Il tuo browser non supporta JavaScript!

SCOPRIAMO IL LIBRO

SCOPRIAMO IL LIBRO SCOPRIAMO IL LIBRO


















Li abbiamo amati e li abbiamo odiati, ci hanno fatto piangere, ridere, emozionare e viaggiare pur restando a casa; sono i libri, compagni immancabili del nostro tempo libero, dalle lunghe giornate estive ai pomeriggi freddi dell'inverno. Ma cosa c'è dietro questo piccolo oggetto di carta? Quanta professionalità e quanto ingegno c'è dietro alla creazione di un libro? In questo viaggio andremo a scoprire gli aspetti più significativi che sono alla base di questo prodotto culturale.


Una valida introduzione al mondo librario lo fornisce il libro I meccanismi dell'editoria di Roberto Cicala, docente presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
Attraverso le pagine di questo saggio si potrà viaggiare all'interno della filiera del mondo editoriale, dalla progettazione alla produzione del testo, per arrivare alla distribuzione e alla promozione del prodotto finito.  Oltre a questa prima parte "tecnica", nel libro verranno, poi, analizzati oltre sessanta tra i casi editoriali più eclatanti, come il caso dei "Gialli Mondadori", o il successo di autori come Calvino e Umberto Eco, per arrivare più recentemente ad Harry Potter o L'Amica Geniale.


Una casa editrice non è, però, solo un'azienda culturale, ma è, anche, se non soprattutto, un'impresa da gestire a livello economico e, quindi, non si possono trascurare aspetti come la contabilità, il bilancio o il budget.
A districarsi in questa fitta rete legislativa ci aiuta il libro Come si fa l'editore di Marco Ferretti, dove, intrecciando gli aspetti economici a quelli giuridici, ci viene offerta una panoramica chiara e completa di cosa voglia dire fare impresa nel mondo editoriale.


Quante volte ci siamo fatti attrarre da un libro per la sola copertina o abbiamo abbandonato l'acquisto perchè scritto troppo stretto?
Il lavoro di grafica editoriale assume un ruolo determinante nel successo di un libro e per conoscere questo aspetto del mondo editoriale ci viene incontro il testo Fare grafica editoriale di Franco Achilli.
Partendo da cenni storici che hanno consentito lo sviluppo delle tecniche, si arriva a parlare degli aspetti più specialistici del lavoro, come il formato e il tipo di carta da utilizzare, la scelta e la riproduzione delle immagini, l'editing, l'impaginazione, fino ad arrivare agli aspetti legati al marketing e alla valorizzazione del prodotto.


In un mercato librario come quello italiano, molto aperto all'arrivo di produzioni da tutte le parti del mondo, la figura del traduttore editoriale assume un ruolo fondamentale all'interno di una casa editrice.
Oramai, buona parte della popolazione conosce almeno un lingua straniera, quindi una buona traduzione necessita di un testo non troppo lontano dal contesto e dal significato dell'originale e si richiede una sempre maggiore professionalità del mestiere.
Per aiutarci a capire questo mondo, Il manuale del traduttore di Bruno Osimo offre una panoramica generale, sintentizzando non solo il pensiero dei maggiori studiosi, ma, anche, una serie di linee guida molto utili per tutti quelli che vogliono fare della traduzione il proprio mestiere.
Tradurre è una pratica seria e la preparazione di un traduttore non può prescindere dallo studio della traduttologia.  


Il panorama della promozione di un libro si sta ramificando in diversi aspetti, dalle recensioni su giornali, tv, blog e social, passando per incontri con l'autore, per arrivare al semplice passaparola tra le persone.
C'è un aspetto controverso del marketing editoriale, non sempre apprezzato da librai e lettori, che si sta diffondendo negli ultimi anni ed è quello delle fascette, fettuccie di carta che cingono i libri e ne dovrebbero esaltare il valore con una frase a effetto.
Marco Cassini, nel suo Fascette oneste, prova ironicamente a smontarle e, in un gioco surreale, le frasi promozionali diventano stroncature in una o due righe.
Libretto divertente per sorridere di questo aspetto del mondo editoriale.

Abbiamo visto quale mole di lavoro si celi dietro la produzione di un libro, ma c'è, ovviamente, anche un aspetto sociologico nella proposta culturale di una casa editrice.
L'Italia, fortunatamente, dispone di una varietà e diversità in tal senso uniche nel panorama mondiale e Cristina Taglietti, giornalista del Corriere della Sera, ci aiuta a scoprire un pezzo di questo mondo nel suo Risvolti di copertina, con il quale ci porterà da Nord a Sud per conoscere 14 delle più importanti case editrici italiane. Attraverso un linguaggio informale, troveremo descrizioni delle sedi, dei fondatori, delle redazioni e della visione che caratterizza ogni azienda presentata, nella quale trovano posto anche realtà giovani e indipendenti.


L'innata propensione imprenditoriale, unita ad un vivace ambiente culturale cittadino, ha posto Milano come vera capitale italiana dell'editoria; sono tante, infatti, le case editrici nate in città a cavallo tra la seconda metà dell'Ottocento e la prima metà del Novecento.
Giuliano Vigini nel suo Editori a Milano ci parla delle grandi imprese editoriali milanesi, ancora oggi all'avanguardia, come Hoepli, Sonzogno, Vallardi, Mondadori, Bompiani, Rizzoli, arrivando, poi, anche alla nascita della prima casa editrice universitaria, la nostra Vita e Pensiero.


Abbiamo visto quanto lavoro e passione ci sia dietro la produzione di un libro, anche se molte volte piace ricordare la figura dell'editore solo come colui che ha rifiutato i grandi best sellers: esempi sono i "no" a Melville per Moby Dick o quelli per Harry Potter.
Ma poche volte si pensa che senza la visione illuminata di questi uomini e queste donne non avremmo potuto conoscere le grandi storie e i grandi personaggi che ci accompagnano nella nostra vita. 






Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento