fenomeni della percezione sensoriale; la fissità ieratica delle antiche icone e i procedimenti della cinematografia moderna si fondono in un dispositivo complesso per la conoscenza di sé, nel quale confluiscono suggestioni visuali e sonore. Pubblicato per la prima volta nel 1990, come contributo a una silloge di scritti sulla videoarte, "Nero video. La mortalità dell'immagine" è un testo emblematico della poetica di Viola, in cui si intrecciano tecnica, misticismo e filosofia, ricerca estetica e ricerca interiore, in un percorso evocativo dove l'immagine nel suo continuo trasformarsi diventa mezzo di un mutamento profondo dell'essere.
5,00

Quo vadis Europa?

di Donald Sassoon

editore: Castelvecchi

pagine: 41

Quale Europa stiamo consegnando alle nuove generazioni nate nell'ultimo decennio del XX secolo? Un'Europa disunita, un'Europa ancora meno centrale per i destini del mondo di quella degli anni Sessanta, un'Europa timorosa del cambiamento, pronta a incolpare altri. Sarà anche un'Europa più povera, dove le possibilità per i giovani di trovare lavoro saranno assai inferiori a quelle esistite nell'epoca aurea degli anni Sessanta e Settanta. Ma forse, se abbastanza persone domandano "Quo vadis Europa?", una strada si troverà.
5,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.