Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di A. D'Orsi

Gramsci. Una nuova biografia

di Angelo D'Orsi

editore: Feltrinelli

pagine: 487

"Arrestato alle ore 22,30 dell'8 novembre 1926, davanti all'ingresso di via Morgagni 25, dimora dei Passarge, l'onorevole Gram
14,00

Gramsci. Una nuova biografia

di Angelo D'Orsi

editore: Feltrinelli

pagine: 387

"Arrestato alle ore 22,30 dell'8 novembre 1926, davanti all'ingresso di via Morgagni 25, dimora dei Passarge, l'onorevole Gram
22,00

1917. L'anno della rivoluzione

di Angelo D'Orsi

editore: Laterza

pagine: 268

A marzo una rivoluzione "democratica" costringe lo zar Nicola II ad abdicare
18,00

Juventus da impazzire! La storia dalle origini a oggi

di Enzo D'Orsi

editore: L'Airone Editrice Roma

pagine: 136

Le vittorie più esaltanti, le partite memorabili, i goal, i campioni, le formazioni, gli aneddoti e le foto più belle.
7,90

L'Italia delle idee. Il pensiero politico in un secolo e mezzo di storia

di Angelo D'Orsi

editore: Mondadori bruno

pagine: 429

La storia d'Italia raccontata attraverso il tessuto di pensiero (idee, teorie, ideologie) che ha contribuito a definire l'identità, non solo intellettuale, del nostro paese. Sfilano, prima di tutto, i creatori, o riproduttori a diversi livelli: Cavour e Giolitti, Mazzini e Cattaneo, De Sanctis e Labriola, Turati e la Kuliscioff, Mosca e Pareto, Croce e Gentile, Marinetti e D'Annunzio, Gramsci e Gobetti, Mussolini e Bottai, Calamandrei e Vittorini, don Mazzolari e don Milani, Aldo Capitini e Danilo Dolci, Pasolini e Primo Levi, Montanelli e Bobbio... Le vicende degli uomini si riversano in quelle di scuole, partiti, riviste, sempre ricostruite seguendo il filo rosso delle idee politiche, nei loro nessi con la più vasta produzione culturale e l'intera società nazionale. Liberalismo, anarchismo, nazionalismo, socialismo, comunismo, cristianesimo sociale, clericalismo, fascismo, qualunquismo, pensiero democratico, fino ai nuovi sbocchi autoritari della "postdemocrazia": il libro non si limita a raccontare il passato, sotto specie del pensiero politico ma, attraverso connessioni inattese tra i nostri ieri e l'oggi, sollecita riflessioni, fornisce stimoli, apre interrogativi, senza rinunciare a dare, accanto agli elementi conoscitivi, spunti di valutazione.
23,00
10,00

Storia Della Juventus (la)

di D'Orsi Enzo

editore: L`airone

Le vittorie piu` esaltanti, le partite memorabili, i goal, i campioni, le formazioni, gli aneddoti e le foto piu` belle
7,00

Il futurismo tra cultura e politica. Reazione o rivoluzione?

di Angelo D'Orsi

editore: Salerno

pagine: 344

Un secolo fa, nel febbraio 1909, veniva dato alle stampe il "Manifesto" con cui nasceva una delle ultime avanguardie artistiche: il futurismo. L'inizio di un tragitto che avrebbe visto intrecciata indissolubilmente la vicenda del movimento a quella del suo fondatore Marinetti. Il futurismo espresse subito una forte passione politica modernizzatrice: le "masse agitate dal lavoro e dalla sommossa", la guerra "sola igiene del mondo", le "belle idee per cui si muore", il "disprezzo della donna", ma anche la sua emancipazione. La fase "eroica" si esaurì con la Grande Guerra, che condusse al sodalizio Marinetti-Mussolini. Il "teppista" diventò così uomo di potere, l'avanguardista che voleva chiudere musei e accademie indossò gli abiti di "accademico" d'Italia. Solo la morte, nel 1944, gli impedì di giungere all'onta della disfatta senza onore del regime fascista e della Repubblica Sociale Italiana. Il libro affronta i temi principali del rapporto tra futurismo e politica, anche alla luce delle analisi di A. Gramsci, mettendone in luce i diversi, contraddittorî aspetti, dando spazio alle componenti di sinistra del movimento, ben presto emarginate.
18,00

Guernica, 1937. Le bombe, la barbarie, la menzogna

di Angelo D'Orsi

editore: Donzelli

pagine: 257

Ci sono nomi che sono simboli, eventi che sono fatti storici, fatti storici che segnano epoche, epoche contrassegnate da fatti e nomi che ne incarnano l'essenza. Guernica - città basca bombardata il 26 aprile 1937 dall'aviazione nazista con l'aiuto di aerei dell'Italia fascista - è uno dei simboli dell'epoca di ferro e fuoco che è il periodo fra le due guerre. Il fascismo trionfa, Hitler fa piani di assalto al mondo, in Urss e nella guerra civile spagnola, lo stalinismo mostra il suo volto feroce. È l'annus horribilis 1937, e le bombe sganciate in un giorno di mercato su civili inermi ne sono il simbolo: la capacità di individui e di gruppi di commettere crimini efferati contro l'umanità stessa viene per la prima volta pianificata con scientifica sistematicità. Se le Torri Gemelle sono state considerate un'icona del XXI secolo, Guernica, nella drammatica raffigurazione offertane da Fabio Picasso, lo è sicuramente del XX. Picasso pone il problema dell'impegno degli intellettuali. Può l'arte lottare contro la barbarie? Guernica è anche l'uso spregiudicato della menzogna: avvenuto il fatto, Franco da la colpa ai "rossi", versione accreditata dalla stampa. La costruzione delle "false notizie" e il ruolo dei giornalisti sono questioni di ieri o di oggi? Guernica è prova generale della guerra totale, come il secondo conflitto mondiale saprà essere, fornendo modelli che toccheranno l'apice con Hiroshima e Nagasaki, ripresi e perfezionati negli anni delle nostre guerre infinite e globali.
25,00

Pronto... Mamma

di Laura D'Orsi

editore: Armando

9,00

Sono piccolo non sono grande. Come far crescere un bambino senza bruciare le tappe

editore: Armando Editore

pagine: 96

"Non fare così! Adesso sei diventato grande!". Quante volte abbiamo sentito questa frase. Oggi nella fretta che trascina le nostre giornate, sentiamo l'urgenza che i piccoli diventino il prima possibile autonomi, responsabili, ragionevoli. Così si finisce per non rispettare i tempi dell'infanzia, negando il diritto al gioco e alla creatività, negando il valore del bambino come persona. Gli autori invitano i "grandi" a riflettere e tornare bambini: cosa amavamo fare? Dove giocavamo? E infine: perché desideriamo che i nostri figli crescano in fretta? Non sarà che non siamo abbastanza adulti per prendercene cura?
10,00

Piccolo manuale di storiografia

di Angelo D'Orsi

editore: Mondadori bruno

pagine: 182

Ripercorrendo i principali temi della teoria, della filosofia e della metodologia storica, nonché le vicende, i filoni e le figure della storia della storiografia, il testo sostiene ed afferma la capacità della storia di assicurare, con un ragionevole grado di certezza, la conoscenza dei fatti che essa studia. Storia come scienza, e storico come figura professionale nella cui fisionomia entrano l'amore per la conoscenza e il metodo, le competenze tecniche e l'onestà intellettuale.
14,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.