Il tuo browser non supporta JavaScript!

Cortina raffaello: Minima

Breve storia della bugia. Da Ulisse a Pinocchio

di Maria Bettetini

editore: Cortina raffaello

pagine: 157

Ulisse mentì per salvarsi la vita, ma anche per il piacere di farlo. Platone consigliava ai governanti di mentire nell'interesse del popolo. Nel Medioevo si pensava che la bugia fosse un attacco alla parola di Dio, la Verit e gli attori, bugiardi di professione, venivano sepolti fuori dalle mura delle città, insieme a ladri, maghi e falsari. Poi, improvvisamente, la bugia diventò un'arte, attraverso il pensiero di Machiavelli, i manuali dei gentiluomini e l'esplosione dell'"arte di stupire". Questo libro racconta la storia della bugia: le bugie di governanti, giocatori, artisti e bambini, visti dalla parte dei filosofi e poeti, i grandi bugiardi di sempre.
13,00

Il godimento come fattore politico

di Slavoj Zizek

editore: Cortina raffaello

pagine: 192

Come interpretare oggi il funzionamento della politica, se le tradizionali categorie di analisi sociale sono ormai inadeguate? Zizek non elabora alcuna teoria universale, ma, attraverso Lacan, propone di individuare nel godimento la "cosa stessa", l'elemento chiave del nostro essere soggetti politici. Questo testo si configura come un "esercizio di soggettività", un tentativo di spiegare come ci collochiamo in una realtà della quale siamo inevitabilmente parte costituente e nella quale siamo già, da sempre, coinvolti.
12,50

Animali del sogno

di James Hillman

editore: Cortina raffaello

11,50

Per amore di altro. L'empatia a partire da Edith Stein

editore: Cortina raffaello

pagine: 112

Il libro riprende l'intuizione di Edith Stein, allieva di Husserl, relativa al ruolo dell'empatia nella costituzione della persona. Fare esperienza dell'altro, rendersi conto della sua gioia, del suo dolore è atto indispensabile per qualificare il rapporto, troppo spesso oggettivante e impersonale, con ciò che incontriamo. La cultura attuale ha bisogno di strumenti per vivere l'alterità, l'ignoto che appare sul volto del nostro prossimo e che ci costituisce nel profondo di noi stessi. Sulla base dell' empatia è possibile disporsi a vivere la qualità specifica delle relazioni di amore e di amicizia, di ospitalità, di conflitto intersoggettivo, nonché della ricerca spirituale religiosa.
8,50

Arte, tragedia, tecnica

editore: Cortina raffaello

pagine: 112

A un primo sguardo sembra che non ci siano attività più diverse della tecnica e dell'arte. Paradossalmente, invece, esse hanno una radice nella "techne" dei greci. Così gli autori mettono a fuoco l'ambiguità del "fare" umano, a partire dalla condizione tragica dei mortali: un excursus che idealmente va dal mito alla scienza, da Eschilo a Heidegger, attraverso tutti i fantasmi del "metodo", Bacone come Popper. Ogni conoscenza è tragedia: a scioglierne l'intreccio è chiamata la "libera professione" dell'arte, quella componente sottile e disinteressata che potrà forse consentirci di uscire dalle prigioni che la tecnologia con i suoi stessi successi sta oggi costruendo.
10,00

Lo schermo del pensiero. Cinema e filosofia

di Umberto Curi

editore: Cortina raffaello

pagine: 170

Il cinema può essere considerato un "testo" ricchissimo di temi e motivi propriamenti filosofici. Lo dimostra Umberto Curi analizzando alcuni dei grandi film comparsi negli ultimi vent'anni, da "La messa è finita" a "Nove settimane e mezzo", da "Adele H." a "Eyes Wide Shut": a partire da temi come l'amore, la guerra, il potere, il tempo, la memoria, l'analisi filosofica mette in evidenza come il cinema riesca nell'impresa straordinaria di rendere visibile l'intellegibile, di tradurre il pensiero in immagini.
11,50

