Il tuo browser non supporta JavaScript!

EMP: Dabar-logos-parola

Vangelo secondo Matteo

editore: EMP

pagine: 192

Il concetto che emerge dal racconto del Vangelo secondo Matteo si basa su tre scelte che infondono al testo un profilo caratteristico e unico: un riferimento forte e insistente al Gesù storico, l'accento etico con un Gesù che propone una nuova relazione con il Padre e il costante ricorso a citazioni dell'Antico Testamento.
16,00

Giona e Tobia

di Gianni Trabacchin

editore: EMP

pagine: 204

Il Libro di Giona è stato scritto molto tempo dopo l'epoca a cui si riferisce, in ambiente postesilico e racconta la storia di un ribelle a Dio alla cui volontà deve però sottomettersi, la cui permanenza per tre giorni nel ventre di un pesce ha conosciuto una lettura cristologica nel Nuovo testamento. Il Libro di Tobia, invece, narra la storia di una famiglia di esiliati. A Ninive il giudeo Tobi diventato cieco invia suo figlio Tobia da lontani parenti tra cui vive Sara alla quale un demonio uccide i mariti. Nel viaggio Tobia è accompagnato dall'angelo Raffaele che rende possibile il matrimonio tra Sara e Tobia e al ritorno guarisce Tobi. È un romanzo popolare, debitore della tradizione sapienziale pagana, che esorta alla fedeltà alla Legge, nonostante le avversità dell'esilio.
17,00

I molteplici tesori dell'unica parola. Introduzione al Lezionario e alla lettura liturgica della Bibbia

di Renato De Zan

editore: EMP

pagine: 168

Accanto alle metodologie esegetiche e alla Lectio divina esiste anche la Lectio liturgica. L'autore conduce il lettore dalla storia alla presentazione dei principi teologici ed ermeneutici del Lezionario, fino a giungere alla metodologia per la lettura dei brani biblici nella liturgia. La ricchezza biblica che la chiesa ha usato nelle sue celebrazioni lungo la storia fornisce la base per comprendere il fenomeno della lectio semicontinua e della lectio thematica, cardini della lettura liturgica della Scrittura.
12,50

Il libro della Sapienza. Lectio divina popolare. Antico Testamento

editore: EMP

pagine: 224

Il libro della Sapienza, o Sapienza di Salomone, riflette un mirabile incontro tra la rivelazione biblica e la filosofia greca. Costituisce un legame importante tra l'Antico e il Nuovo Testamento e, con la sua forte apertura universalistica, ha spianato la strada al diffondersi del cristianesimo in ambiente ellenistico. È un libro di non facile lettura, ma che offre una visione affascinante della dignità dell'uomo creato a immagine di Dio. Alla luce del Nuovo Testamento, questa Sapienza prende il volto del Figlio di Dio che si fa uomo per renderci figli insieme con lui in un cosmo redento e rinnovato.
12,00

Lettere pastorali 1-2 Timoteo, Tito

di Mauro Orsatti

editore: EMP

pagine: 204

Nell'universo paolino brillano tre scritti, 1-2 Timoteo e Tito, omogenei per stile e contenuto. L'attributo pastorali denota sia i loro destinatari, Timoteo e Tito, responsabili delle comunità di Efeso e Creta, sia l'ordinamento ecclesiale con precisi criteri selettivi e valutativi. Le molteplici indicazioni pratiche sono attuali, valide per verificare lo spessore ecclesiale della nostre comunità. I numerosi frammenti liturgici presenti nel testo impreziosiscono la nostra preghiera.
11,90

Genesi (capitoli 1-11)

editore: EMP

pagine: 224

Le origini del mondo e dell'umanità sono presentate con la metodologia della "lectio divina" nell'intento di dare una chiave d
11,50

Prima Lettera di Pietro

editore: EMP

pagine: 252

Una lettura della Prima lettera di Pietro alla luce del Concilio Vaticano II che, dopo aver riscoperto il sacerdozio e la miss
10,50

Vangelo secondo Luca

editore: EMP

pagine: 192

Luca spicca tra gli evangelisti per alcune caratteristiche proprie, che il presente sussidio cerca di evidenziare nella proposta dei testi e soprattutto nella lectio che ne offre. Il particolare del suo racconto evangelico, che continua e si completa, come unico progetto teologico, negli Atti degli Apostoli, vengono sottolineati tre aspetti: la misericordia di Dio, la responsabilità del discepolo di fronte alla salvezza proposta, la dimensione della gioia. Nella scelta dei brani e nei tre momenti classici della lettura-interpretazione-attualizzazione, si è tenuto conto del concreto uso liturgico di questo vangelo.
9,80

Rut, Giuditta, Ester

editore: EMP

pagine: 192

I libri di Rut, Giuditta ed Ester sono in genere considerati testi minori, poco utilizzati in ambito liturgico. Eppure la lettura di questi tre racconti, gli unici che portano nel titolo il nome di una donna, riserva delle sorprese sia per il messaggio teologico che da essi emerge sia per l'insospettata attualità delle tematiche affrontate. Rut, Giuditta ed Ester sono in primo luogo delle donne, poi sono rispettivamente vedove, straniere, orfane. Appartengono quindi alle categorie socialmente svantaggiate, eppure diventano delle risorse per le persone che incontrano sul loro cammino. Il credente è invitato a lasciarsi interrogare dai vari personaggi che in diversi modi hanno incontrato Dio e si sono lasciati trasformare fino a diventare strumenti di liberazione per altri.
10,50

Apocalisse di Giovanni

di Claudio Doglio

editore: EMP

pagine: 240

Ultimo dei libri del Nuovo Testamento, l'Apocalisse chiude il canone cristiano della Bibbia con una parola profetica che intende rivelare e far riflettere sul senso degli eventi storici nel proprio tempo. L'opera di Giovanni mira a infondere coraggio in mezzo alle persecuzioni e a sostenere l'impegno morale dei cristiani, perché non si lascino vincere dalla tentazione del sincretismo e del compromesso. Il compito che ci si assume, affrontando la lectio divina dell'Apocalisse in un contesto di nuova evangelizzazione è di ritornare all'ascolto fedele della Parola proclamata soprattutto in ambito liturgico per vivere con coerenza l'annuncio di speranza che il Cristo risorto propone ancora oggi alla sua chiesa.
18,00

Lettera di Giacomo, seconda Lettera di Pietro, Lettera di Giuda

di Santi Grasso

editore: EMP

pagine: 192

La lettera di Giacomo, la seconda lettera di Pietro e la lettera di Giuda fanno parte di quegli scritti che la tradizione ecclesiale ha denominato lettere cattoliche. Esse sono state chiamate così perché sembrano testi circolari indirizzati a molte o a tutte le chiese. Oggi si è del parere che la mancata menzione esplicita dei destinatari voglia dire che i nomi di queste chiese sono stati perduti oppure non erano stati indicati nel testo originale. Sembra infatti che in queste epistole si trattino questioni particolari che hanno interessato e coinvolto credenti che hanno vissuto la loro esperienza di fede in Gesù Cristo non in chiese allo stato nascente, ma in comunità della seconda e terza generazione cristiana.
10,50

Salmi. Canti delle ascensioni

di Vincenzo Scippa

editore: EMP

pagine: 312

Questo quarto volume presenta la Lectio Divina dei Salmi delle ascensioni (120-134). Questi canti formano una raccolta parziale, e, come un libretto, dovettero essere utilizzati per i pellegrinaggi rituali a Gerusalemme all'epoca del secondo tempio. La loro collocazione liturgica era precisamente la Festa delle Capanne (Sukkot). In questo commento viene adoperata la "chiave" di lettura suggerita dal loro titoletto o soprascritta ("canto delle ascensioni"), tenendo conto tuttavia del loro genere letterario. Perciò vengono inquadrati nel contesto materiale e spirituale-escatologico secondo la tradizione biblica e patristica.
11,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.