Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ets: Scienze dell'educazione

Storie minori. Realtà ed accoglienza per i minori stranieri in Italia

di Oliva Salimbeni

editore: Ets

pagine: 228

I minori non accompagnati che raggiungono l'Italia sono la punta di un iceberg di sofferenza di cui l'infanzia è vittima in tanti paesi sconvolti da guerre e da crisi economiche, la punta di un iceberg di violazioni dei diritti umani e delle convenzioni internazionali sull'infanzia. Conflitti bellici ed instabilità politica sono le principali cause di quel disagio sociale ed economico che fa nascere il desiderio di allontanarsi o di far partire i propri figli, ancora adolescenti, dalla terra nativa. I minori partono verso i paesi che sono percepiti a livello di immaginario collettivo come luoghi di benessere e di facili guadagni, immagine, questa, che s'infrange di fronte a una realtà che si presenta ben più dura rispetto alle aspettative e nella maggior parte dei casi non conforme ai desideri. La sofferenza dei minori non si risolve con l'emigrazione, che significa per molti i disagi dell'integrazione, la dura vita per strada, lo sfruttamento sessuale e lavorativo, la realtà del carcere. In Italia, i minori stranieri sono purtroppo ancora lontani dal godere di tutti i diritti che sarebbero riconosciuti loro sulla base delle convenzioni e delle leggi. Questi bambini ed adolescenti sono tutelati da un divieto di espulsione, ma possono essere rimpatriati nel loro superiore interesse. Questo libro tenta di portare alla luce le storie dei minori stranieri e degli operatori che s'impegnano per cercare di assicurare loro un futuro che corrisponda alle loro speranze.
23,00

Femminismo ed educazione in età giolittiana

Conflitti e sfide della modernità

di Pironi Tiziana

editore: Ets

18,00

Media education tra formazione e scuola. Principi, modelli, esperienze

editore: Ets

pagine: 336

La Media education è una delle "educazioni" fondamentali, oggi. Sia per allenare a un corretto e articolato uso dei media, ma anche - e forse soprattutto - per leggerli criticamente sia come "mezzi" sia nei loro "messaggi". Ha inoltre un ruolo cruciale per l'uomo attuale, in quanto sempre più assorbito nell'universo mass-mediatico e da esso sempre più dipendente. Ed è un ruolo connesso allo sviluppo di intelligenza critica, alla riflessione sulle tecnologie, allo sviluppo di una forma attiva e consapevole di cittadinanza. Così tale "educazione" è un compito cruciale della nostra scuola. E lo sarà sempre di più. Scuola che deve darsi una precisa coscienza di questo compito e una serie di "buone pratiche" per realizzarlo. Su tutti questi aspetti si sofferma il presente volume, sviluppando un modello ben organico e assai efficace di Media education, sottolineandone con forza la funzione formativa.
26,00

La scuola primaria. Soggetti, contesti, metodologie e didattiche

editore: Ets

pagine: 490

Il sapere pedagogico e didattico è oggi un sapere complesso che richiede riferimenti scientifici e culturali di natura diversa, tra orizzonti nazionali o sopranazionali e contesti locali, tra saperi disciplinari e saperi trasversali. Si ripropone con urgenza il tema del diritto all'istruzione in una società che, avendo affrontato problemi legati a squilibri economici e sociali, attualmente si trova a fronteggiare la sfida della differenza su un piano inedito e delicato. In una società sempre più eterogenea, liquida e multiculturale la scuola resta ancora troppo rigidamente monoculturale e ciò ripropone con forza il tema dell'allargamento del diritto all'istruzione a quanti rischiano di vederselo negare per la difficoltà ad essere riconosciuti come soggetti portatori di pari diritti. A partire da questo scenario il volume traccia un profilo della scuola primaria contemporanea come istituzione in continua tensione verso la comprensione della realtà e l'esercizio della cittadinanza. Una scuola che sappia coinvolgere, motivare, costruire un sapere scientifico, che guardi all'apprendimento come a un processo individuale e collettivo di costruzione di significati e di orientamenti. Una scuola che sappia rispondere ai bisogni di bambini e bambine, che lavori per colmare i deficit culturali legati alle differenze individuali e sociali. Una scuola che educhi criticamente alla realtà contemporanea per contribuire a cambiarla. Una scuola che sappia elaborare un pensiero critico e propositivo.
35,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.