Il tuo browser non supporta JavaScript!

Diabasis

13,00

A nord della città. Una storia di acque nella Reggio Emilia che cambia

editore: Diabasis

pagine: 210

L'origine di questo volume è da ricondurre al progetto di geostoria "Educa il Luogo", sperimentato tra il 2002 e il 2007 con le classi primarie e secondarie dell'Istituto comprensivo "Galileo Galilei" di Reggio Emilia. Nella successione tra parti storiche, didattiche e narrative, il filo degli interventi ci restituisce il senso di un lavoro pluridisciplinare sulle acque che oggi, sempre più carsiche, attraversano la settima Circoscrizione, la "frontiera" nord della città di Reggio Emilia. Il libro assume dunque l'acqua come elemento determinante nel modellare il paesaggio e il vivere umano: infatti, dalla città fino al Po l'area a nord di Reggio Emilia ha assunto caratteristiche storiche, climatiche, agricole e sociali peculiari. Anche attraverso numerose e suggestive fotografie e mappe della città, la ricerca costituisce un'opera di rinnovamento e rifecondazione della memoria: non di semplice conservazione di alcuni modi e luoghi dell'abitare. Modi e luoghi che hanno valore proprio in quanto sono portatori di un legame affettivo, abitano la relazione sociale, si rigenerano nella negoziazione tra soggetti e generazioni. Nella consapevolezza che oggi ci si distingue, e si sceglie chi essere, declinando il proprio racconto geostorico.
13,50

Il gigante non addormentato

di Dilva Attolini

editore: Diabasis

pagine: 32

Una favola ambientata nell'Appennino Tosco Emiliano. Protago nista è il piccolo Tommaso, che attraverso i racconti della nonna impara i nomi delle località di montagna: il Cusna, il Ventas so, i Prati di Sara, le Alpi di Vallestrina, la Pietra di Bismantova, Monte Ravino. Così affascinanti e pieni di poesia, i monti dell'Appennino sono il "Parco del Gigante", un gigante buono che ama i boschi, il vento, la natura. E che va conosciuto, rispettato, amato.
10,00
40,00

Adriatico e altre rotte

di Fulvio Tomizza

editore: Diabasis

pagine: 250

I testi qui presentati - articoli apparsi dal 1962 al 1994 su riviste e quotidiani - raccontano come Fulvio Tomizza - autore e insieme personaggio vivesse il viaggio. Un viaggio inteso non solo come tema fondamentale, ma anche come questione connessa con il metodo di lavoro dello scrittore. L'autore istriano era infatti solito percorrere fisicamente i cammini dei personaggi per ricreare con puntualità atmosfere e situazioni all'interno delle proprie opere. Tomizza si muove, qui, nei solchi del cammino dell'eroe, quel percorso durante il quale il protagonista classicamente affronta sfide, supera ostacoli, attraversa ambienti nuovi. Sotto la lente di Tomizza luoghi familiari, porti e piccoli borghi dell'lstria riacquistano l'interesse e l'imprevedibilità del viaggio senza meta. Ma anche il fascino dell'esotico (l'Africa, il Messico, una Persia quasi metafisica), sul filo di uno sguardo critico e disincantato.
18,00

Alle radici delle culture nazionali

di Antonina Kloskowska

editore: Diabasis

pagine: 420

Uno dei più importanti contributi alla discussione sulla problematica interculturale, lo studio prende in esame la questione della identità nazionale concentrandosi sul concetto di cultura come complesso sistema simbolico, spesso più duraturo delle reali strutture etniche, economiche e statali. Dunque, le culture nazionali sono radicate in atti di identificazione compiuti dagli individui sulla base della loro situazione antropologica, sociale, biografica. Kloskowska parte dall'analisi di situazioni esistenziali - conversioni nazionali, situazioni degli emigrati, soprattutto artisti e scrittori - e gruppi sociali di confine - minoranza ucraina e bielorussa in Polonia, la variegata compagine culturale della Slesia - constatando la possibilità di una polivalenza culturale. Ricava così da accurate ricerche sociologiche e considerazioni filosofiche un modello di atteggiamento identificatorio aperto, riflessivo, selettivo e produttivo nei confronti di diversi sistemi simbolico-culturali. E indica la possibilità di creare nuovi spazi comunitari e vitali ampliati ed arricchiti.
29,00

Un riformatore solido e geniale. In memoria di Beniamino Andreatta

editore: Diabasis

pagine: 104

Il 26 Aprile 2007, a un mese della scomparsa del professor Beniamino Andreatta, l'Associazione "I Popolari" ha ricordato a Roma la figura dell'amico, dell'economista, del politico e dell'uomo che - con grande passione e con la forza delle sue idee - contribuì in modo decisivo alla nascita del Partito Popolare Italiano e successivamente dell'Ulivo. Il convegno commemorativo si è tenuto nella sala del Refettorio presso la Biblioteca della Camera dei Deputati, ed è stato seguito da una messa a suffragio celebrata nella Chiesa di Sant'Ignazio di Loyola dal vescoco di Terni, Monsignor Vincenzo Paglia. Questa pubblicazione contiene i discorsi commemorativi di quel giorno, il resoconto parlamentare della commemorazione solenne che gli è stata dedicata dal Parlamento della Repubblica italiana e alcuni altri ricordi di suoi amici apparsi su vari organi di stampa.
10,00

Comunità, identità e sfide del riconoscimento

editore: Diabasis

pagine: 212

Il volume propone alcune linee di risposta a una sfida che è a un tempo concettuale e pratica: la sfida della convivenza. Questa problematica sorge dalla condivisione - spesso non scelta ma inevitabile - dello stesso tempo e dello stesso spazio da parte di più individui che sono e, soprattutto, si percepiscono come radicalmente differenti da ogni altro. La sfida appare sollecitata dai meccanismi sociali e dal comune destino multiculturale, ma anche dalle dinamiche esterne agli stati tradizionali e connesse alla globalizzazione dei processi culturali e politici.
23,00

Giovanni Michelucci. Fotogrammi del museo

di Riccardo Butini

editore: Diabasis

pagine: 128

Questo libro analizza il contributo di "consulente urbanistico" dato negli anni Settanta da Giovanni Michelucci alla realizzaz
21,00
12,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.