Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Editoriale Programma

Perché «stare a dieta» fa ingrassare. Cosa «pensa il nostro cervello» quando ci mettiamo a dieta

di Monica Bossi

editore: Editoriale Programma

pagine: 240

Il libro spiega quali sono le correlazioni dinamiche tra il cibo che noi introduciamo, l'effetto sul cervello, in particolare su quella sua parte adibita alla percezione del piacere o della dipendenza, e sul corpo. Non esiste più il concetto interpretativo assoluto del cibo come "semplice" fonte calorica o di nutrienti specifici, ma anche come vettore di molecole di diversa natura che si trasformano, una volte introdotte, in informazioni di felicità o di insoddisfazione e frustrazione. Lo stesso cibo, a seconda del contesto convivale (sereno o di disagio o condizionamento) in cui lo si consuma, diviene fonte di energia pura e di piacere, facilmente digeribile, o di pesantezza e di facilità ad ingrassare. Questo libro svela cosa succede quando ci mettiamo "a dieta", ossia cosa "pensa il nostro cervello", come risponde il nostro corpo e il perché a volte questa reazione avviene in modo opposto all'auspicato dimagrimento prefissato.
14,00

Sterminio segreto. Ciò che non ti viene detto sulla sanità

di Monia Benini

editore: Editoriale Programma

pagine: 172

In un discorso tenuto nel 2008, Zbigniew Brzezinski, allora consigliere per la politica estera del neo eletto presidente Obama, ammette senza difficoltà che "Forse un tempo era più facile controllare un milione di persone, anziché ucciderle fisicamente. Oggi è infinitamente più facile uccidere un milione di persone piuttosto che controllarle." In sostanza "È più facile uccidere che controllare". Risalendo all'indietro nel tempo sino alla fine del 1974, un altro protagonista della politica statunitense e internazionale, Henry Kissinger sottoscrive, insieme all'allora presidente Nixon, un piano adottato meno di un anno dopo da Gerald Ford. Si tratta del National Security Study Memorandum 200: 'Implicazioni derivanti dalla crescita della popolazione per la sicurezza e per gli interessi oltremare statunitensi', che presenta nero su bianco la necessità di eliminare 3 miliardi di persone dalla faccia della terra. Da allora a oggi sono passati quasi 40 anni, ma l'obiettivo è rimasto immutato, al punto che un esperto consigliere delle Nazioni Unite nel 2012 ha rivolto un appello ai governi del mondo per ridurre la crescita della popolazione mondiale e per lavorare congiuntamente per modificare il clima. Ogni misura diventa lecita per abbattere il numero di abitanti sul globo terrestre. Un silenzioso sterminio è in atto nel nostro pianeta; uno sterminio condotto dalle élites al potere che si arrogano qualunque decisione sanitaria sulla popolazione globale.
12,00

Erbe mediche, cure e rimedi dai monasteri. Il riconoscimento, la raccolta e la preparazione delle piante officinali

di Renato Zanolli

editore: Editoriale Programma

pagine: 144

Conoscenza, virtù e caratteristiche delle piante medicinali hanno le origini più remote, risalgono ai primi albori del sapere fra i più antichi popoli nel mondo arcaico, a cominciare dai sumeri ed egizi, nell'antica Grecia fino a Roma, che ben utilizzavano le virtù delle piante medicinali e aromatiche. Nel corso dei secoli, la scienza e le conoscenze umane delle proprietà terapeutiche del mondo vegetale si sono continuamente evolute ed affinate, e gli antichi principi sono stati sempre più evidentemente confermati dall'esperienza. Con l'avvento della chimica, i rimedi vegetali sembravano destinati a scomparire, ma non fu così. La provata efficacia e la sicura innocuità dei medicamenti a base di piante, ne fecero conservare la tradizione presso il popolo. Soprattutto nei monasteri e conventi per mezzo dei vegetali, l'uomo è entrato più direttamente in contatto con il vivo regno della natura, traendone giovamento tanto nel corpo quanto nello spirito.
12,00

Di cancro si può guarire

di Romano Zago

editore: Editoriale Programma

pagine: 240

Questo libro è la testimonianza di Padre Romano Zago e di come una ricetta naturale da lui scoperta, ricavata dall' "Aloe arborescens", abbia guarito numerosi casi di tumore. All'interno del libro il lettore potrà trovare l'esperienza da lui raccontata, la composizione del preparato e studi effettuati in merito a tale pianta, dagli straordinari poteri curativi. Numerosi trattati medici e scientifici confermano da anni le qualità antiossidanti dell'aloe, in particolare della specie "arborescens". Padre Romano Zago si imbattè molti anni addietro, in questa ricetta, tramandata oralmente nei paesi poveri del Brasile (dove spesso manca la possibilità economica di usufruire di cure mediche specialistiche) e, testimone della sua efficacia, decise da allora di divulgarla a livello internazionale, anche tramite questo libro, tradotto in molti paesi europei, che già da lungo tempo fa parlare e discutere. Senza nessuna volontà di fornire un trattato che sia una prescrizione medica, si vuole invece divulgare una testimonianza supportata da studi medici, che può offrire uno strumento in più sia di prevenzione, che di cura.
14,00

Aloe non è una medicina, eppur... guarisce

di Romano Zago

editore: Editoriale Programma

pagine: 148

"Aloe non è una medicina, eppur... guarisce" è il secondo testo scritto da Padre Romano Zago che, al pari "Di cancro si può guarire", ha destato negli anni addietro grande scalpore per i temi di medicina alternativa affrontati. Vengono qui presentate le varie proprietà nutritive dell'aloe, indicate in forma semplice e pratica, l'utilizzo della pianta per la possibile cura e la prevenzione di innumerevoli malattie, tra di esse obesità e depressione.
10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.