Conferenze brasiliane

di Basaglia Franco

editore: Cortina raffaello

pagine: 288

Queste conferenze che Franco Basaglia tenne a San Paolo, Rio de Janeiro e Belo Horizonte tra il 18 giugno e il 7 luglio 1979 s
14,00

Autopsia dei Balcani. Saggio di psico-politica

di Rada Ivekovic

editore: Cortina raffaello

pagine: 184

Il testo analizza e interpreta le modalità (nelle loro implicazioni sociali, psicologiche e culturali) della progressiva distruzione e frantumazione della Iugoslavia. A partire da una testimonianza drammaticamente personale, l'autrice sottolinea come il disgregarsi della comprensione reciproca e la mancanza di autoanalisi di una società non siano tratti specifici solo dei Balcani, ma di un pensiero in cui siamo tutti parte in causa. In una serie di brevi capitoli, l'autrice si interroga sui temi più inquietanti del presente: il problema delle frontiere, l'identità dell'Europa, l'affermarsi dei nazionalismi etnici e patriarcali, il tema dell'origine e dell'appartenenza e, contemporaneamente, dello sradicamento.
11,50

Elogio dell'insapore. A partire dal pensiero e dall'estetica cinese

di François Jullien

editore: Cortina raffaello

pagine: 160

Come i cinesi non cessano di ripetere, se tutti sono in grado di distinguere i differenti sapori, l'insapore del centro (o Tao) è ciò che vi è di più difficile da apprezzare. Ma si apprezza all'infinito. Su questo sfondo comune si incontrano tutte le correnti del pensiero cinese: confucianesimo, taoismo, buddismo; è il motivo dell'insapore che rivelano le arti della Cina pittura, musica, poesia. Prefazione di Paolo Fabbri.
11,50

Elogio dell'immaturità. Poetica dell'età irraggiungibile

di Duccio Demetrio

editore: Cortina raffaello

pagine: 230

In età adulta, il termine "immaturità" offende e ferisce. Ci rinfaccia puerili irresponsabilità, incoerenze, trasgressioni. Inaffidabile, per il senso comune, è l'uomo che presenti tali caratteri: bisognoso di cure è ritenuto chi scansa i ruoli e appuntamenti della maturità. E se, invece, l'immaturità fosse tutt'altro? Degna d'elogio e ricca di pregi? Questo libro lo dimostra, spiegandoci l'importanza di imparare a diventare immaturi. Una nuova saggezza, un'altra virtù. Ci viene indicato come riconoscerla e interpretarla, come viverne la "leggerezza" quando troppa immaturità ci opprime e ci spegne.
14,00

La bellezza e la scienza

di Enzo Tiezzi

editore: Cortina raffaello

pagine: 150

Archimede raccontava che gli interessavano solo cose "belle e sottili". Sempre di più, invece, la scienza ha preso la strada dell'"estetica" e sempre di più è evidente che l'umanità ha bisogno di una scienza che sia in armonia con la natura, non più basata su quell'assunto antiestetico, proprio della visione di Cartesio e Bacone, secondo il quale nella scienza contano solo quantità e numeri e non anche qualità e bellezza. Oggi la conoscenza scientifica dei complessi meccanismi della natura non può più prescindere dall'uso dei sensi e dalle categorie estetiche che affianchino la ragione nel percorso cognitivo. In questa nuova visione scientifica il telaio che tesse la trama è il tempo, i colori sono i fili e la tela è la materia in evoluzione.
11,50

La chimera e il buon compagno. Storie e rappresentazioni del doppio

di Enzo Funari

editore: Cortina raffaello

pagine: 94

La figura del Doppio - un personaggio del tutto simile all'individuo che ne fa l'esperienza - accompagna la storia dell'umanità sin dai tempi più remoti: compare nelle religioni, nei miti, nelle credenze popolari, come nella letteratura e nel cinema. Nella maggior parte dei casi, il Doppio si propone come misura minacciosa e foriera di morte, proprio con quelle caratteristiche che lo connotano nei fenomeni allucinatori di alcune persone affette da gravi sofferenze psichiche. In questo libro l'autore ci propone gli scenari in cui questa figura si presenta nell'esperienza del lavoro psicoanalitico.
7,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento