Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di V. L. Carozzi

L'età della tigre

di Ivan Carozzi

editore: Il saggiatore

pagine: 219

La gigantografia di un individuo in pelliccia sintetica rosa appare un mattino sui muri di Milano
19,00

Teneri violenti

di Ivan Carozzi

editore: Einaudi

pagine: 151

Un trentenne milanese viene assunto come redattore di una trasmissione televisiva. Deve cercare vecchie notizie, comprese tra il '70 e l'85, frugando tra gli archivi dei quotidiani. Come un sommozzatore s'immerge in quegli anni, fino a imbattersi in storie che gli tolgono il respiro, e che comincia a conservare in una cartellina personale. Dai seimila aspiranti bidelli che una mattina si presentano, ben vestiti e pettinati, davanti agli sportelli della pubblica amministrazione, alla vicenda di un bambino che s'imbarca da solo in cerca della madre partita e mai più tornata, al suicidio d'amore nello scantinato di una fabbrica, queste storie diventano per lui un rifugio, un'ossessione. In una Milano mai così contemporanea, tra pizze davanti al computer, quartieri riqualificati e relazioni sentimentali su WhatsApp, il protagonista riscopre un'Italia perduta, la cui corporeità si contrappone al mondo immateriale e sfilacciato in cui siamo avvolti.
17,00

I Figli delle stelle. Cronaca di un raduno raeliano

di Ivan Carozzi

editore: Baldini & Castoldi

pagine: 120

"I figli delle stelle" è il racconto appassionato di un weekend trascorso a un raduno di Raeliani, il movimento neoconfessiona
13,00

Non si ammazza solo al sabato

di Daniele Carozzi

editore: SARTORIO

pagine: 194

Se già nel titolo di questo libro si vuole rendere omaggio a Giorgio Scerbanenco, il più hardboiled degli scrittori italiani di polizieschi, Daniele Carezzi con questa sua raccolta di casi criminali ci offre, come si evince dall'introduzione di Rolando Di Bari, "una lunga sequenza di efferati delitti che per circa un secolo - dall'Unità nazionale agli anni Ottanta insanguinarono la città di Milano. Delitti - rapine, omicidi, stragi - che godettero di vasta eco nell'intera Penisola e che per settimane, mesi, a volte anni, contribuirono a riempire le pagine dei giornali con cronache e resoconti preceduti da titoli sempre a caratteri cubitali. Accompagnati da un ricco apparato iconografico, l'autore ha scelto nove episodi, tra i più famosi e i più crudeli - solo uno di essi, la rapina di via Osoppo, risoltosi senza morti ammazzati -, che, prendendo avvio dalla bieca figura del Boggia (l'ultimo impiccato della storia della giustizia italica), propongono una galleria varia e diversificata di personaggi e figure che hanno animato la cronaca nera milanese.
14,50

Leggende E Storie Milanesi

di Carozzi Daniele

editore: Touring club italiano

23,00

Luigi Tenco. Ed ora che avrei mille cose da fare

editore: Arcana

pagine: 142

Luigi Tenco ha lasciato molto dietro di sé. Prima di tutto un'eredità musicale fortissima, poi la curiosità per un'esistenza spesso fraintesa e sicuramente travisata, infine la domanda mai evasa: cos'è davvero successo e per quali motivi, quella notte del 27 gennaio 1967? Perché, come dice Enzo Jannacci, "Uno che scrive Lontano lontano, come fa a uccidersi?". Un viaggio verso il mare (e il male) di Tenco, dalle colline di Ricaldone fino alle onde di Genova, con testimonianze inedite e racconti partecipi di chi l'ha conosciuto, amato, rimpianto: la famiglia, che ha acconsentito ad aprire i cassetti e consegnare memorie e fotografie; i colleghi cantautori e musicisti (Paoli, Zero, Fossati, Baglioni, Reverberi), che ne hanno glorificato il talento e a volte condiviso la dannazione; i discografici che l'hanno seguito passo dopo passo in quella maledetta notte sanremese (Paolo Dossena). In occasione del quarantennale della morte di uno dei nostri cantautori più sensibili, Renato Tortarolo realizza su di lui un'opera completa e preziosa. Con l'aiuto di Giorgio Carozzi e Mario Dentone, firma un ritratto che svela particolari sconosciuti ma al tempo stesso rilancia quelli noti, affinché non si dimentichi chi ha scritto pagine memorabili che nessun colpo di pistola metterà mai a tacere.
12,50

Sahel nigerino: quando sopravvivere è difficile. Pressione demografica e risorse naturali

editore: Franco Angeli

pagine: 224

In Niger una forte pressione demografica sulle campagne e un clima severo stanno esaurendo le risorse naturali rinnovabili. Di questo passo già nei prossimi sette anni foreste, zone arbustive, pascoli, fertilità delle terre, fauna non basteranno a soddisfare la domanda delle zone più densamente abitate e, fra una generazione, quella proveniente da vaste regioni. L'insicurezza alimentare da saltuaria rischia di diventare permanente ed estesa all'intero Paese. Questo libro sottolinea, dati alla mano, la necessità di gestire l'ambiente con approcci diversi rispetto a quelli praticati negli ultimi venticinque anni, giacché l'azione passata non è riuscita ad evitare l'assottigliamento delle risorse naturali rinnovabili.
27,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento