Il tuo browser non supporta JavaScript!

Narrativa

Una stagione all'inferno

di Arthur Rimbaud

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 200

8,50

Gozzano e i crepuscolari

 

editore: Garzanti Libri

13,94

Nessun luogo è lontano

di Richard Bach

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 54

Partendo dal cuore di un piccolo uccellino, un colibrì, Richard Bach va alla ricerca della verità che da sempre conosce. Il suo viaggio di apprendimento può portarvi dovunque, accanto a chi desiderate. Chi ha volato con "Il gabbiano Jonathan Livingston" troverà qui tante idee da condividere. Ed è bello pensare che la vera amicizia non è schiava del tempo e dello spazio. In questa edizione, le illustrazioni a colori di H. Lee Shapiro accompagnano il lettore in un viaggio breve ma intenso, al termine del quale si arriverà a comprendere la forza dei sentimenti veri.
7,00

Malombra

di Antonio Fogazzaro

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 454

9,30

Il sogno di una notte di mezza estate. Testo inglese a fronte

di William Shakespeare

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 186

Scritta tra il 1595 e il 1596 e pubblicata nel 1600, il Sogno di una notte notte di mezza estate è tra le opere più rappresentate di Shakespeare. Ricca e originale è la tradizione folclorica di superstizioni e paure medievali cui l'autore attinge ambientando in un bosco, luogo di misteri, smarrimenti e incanti, di invisibili presenze, di fate, folletti e spiritelli maliziosi, una storia di sentimenti e passioni, di intrighi, gelosie e filtri magici che ricalca i modelli della commedia classica plautina e terenziana.
8,00

Le novelle

Vol. 1

di Verga Giovanni

editore: Garzanti Libri

8,50

Il puro e l'impuro

di Colette

editore: Adelphi

pagine: 133

14,00

Il grande mare dei sargassi

di Jean Rhys

editore: Adelphi

pagine: 208

12,00

Luoghi sotto spirito

di Durrell Gerald

editore: Adelphi

pagine: 218

14,00

Il processo

di Franz Kafka

editore: Adelphi

pagine: 264

Josef K. condannato a morte per una colpa inesistente è vittima del suo tempo. Sostiene interrogatori, cerca avvocati e testimoni soltanto per riuscire a giustificare il suo delitto di "esistere". Ma come sempre avviene nella prosa di Kafka, la concretezza incisiva delle situazioni produce, su personaggi assolutamente astratti, il dispiegarsi di una tragedia di portata cosmica. E allora tribunale è il mondo stesso, tutto quello che esiste al di fuori di Josef K. è processo: non resta che attendere l'esecuzione di una condanna da altri pronunciata.
12,00

Il signor Dido

di Savinio Alberto

editore: Adelphi

pagine: 166

12,00

Lettere di prigionieri di guerra italiani (1915-1918)

di Leo Spitzer

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 348

20,66

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.