Il tuo browser non supporta JavaScript!

Magi Edizioni: Immagini dall'inconscio

Lettere

di Carl G. Jung

editore: Magi Edizioni

pagine: 1338

"L'atteggiamento di C. G. Jung nei confronti delle proprie lettere era ambivalente. Lo gravavano di un lavoro supplementare, e la massa, talvolta impressionante, di posta quotidiana lo assillava; tuttavia sentiva, in misura sempre crescente, il bisogno di corrispondere con il resto del mondo su questioni scientifiche, di rettificare malintesi nell'interpretazione dei suoi pensieri o di indicare una via a chi gli chiedeva consiglio. Venne così accumulandosi, nel corso di decenni, una grande quantità di lettere. Esse rappresentano oggi un complemento e una sorta di commento alla sua opera. Fu l'aspetto scientifico delle lettere a favorire la decisione di Jung di accordare il permesso per la loro pubblicazione. In origine aveva respinto fermamente quest'idea, non volendo presentare al pubblico ciò che era nato come espressione spontanea e come comunicazione. Il carattere frammentario del contenuto e una certa estemporaneità della forma non corrispondevano, peraltro, al suo bisogno di accuratezza. Negli anni tardi, quando il piano di pubblicazione delle lettere era già fissato, di tanto in tanto osservava che quanto appena dettato era formulato non solo come comunicazione al destinatario, ma soprattutto per "le lettere"." (dalla prefazione della curatrice)
160,00

Afrodite. Storia e psicologia di un mito

editore: Magi Edizioni

pagine: 361

Il volume ricostruisce la storia della dea dell'amore dalle sue origini più remote, alla Mesopotamia e al periodo greco, fino alla sua dissoluzione nel IV secolo d.C. Insieme all'Afrodite greca, la Venere romana, gli autori tracciano a tutto tondo le principali figure che accompagnano la dea. Da Ares, il dio della guerra, al marito Efesto, il dio del fuoco, ma anche Attis-Adone, il suo fragile figlio-amante. Un ruolo importante non può che occupare Eros, che da sempre si accompagna ad Afrodite, e il goffo Priapo, l'ultimo degli dèi. I rapporti tra queste figure si articolano qui su continue interrogazioni psicologiche. La trasversalità della dea è colta in rapporto con le grandi figure che costellano i riti dell'amore. Da Ecate a Persefone e Nemesi, fino a Circe, le Sirene, Medea, Arianna e Lilith: l'analisi psicoanalitica scava tra specificità e differenze, unione degli opposti e inconciliabili alterità. Si esaminano anche la prostituzione sacra, praticata in tutto il bacino del Mediterraneo, e la filosofia di Empedocle che pone al centro del suo sistema apprezzato anche da Freud - Afrodite, e i versi di Saffo, la dolcissima poetessa della dea. Dopo un'approfondita discussione su Afrodite medico, la bellezza che cura, il testo si conclude di fronte alla Venere fiorentina del Botticelli, agli Uffizi, con la riflessione sul senso assoluto di rinnovamento che la dea rappresenta per la nostra era.
25,00

L'insegnante sufficientemente buono. Psicodinamica della relazione educativa tra docente-allievo-scuola

editore: Magi Edizioni

pagine: 149

Il gioco di relazioni che viene a stabilirsi tra insegnante, allievo, gruppo-classe e istituzione scolastica ha soltanto una crosta di razionalità, ma per "trasmettere dei segni" (insegnare) occorre anche saper decifrare il fiume di messaggi inconsapevoli che scorre sotto: come rumori di fondo dell'inconscio che, se non ben riconosciuti e gestiti, possono causare il fallimento di ogni tipo di relazione educativa. Ma se canalizzati possono divenire la maggior risorsa prospettica per un fecondo, creativo, soddisfacente processo d'insegnamento e apprendimento. Nella trasmissione del sapere ciò che conta è l'interazione emotivo-affettiva tra la persona dell'insegnante e l'allievo, tra il gruppo-classe - dotato di una propria "mente inconscia" - e l'istituzione-scuola. Vengono proposte metodologie per osservare e gestire tali processi psicodinamici affinché la stessa mente dell'insegnante diventi il più potente strumento di lavoro, come luogo di metabolizzazione di ansie, angosce, distruttività. Il docente vivrà così l'inestimabile ricchezza di svolgere una "professione" tra le più preziose, in quanto possibile strumento di profondo cambiamento per il mondo, contribuendo alla vittoria della creatività sulla distruttività.
14,00

