Odoya

Storia delle repubbliche marinare

Storia delle repubbliche marinare

di Bragadin Marc'Antonio

editore: Odoya

pagine: 239

A partire dai primi anni del X secolo quattro città marinare italiane riescono a imporsi sullo scenario europeo grazie alla lo
16,50
Storia del preservativo

Storia del preservativo

di Aine Collier

editore: Odoya

pagine: 253

Uno dei più comuni metodi per il controllo delle nascite è il preservativo. Utilizzato da secoli e chiamato nei modi più svariati - baudruche (palloncino), condom, machine, peau divine (guanto divino), "rubber" o "safety" (casco di sicurezza) - è diventato protagonista nelle nostre vite e nelle nostre relazioni. Aine Collier, in questa prima storia del preservativo, lancia un'occhiata alle abitudini sessuali dell'uomo, ai suoi costumi, alle sue credenze e ai suoi comportamenti, puntando lo sguardo indietro fino all'epoca degli antichi Egizi. Si scopre allora che la storia di questo umile "attrezzo" è piena di immagini intriganti del carattere umano, con tutte le sue debolezze e le sue manie, così come di affascinanti dettagli storici. Shakespeare, Casanova e George Bernard Shaw, per esempio, hanno sostenuto nei loro scritti l'importanza di usare "precauzioni". Estremamente accurato e presentato in uno stile piacevole e spiritoso, Storia del preservativo è un libro che ti farà venir voglia di sfogliarlo pagina dopo pagina.
16,50
Storia della magia

Storia della magia

di Seligmann Kurt

editore: Odoya

pagine: 432

La magia è uno degli aspetti più misteriosi e importanti della storia dei popoli e delle loro credenze
20,00
Storia del cuore

Storia del cuore

di Hoystad Ole M.

editore: Odoya

pagine: 318

Il cuore non soltanto scandisce la nostra vita fisica, ma è considerato, storicamente, la sede dei sentimenti più profondi
18,00
Storia del Ku Klux Klan

Storia del Ku Klux Klan

di Franco Nencini

editore: Odoya

pagine: 336

È una sera d'inizio estate del 1866 a Pulaski (Tennessee), nel cuore del "profondo Sud" degli Stati Uniti. Sei figure con il volto coperto da una sacca bianca con dei fori all'altezza degli occhi e della bocca circondano una misera casupola dove vivono un nero, ex schiavo emancipato, e sua moglie. Il cerchio dei cavalieri si stringe intorno a loro: da sotto i sudari balenano le lame delle spade confederate. Questa cavalcata notturna è la prima impresa del Ku Klux Klan ed è anche quella che deciderà del suo destino. Il Klan avrebbe potuto rimanere per sempre un'oscura associazione goliardica, diventerà invece una delle sette segrete più potenti e sanguinarie della storia americana. La storia del KKK raccontata attraverso una dettagliata ricostruzione dei fatti: i documenti, gli articoli di giornale, le interviste ai protagonisti, i romanzi e i film. Un pezzo terribile della storia degli Stati Uniti che, da metà Ottocento, ne scandisce le paure più profonde, gli intrighi politici e le battaglie civili.
20,00
Storia dell'inquisizione

Storia dell'inquisizione

di Havas Carlo

editore: Odoya

pagine: 510

L'Inquisizione è l'istituzione ecclesiastica più temuta nel corso della storia
22,00
Storia dell'inferno

Storia dell'inferno

di Vorgrimler Herbert

editore: Odoya

pagine: 606

Il sorgere e il fiorire dell'idea dell'aldilà come tormento eterno dall'antica Babilonia ai nostri giorni
24,00
Storia dei normanni

Storia dei normanni

di R. Allen Brown

editore: Odoya

pagine: 263

La storia dei normanni ha inizio nel 911, quando il capo vichingo Rollone ricevette la prima donazione di terre sulla costa francese della Manica. Da questo primo insediamento il popolo dei normanni partì alla conquista dell'Inghilterra, della Sicilia, dell'Italia meridionale e di numerose terre lungo le coste mediterranee. La loro sfera di influenza divenne ben presto enorme: all'epoca delle crociate avevano già esteso il loro dominio su tutto il Mediterraneo, fin quasi alla Siria. Le loro corti si distinguevano per l'architettura inconfondibile e per il fiorire di una cultura cavalleresca e romantica capace di toccare un vasto spettro di arti e scienze umane. Il popolo normanno riuscì a conciliare grande ferocia in battaglia e civiltà nell'arte di governare, caratterizzandosi inoltre per la rara capacità di assimilare la cultura di coloro che cadevano sotto il loro potere.
18,00
Storia dei disastri naturali

Storia dei disastri naturali

La fine è vicina

di Svensen Henrik

editore: Odoya

pagine: 318

Abbracciando più di duemila anni e molti continenti, questa storia dei disastri naturali prende in esame il terremoto di Lisbo
18,00
Umm Kulthum

Umm Kulthum

La voce degli arabi

di Biancani Francesca

editore: Odoya

pagine: 224

15,00
La cultura underground

La cultura underground

di Mario Maffi

editore: Odoya

pagine: 414

La beat generation e il Movement, i problemi dell'individuo e della droga, la politica e la guerra nel Vietnam, i gruppi pacifisti, gay e femministi, le organizzazioni delle minoranze etniche e del dissenso più radicale, le sperimentazioni del cinema e del teatro, la produzione musicale. Mario Maffi passa in rassegna gli aspetti sociali e culturali di un'intera epoca, sondandone le origini e le profonde motivazioni individuali e collettive: dai beats agli hippies, dall'action painting alla Pop Art, da Bill Haley ed Elvis Presley ai Fugs e Frank Zappa, dal Living Theatre al Bread and Puppet Theatre e al Teatro Campesino, dalle avanguardie cinematografiche al documentario di denuncia, dal superamento dei "confini della percezione" al partito delle Pantere Nere e ai Weathermen Underground - e le derive ed evoluzioni successive. "La cultura underground" è il racconto di un viaggio che ha segnato profondamente le generazioni degli ultimi decenni, desiderose di emanciparsi, con idee e identità diverse, dal "peggiore dei mondi possibili" uscito dalla seconda guerra mondiale: fra l'alienazione degli anni Cinquanta, le illusioni degli anni Sessanta e le prime avvisaglie della crisi di metà anni Settanta.
20,00
Concept album. I dischi a tema da Sgt. Pepper's al nuovo millennio

Concept album. I dischi a tema da Sgt. Pepper's al nuovo millennio

di Daniele Follero

editore: Odoya

pagine: 220

«Nata sull'onda della rivoluzione musicale di fine anni Sessanta, la pratica del concept album ha accompagnato la maturità del rock, scrivendo un capitolo importantissimo nella storia della popular music. Relegati troppo spesso a margine del progressive rock e trascurati dalla critica, i dischi "a tema" continuano ancora oggi a rappresentare un affascinante mezzo espressivo, anche negli ambienti del pop da classifica. I recenti concept album dei Green Day sono la testimonianza più lampante di un filo rosso che, partendo da Frank Sinatra, tiene insieme Sgl Pepper's dei Beatles, Tommy degli Who, The Dark Side of the Moon e The Wall dei Pink Floyd, le storie d'amore di Claudio Baglioni e le favole di Bennato, arrivando fino ai Dream Theater e al brit-pop. L'assoluta mancanza di letteratura sia scientifica che divulgativa sull'argomento non rende giustizia a una forma di espressività musicale divenuta il simbolo del rapporto tra la popular music e l'LP.» (Introduzione di Franco Fabbri).
15,00