Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Giuliano Zanchi

Il neopelagianesimo

di Giuliano Zanchi

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 128

Nelle omelie di Santa Marta, divenute ormai il luogo di un magistero umile e feriale, ma anche nell'Evangelii gaudium e nella
10,00

Rimessi in viaggio. Immagini da una Chiesa che verrà

di Giuliano Zanchi

editore: Vita e pensiero

pagine: 240

Come ha efficacemente sintetizzato papa Francesco, non ci troviamo in un'epoca di cambiamento, ma in un cambiamento d'epoca
16,00

Le migrazioni del cuore. Variazioni di un'immagine tra devozione e «street art»

di Giuliano Zanchi

editore: Edb

pagine: 96

Le avventure di un'immagine religiosa che sconfina nella pubblicità, nell'arte contemporanea, nel cinema e nei graffiti
10,00

L'arte di accendere la luce. Ripensare la Chiesa pensando al mondo

di Giuliano Zanchi

editore: Vita e pensiero

pagine: 141

La Chiesa di oggi sembra in cerca di un varco per il futuro. Mossa dal potente impulso riformatore di papa Francesco, diventa sempre più consapevole della necessità di un cambiamento al proprio interno per essere all'altezza di quanto richiestole dal vangelo di Gesù. Ma quali priorità deve assumere? Quali nodi deve sciogliere? Che forma dare all'istituzione ecclesiastica perché non finisca con l'oscurare il volto del Dio di Gesù, ma riprenda quell'arte di tenere accesa la luce della fiamma evangelica che sa attirare moltitudini? Sono le domande a cui la riflessione di Giuliano Zanchi offre una risposta lucida e persuasiva. Molto va ripensato delle figure che popolano la Chiesa: quella del laico, ancora in posizione subordinata rispetto al clero; quella della donna, marginale nei processi decisionali; quella del prete stesso, il cui profilo è diventato precario e incerto. Ma perché il vangelo possa parlare alla storia è necessaria anzitutto l'esistenza di una comunità. La testimonianza credente può darsi nel mondo solo grazie a una comunità di uomini e di donne che danno alla loro vita la forma del vangelo, solo attraverso il loro laborioso esercizio di quotidiana fraternità che si fa largo nei gesti di costruzione della città, della storia, della convivenza umana. Questa è la posta in gioco della presenza dei cristiani nel mondo. A questo essi servono.
12,00

Prove tecniche di manutenzione umana

Sul futuro del Cristianesimo

di Giuliano Zanchi

editore: Vita e pensiero

pagine: 112

Che ci troviamo di fronte a una svolta epocale nella civiltà umana, tutti lo avvertiamo, più o meno lucidamente: come mai in passato, oggi l’individuo cerca di costruirsi da sé, insofferente a ogni limite, sia esso la tradizione o la natura. Una sorta di mutazione antropologica sta cambiando le strutture profonde dell’umano, esito sempre più appariscente della postmodernità. Giuliano Zanchi ne illumina il meccanismo coerente, implacabile e potente nei suoi diversi risvolti, da quello scientifico a quello economico, politico ed estetico. Di fronte a questo sogno estremo di emancipazione, la coscienza cristiana si sente profondamente turbata. Essa oscilla tra un rifiuto arroccato sulle vestigia di un passato glorioso e una resa spesso inconsapevole allo spirito del tempo. La grande bussola del Concilio Vaticano II, che negli anni Sessanta aveva restituito slancio e idealità a un cattolicesimo alle prese con le sfide moderne, sembra aver perso le sue capacità magnetiche. Eppure il credente sa di non poter restare umano separandosi dalla storia. Semplicemente perché il Dio di Gesù Cristo ad essa si è legato per sempre. I discepoli pertanto accompagneranno queste «prove tecniche di manutenzione umana» con una cordialità non acritica, mettendo in gioco la propria antica sapienza a proposito dell’umano: «La presenza cristiana», ci ricorda Zanchi, «è chiamata, proprio mentre la civiltà sembra impegnata in un lungo esodo verso mete ancora incerte, a riaffermare la sua irrinunciabile affezione per una forma comunitaria della vita evangelica impiantata nel cuore dell’esistenza comune, umilmente a fianco della costruzione umana collettiva, decisa a scegliere sempre per propria dimora il luogo dove gli umani hanno le loro case, la loro vita, le loro speranze».
13,00

Il Genio e i Lumi

Estetica teologica e umanesimo europeo in François-René de Chateaubriand

di Giuliano Zanchi

editore: Vita e pensiero

pagine: 382

Di ritorno dall'esilio londinese e determinato a scrivere un'opera utile alla fede cristiana, Francois-René de Chateaubriand i
25,00

Salomone e le formiche

La legge di tutti i giorni

di Giuliano Zanchi

editore: Vita e pensiero

pagine: 112

Il libro biblico dei Proverbi è un canto entusiasta del volto radioso della sapienza
10,00

Il destino della bellezza. Ambizioni dell'arte, aspirazioni della fede

di Giuliano Zanchi

editore: Ancora

pagine: 144

"L'interesse che guida questo libro è riflettere sull'antico legame che i cristiani intrattengono da sempre con l'arte, legame tenace, persistente, si potrebbe dire ostinato. Ripercorrerne la storia ci mostra quella che per molto è stata una simbiosi, talvolta una cordiale amicizia, infine un distacco tra amanti feriti, di quelli che si lasciano male. Oggi sembrano finalmente ritrovate le ragioni di un vincolo in via di ricostruzione. Nel frattempo però i due amanti sono molto cambiati. Ritrovarsi è sempre anche riscoprirsi. Richiede la dura prova di un'audace pazienza" (dalla Premessa).
14,50
14,00

Lo spirito e le cose

Luoghi della liturgia

di Giuliano Zanchi

editore: Vita e pensiero

pagine: 186

Talvolta la liturgia cattolica non suscita grande coinvolgimento in chi vi partecipa
16,00

Un volto da contemplare. I lineamenti di Cristo interpretati da 21 artisti

editore: Ancora

pagine: 256

Nel documento "Novo millennio ineunte", a conclusione del grande Giubileo, Giovanni Paolo II sottolinea come la Chiesa del terzo millennio, per comprendere la propria missione, debba soffermarsi a contemplare il volto di Cristo. In un intreccio tra arte e fede, questo volume accosta meditazioni spirituali e riproduzioni di volti di Cristo di famosi pittori come Caravaggio, Cimabue, Velasquez, Tintoretto, El Greco, Michelangelo, Masaccio, Grunewald. Ogni opera è inoltre accompagnata da una breve analisi dell'immagine e da una contestualizzazione sull'autore e sull'opera. Conclude il volume un saggio sul Volto di Silvano Petrosino, filosofo e docente di Semiotica presso l'Università Cattolica di Milano.
36,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.