La mente spiegata da Edvard Munch. Psicoanalisi in dialogo con un artista

di Marco Alessandrini

editore: Magi Edizioni

pagine: 152

La creatività artistica è una via tra le più elettive tramite cui il vissuto inconscio, prevalentemente traumatico, può essere percepito dalla coscienza. In tal modo l'opera d'arte dona senso e lenimento al dolore interiore, pur senza farlo scomparire. E genera, in chi la pratichi sotto questa profonda spinta, l'insopprimibile bisogno di dedicarsi ad essa instancabilmente. La biografia di Edvard Munch, tormentata almeno quanto affascinante, si svela ancor più essere il continuo tentativo di offrire, attraverso l'atto del dipingere, volto e soluzione a ferite della mente. E attesta anche l'impossibilità effettiva - tramite il solo medium artistico - di riuscire a sanarle definitivamente. Ne deriva che l'opera pittorica di Munch trattandosi di un artista con difficoltà interiori e relazionali di notevole spessore, ma anche dotato di straordinario talento - configura, rendendoli manifesti, molteplici vissuti e fantasmi della mente. Costellazioni di senso esteticamente e cognitivamente pregnanti che permettono perciò di riconoscere modalità e meccanismi che in misura diversa, e in varie forme, abitano l'interiorità di chiunque. In tale ottica, individuando i moti interiori che nell'opera di Munch sono divenuti evidenti, è possibile comprendere perché a molte persone sembri, in questi dipinti, di rinvenire qualcosa di proprio: qualcosa che anche in loro grida inseguendo una voce e una forma.
20,00

Le prigioni del sé

editore: Magi Edizioni

pagine: 168

Esiste, all'interno delle patologie dell'età evolutiva, un particolare gruppo di pazienti - cosiddetti schizoidi - che oltre a porre notevoli problemi diagnostici e di trattamento, costringono la comunità scientifica a non facili riflessioni sul loro quadro sindromico. Trattasi dei giovani caratterizzati da un pensiero onnipotente, un'accentuata intellettualizzazione e un altrettanto marcato ritiro sociale. Tali situazioni cliniche rappresentano il versante psicopatologico di uno spettro più ampio di comportamenti individuali, presenti sempre di più nella società contemporanea, tesi al celarsi, al sottrarsi, a nascondere i propri moti spontanei e le fantasie, in modo da evitare così l'incontro e l'autentica comunicazione con l'altro. Gli autori illustrano le varie espressioni psicopatologiche della schizoidia adolescenziale, di volta in volta soffermandosi sui diversi aspetti che la compongono e la determinano sia sul piano individuale che familiare. Procedono, quindi, con una disamina delle metodologie d'intervento, evidenziando gli ostacoli e le sfide che l'incontro con questi adolescenti comporta.
16,00
35,00

Sulla soglia. L'archetipo degli inizi

di Michael Conforti

editore: Magi Edizioni

pagine: 156

"All'inizio..." è il punto di partenza di tante, grandi e piccole, storie. Queste parole indicano una soglia, un punto d'accesso ai mondi ancora sconosciuti, l'inizio di una nuova avventura, di un nuovo lavoro, di un nuovo amore... Le esperienze della soglia ci portano non solo in un nuovo domani, ma ci proiettano nella realtà dei processi archetipici responsabili della creazione delle forme e di tutti i modelli di vita degli uomini. Saper leggere queste dinamiche in maniera creativa e saper interagire con loro - sostiene l'autore - costituisce una fonte di inesauribile saggezza. In questo volume viene esaminata in particolar modo una delle esperienze della soglia: la prima seduta di analisi. Un'indagine seria delle condizioni iniziali del trattamento fornisce intuizioni significative su come si dispiegherà l'intero processo terapeutico. Avvalendosi delle nozioni di psicologia junghiana, biologia, fisica quantlstica e nuove scienze, l'autore fornisce un'unica lente per osservare le dinamiche archetipiche all'opera nella vita dell'individuo.
15,00

Cosa muove il mondo? Sulla motivazione

editore: Magi Edizioni

pagine: 299

Il tema della motivazione rappresenta un punto essenziale di qualsiasi riflessione psicologica. Se generalizzata, la motivazione, da concetto di natura psichica si estende immediatamente agli altri ambiti dell'esperienza umana: a partire dalla fisiologia, arriva a coinvolgere l'interpersonale, aspetti sociologici e antropologici. "Cosa muove il mondo?" costituisce in questo volume il tema intorno al quale riflettono i più illustri esponenti del panorama junghiano in Italia e non solo. Tra causalità e finalità, interconnessioni con la bellezza, simboli e direzioni verso le quali si rivolge l'energia psichica, tra concretezza e astrazione, la motivazione si rivela uno dei moti più rilevanti e determinanti del nostro essere.
22,00

Sostenere e interpretare. Frammento di un'analisi

di Winnicott Donald W.

editore: Magi Edizioni

pagine: 248

Il frammento di un'analisi, che costituisce questo volume, si riferisce agli ultimi sei mesi della terapia analitica di un paz
18,00
34,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento