Il tuo browser non supporta JavaScript!

Nuova ipsa: Quaderni del Vivere meglio

Ansia e panico. Una sfida da vincere

editore: Nuova ipsa

pagine: 120

18,00

Essere il quadro. Leasanas e i fiori di Bach

di Anin Cormani

editore: Nuova ipsa

pagine: 138

13,00
16,00

Il sentiero dei tamburi

di Greg Wilson Sule

editore: Nuova ipsa

pagine: 160

16,00

Una salute di ferro per i vostri figli

di Odile Dot

editore: Nuova ipsa

pagine: 142

6,00
6,00

Yoga curativo

di Giuseppe Verde

editore: Nuova ipsa

pagine: 116

6,00

La dieta per gli occhi

di Yves Cohen

editore: Nuova ipsa

pagine: 128

6,00
9,50

Il libro delle tisane

di Gabriele Peroni

editore: Nuova ipsa

pagine: 200

Per molti di noi preparare una tisana è un piccolo rituale da celebrare nei momenti di pausa delle giornate più frenetiche, o quando dobbiamo allentare una serrata concentrazione o, ancora, quando ci sentiamo un po' fragili e stanchi. Così, vogliamo recuperare entusiasmo ed energie con questo momento: un po' di calma tutta per noi, gesti misurati e lenti e, a seconda della nostra sensibilità e situazione, ritroviamo un solitario sollievo, e magari il piacere di una condivisione, di un'amicizia. L'abitudine di degustare una bevanda preparata con essenze naturali (erbe, fiori, bacche, scorze), anche se lì per lì non ci facciamo caso, ha origini molto lontane, che risalgono a quando questa era considerata una pratica di buon auspicio. Fin dall'antichità, sentendo di essere parte di un macrocosmo costituito dal regno dei vegetali e degli animali, l'uomo ha tentato in vari modi di entrare in contatto con la propria essenza naturale. Proprio la natura nelle sue espressioni più varie lo avvolgeva e lo incantava. L'uomo, allora, viveva in un ambiente selvatico, totale e assoluto, governato da misteriose armonie. Attraverso le sensazioni tattili, o tramite il gusto e il profumo di ciò che ritrovava intorno a sé, percepiva intuitivamente che consumando erbe o bacche avrebbe potuto avere disposizione elementi capaci di arricchire il suo equilibrio naturale, e aiutarlo a esprimere meglio le sue potenzialità.
14,00

Malattia e evoluzione

di Fabio E. Farello

editore: Nuova ipsa

pagine: 220

In questo affascinante testo viene e enunciato un nuovo paradigma di malattia. La malattia coerentemente alle medicine di antiche culture viene interpretata come un processo di regolazione. Si tratta di un tentativo, talvolta eroico, di salvare la vita individuale e provvedere all'evoluzione della specie. L'uomo che ammala entra certamente in una sofferenza, ma può diventare altresì una opportunità di crescita fisica, emotiva e spirituale.
24,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento