Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ets: Scienze dell'educazione

15,00
17,00
20,00

Manuale per la formazione degli operatori per le disabilità

di Leonardo Trisciuzzi

editore: Ets

pagine: 240

Il volume si muove nell'ambito della riflessione pedagogica nel settore dell'handicap, rivolgendosi agli studiosi, agli insegnanti, agli educatori e agli operatori del settore e fornendo un valido contributo all'approccio con il disabile.
16,00

The wind beneath the wings. A reflective/participant approach to EFL teacher training within a cross-cultural perspective

di Joanne Spataro

editore: Ets

pagine: 180

Questo libro è un atto d'amore verso l'insegnamento e un omaggio a due culture - quella canadese e quella italiana - che insieme hanno creato un ambiente favorevole per la ricerca sulla formazione iniziale dell'insegnante. Descrive un modello, quello riflessivo-partecipativo con prospettiva interculturale, che nasce dall'esperienza d'insegnamento dell'autrice come formatrice madrelingua. La cornice dell'intero progetto è una costante scoperta interculturale all'interno del corso stesso che ha permesso ad allievi e all'insegnante di imbarcarsi in un viaggio metaforico professionale. Il modello diventa inevitabilmente il vento sotto le ali, aiutando gli allievi a creare e sperimentare nuove opportunità nell'insegnamento.
15,00

Aufklärung al femminile. L'autocoscienza come pratica politica e formativa

di Barbara Sandrucci

editore: Ets

pagine: 360

Perché le figlie sono così diverse dalle madri e perché certe scelte appaiano vergognosamente scandalose alle nonne? Il punto di partenza sono alcune riflessioni su "Was ist Aufklärung?", un esile testo kantiano, pubblicato nel 1784, contenente una definizione dell'Illuminismo in termini etico-esistenziali come "uscita dell'uomo dallo stato di minorità". Il libro ricostruisce la "longue durée" della minorità femminile, analizzata secondo plurali prospettive. Il volume incrocia gli sguardi tra due generazioni di donne: quello di chi ha vissuto la stagione del neo-femminismo e quello di chi, invece, non ha vissuto quella fase di profonde trasformazioni.
24,00
24,00
18,00

Responsabilità e formazione. Epistemologie personali in reti di incontro: Bateson, Lipman, Novak

di Francesca Pulvirenti

editore: Ets

pagine: 204

Il volume offre un contributo teorico e operativo a una "pratica responsabile" dei processi formativi. L'autrice, appoggiandosi alla matrice teorica del costruttivismo, assume la categoria della responsabilità come fondamento epistemologico di una teoria dell'esistenza che ricerca un adattamento funzionale tra un soggetto attivo ed una realtà molteplice. Privilegiando la svolta sistemico-interazionale, indirizza la sua indagine scientifica verso alcuni noti studiosi: Bateson, Lipman, Novak. Un testo che invita a riflettere sulla responsabilità pedagogica di formare, di informare e di produrre epistemologie personali in reti di incontro.
15,00

Dal formato didattico allo scenario

di Daria Coppola

editore: Ets

pagine: 204

Il volume prende in esame i molti fattori che concorrono alla competenza comunicativa e interculturale di chi apprende le lingue. All'analisi dell'interazione (spontanea e didattica), nelle sue componenti funzionali, contestuali e strategiche, si accompagna una riflessione critica sui presupposti teorici e sulle opzioni metodologiche di una glottodidattica attenta ai bisogni e ai processi di costruzione delle competenze. Per l'ampiezza degli argomenti trattati e per i risvolti applicativi dell'indagine, suffragata da esperienze e sperimentazioni, questo lavoro si indirizza a quanti, per motivi di studio o per professione, si occupano di glottodidattica, comunicazione, interculturalità, formazione.
18,00

Adolescenti, relazione d'aiuto, integrazione degli interventi. Materiale di formazione per operatori sociali e scolastici in contesti di marginalità

editore: Ets

pagine: 266

Essere nella società complessa non è una realtà che sperimentiamo ogni giorno: sono ridotti, se non annullati i fattori dell'integrazione sociale e culturale propri delle esperienze comunitarie, sostituiti dall'atomizzazione delle funzioni e dei ruoli sociali e dall'estraneità alimentata dai rapporti formali. Uno dei problemi centrali della professionalità di chi opera nel sociale è sapere coniugare una visione sistemica della marginalità giovanile e delle azioni per risolverla. Il rischio è di isolare singoli aspetti delle difficoltà dello sviluppo giovanile e di sopravvalutare la possibilità di risolverle sulla base del singolo spaccato. Il testo si propone come materiale di supporto e di orientamento per gli operatori socio-educativi.
19,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.