Il tuo browser non supporta JavaScript!

Diabasis

Sposi a Manhattan

di Manlio Cancogni

editore: Diabasis

pagine: 238

Il libro ripercorre il momento della difficile conversione al cattolicesimo di Manlio Cancogni dal racconto del viaggio sull'Orient Express, da Firenze (dove aveva lasciato la promessa sposa Rori, compagna di una vita) ad Atene, dove aveva accettato un posto come insegnante di italiano nel cruciale 1942, passando per quello a Northampton, Massachusetts, nel 1969, come professore di Letteratura italiana allo Smith College, fino al doloroso ritorno a New York nei giorni della malattia della figlia, e a un matrimonio a Manhattan. Il sentimento di attesa, la riflessione mai sopita o indulgente sul proprio passato (le amicizie, gli amori, le passioni da dandy): il tutto affrontato con le armi di una sincerità disarmante.
18,00

Miti americani oggi

editore: Diabasis

pagine: 352

L'indagine sul grande immaginario del continente americano, alla ricerca delle sue espressioni mitiche, è al centro di questo libro. Partendo dall'esame di testi letterari e figurativi, conosciuti o meno conosciuti, ventidue studiosi si confrontano sul complesso e dibattuto ambito del rapporto tra storia e mito in quell'America che ha visto costruire, nel corso del tempo, un suo specifico corpo di narrazioni simboliche. Miti nati, o risorti, o ibridizzati in America nelle loro espressioni contemporanee sono stati indagati attraverso processi di revisione, decostruzione, rigenerazione che essi hanno vissuto nel tardo Novecento, nell'età della globalizzazione, del multiculturalismo e del turismo di massa.
23,50
10,33

Sentieri della creazione

editore: Diabasis

18,08

La devozione alla croce

di Camus Albert

editore: Diabasis

pagine: 108

Il 14 giugno 1953 Camus mette in scena l'adattamento della "Devozione alla croce" di Pedro Calderón de la Barca
12,50

Ottosettembre 1943. Le storie e le storiografie

editore: Diabasis

pagine: 351

Nel libro sono raccolti i racconti di persone e ambienti toccati dall'armistizio e dalle sue conseguenze, le riflessioni, a più voci, sui nodi storiografici e le svolte che si sono realizzate al suo interno. Il volume offre un'ampia panoramica delle tensioni che animano la polemica e la ricerca, nella consapevolezza che la storiografia non sta fra una storia giustiziera ed una che alambicca equilibri impossibili; ma solo lo studio degli eventi, lo scavo delle fonti, la consapevole conoscenza dei percorsi storiografici serve la conoscenza critica e adempie così alla sua funzione.
40,00

Spazio globale: politica etica e religione

editore: Diabasis

pagine: 141

La globalizzazione è un fenomeno di inarrestabile portata con molteplici e potenzialmente pericolose conseguenze, che necessita di essere affrontato attraverso un'ampia ridefinizione delle categorie concettuali entro cui la modernità ha organizzato la vita sulla terra. In un mondo che sembra divenire di giorno in giorno più piccolo, più uniforme, ma non per questo più pacificato, è necessario fermarsi a riflettere sul concetto di spazio, cioè sul "vivere insieme in uno stesso luogo". Ciò implica riflettere su ciò che era e su ciò che è diventato lo spazio pubblico, ovvero lo spazio della politica e porsi il problema della pace e del raggiungimento di una situazione di pacificazione stabilizzata una volta per tutte.
16,00

L'intellettuale nell'Islam

di Hans Küng

editore: Diabasis

pagine: 72

Il libro anticipa il massiccio volume dedicato da Küng all'Islam e non ancora tradotto in italiano. Il teologo svizzero pone al centro della sua riflessione l'autonomia dell'intellettuale, necessaria al sorgere di una cultura umanistica e scientifica moderna e di una religiosità illuminata, rimarcando le conseguenze negative della sua mancanza nella involuzione dell'Islam. Se lo sviluppo del pensiero filosofico "indipendente" nell'alto Medio Evo segnò una straordinaria fioritura della civiltà e della società musulmane, la successiva emarginazione dei filosofi nell'Islam ha impedito per molti secoli uno sviluppo culturale, scientifico, tecnico, economico, sociale e politico paragonabile a quello del moderno Occidente.
12,00

Il patto

editore: Diabasis

pagine: 304

Gabriele Palladino è un giovane ricercatore impiegato presso la californiana Biogas, un'azienda all'avanguardia negli esperimenti di ingegneria genetica, presso cui ha inventato Interceptor, primo clone pseudo umano, completamente privo di materia cerebrale. Una scoperta che gli procura guai: il suo direttore, un arrampicatore sociale senza scrupoli, comunica alla stampa la paternità del brevetto. Un donatore sconosciuto accresce a sua insaputa il suo conto bancario e gli propone di seguire un incarico straordinario, "divino": clonare Gesù a partire dalle tracce di sangue depositate su un filo strappato alla Sacra Sindone... Edmondo Lupieri, docente universitario di Storia del Cristianesimo, ha scritto questo thriller teologico con la moglie Linda.
13,50

Lo scrigno delle sequenze

di Bruno Andreolli

editore: Diabasis

pagine: 64

Anno 905. Dopo un breve viaggio nel Bolognese, Ansfrit torna a Marzaglia, segnato da una serie di sgradevoli avvenimenti e da un lutto improvviso, ma anche da una felice scoperta: uno scrigno che contiene le commoventi e dolcissime lettere conservate dalla madre, la contessa Adelburga, e mai spedite. Lettere non solo d'amore ma capaci di ricreare insieme un Medioevo padano mistico e magico.
6,50

La banda della croce

di Gian Ruggero Manzoni

editore: Diabasis

pagine: 157

In una Amburgo immota, sospesa in un'atmosfera livida, trovano nascondiglio subito dopo la fine del secondo conflitto mondiale - alcuni ex militari d'alto rango nazisti e un fascista di Salò: sono aguzzini, carnefici, collaborazionisti e faccendieri che si riuniscono sotto il nome di Banda della croce. I suoi appartenenti, riconoscibili dal marchio che esibiscono sull'avanbraccio, delusi dalla sconfitta patita e imbevuti di retorica e immaginario vetero-nazisti, compiono due carneficine in nome dell'ideale di una grande Germania: la prima ai danni di sette soldati della Military Police, il servizio di Polizia alleato; la seconda, terribile, durante il veglione del 5 gennaio 1946.
11,00

Davar

editore: Diabasis

pagine: 416

Con la proclamata "morte di Dio", il cielo, svuotato della presenza divina, si è trasformato in specchio del Nulla. Un Nulla in cui l'esistenza del mondo, dell'uomo e della storia, senza più un fondamento che li trascenda e un condiviso orizzonte di senso, si frantumano nella totale insignificanza. È questo lo scenario con cui si confrontano i contributi di questo secondo numero di Davar che presenta testi inediti di autori contemporanei (Erri De Luca, Claudio Magris) e quelli di "classici" della modernità (Albert Camus, R.G. Collingwood, Etty Hillesum, Franz Kafka, Vasilij Rozanov) con la curatela di Anna Giannatiempo Quinzio e dei suoi collaboratori.
23,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.