Il tuo browser non supporta JavaScript!

Plus - Università di Pisa: Scienze Per La Pace

Presente e futuro delle migrazioni internazionali

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 233

Ogni immigrazione ha le stimmate della durezza di tutti i grandi fenomeni sociali, e crea conflitti indipendentemente dalle sue dimensioni e cause. Fino a diventare la cartina di tornasole dei vizi e delle virtù del Paese di accoglienza e dei modi di esercizio della democrazia. Chi è il migrante? Il volume chiarisce se chiamarlo invasore, criminale o fattore di sviluppo. Certo è che vive più di una identità, quella della località d'origine e quella che va costruendosi nei Paesi di arrivo. È un soggetto translocale, che condivide con la maggior parte delle altre persone la caratteristica chiave della globalizzazione di stare in un luogo ma di vivere simultaneamente in un altrove assente: per l'eliminazione delle distanze dovuta ai trasporti, le telecomunicazioni, internet e l'esperienza virtuale. Ancora: cos'è l'intercultura? Basicamente un progetto di interscambio fra valori e visioni del mondo. Traendo spunto da tali questioni, il testo vuole essere un laboratorio di sperimentazione di più avanzate forme di integrazione che sappiano unire politiche nazionali (rispondenti alle esigenze del nostro sistema produttivo e condizione demografica) a innovative politiche sociali locali (incentivi alle famiglie, bonus primo figlio, servizi agli anziani ecc.) e a strategie per una educazione ai valori condivisi imperniate, tutte, sui territori locali là dove avviene l'impatto dei flussi migratori e dove le risposte chiedono più intelligenza e immediatezza.
15,00

Cristianesimo cristianesimi. Fra conflitti e ricerca di pace

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 225

Il dialogo ecumenico (inteso come confronto tra i fedeli che riconoscono la centralità di Gesù Cristo) si presenta come una necessità ineludibile: non solo per raggiungere l'unità predicata da Cristo, ma anche per testimoniare al mondo che attraverso il dialogo si possono superare divisioni prodotte nei secoli. Del resto i cristiani hanno in comune molto più di quanto li separi e divida: il confronto che anima i loro dialoghi potrà portare a costruire un'unica chiesa capace di salvaguardare la pluralità delle chiese, l'attuale stagione ecumenica è caratterizzata più da prudenza che da slanci profetici. Tuttavia questo libro mette in luce come lo sforzo di conoscersi e riconoscersi, di incontrarsi, studiare, lavorare e pregare insieme, possa rafforzare la scelta di ciascuna chiesa ad impegnarsi con il proprio carisma a partecipare ad un processo irreversibile.
15,00

Fedi e conflitti. Le religioni possono costruire le pace

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 344

Era necessario l'evento tragico dell'11 settembre perché l'uomo comprendesse la necessità di guardare all'altro in modo diverso? Percorrere il dialogo interreligioso impone come condizione preliminare quella di "mettersi nelle scarpe dell'altro" non per rinunciare alla propria fede né per omologarla ad altre, anzi. Emerge l'atteggiamento del credente, di colui che sa che nell'altro, chiunque esso sia e qualunque fede abbia (se ne ha una), si è ripetuto lo stesso miracolo cui ne ha beneficiato: l'amore di Dio.
16,00

Falaba. La porta dell'Islam

di Gerardo Caglioni

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 112

Questo libro racconta una storia vera, sconosciuta al grande pubblico: l'avventura del popolo Solima, un regno africano a forte connotazione mercantile, istituito nei territori di confine tra gli stati di Guinea e Sierra Leone (Jallonkadu, ai piedi del monte Futa Jallon). Durato quasi un secolo, il regno è terminato nel 1884 con l'arrivo della Jihâd della spada di Samory Touré, paladino dell'Islam. La resistenza alla conquista violenta del guerriero mandingo, è raccontata con un'originale vena narrativa, fondandola su documenti storici e ricerche in loco, suffragate da un'attenta ricostruzione bibliografica. Finestra aperta sull'Africa dell'ottocento, e sulle sue trasformazioni lette a partire dal sedicesimo secolo, il racconto è in grado di fornire spiragli anche per la comprensione dell'attualità, in un continente in continua trasformazione, poco conosciuto in Italia.
11,00

Senza armi per la pace. Profili e prospettive del «nuovo» servizio civile in Italia

di Pierluigi Consorti

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 208

Il volume affronta il tema della costruzione della pace con mezzi pacifici. Il servizio civile, infatti, rappresenta un impegno costante contro le ingiustizie e promuove forme di partecipazione e responsabilità in grado di prevenire e talvolta risolvere i conflitti sociali. Nel volume compaiono gli interventi di esperti e rappresentanti delle associazioni ed enti a vario titolo coinvolti nella delicata fase di passaggio dal servizio civile degli obiettori di coscienza, al servizio civile volontario (da Amnesty International ad Emergency, dall'Unicef all'Unicri, dalle Misericordie ai Caschi bianchi e tanti altri ancora). Una completa appendice normativa rende questo volume un utile manuale per gli addetti ai lavori.
10,00

Gestire i conflitti interculturali e interreligiosi. Approcci a confronto

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 192

Questo libro è il primo di una serie di studi che si intende pubblicare in funzione delle attività didattiche e formative del Master universitario in "Gestione dei conflitti interculturali ed interreligiosi" attivato nell'Università di Pisa. I saggi qui raccolti trattano in modo chiaro e con spirito pratico temi di grande attualità, troppo spesso affrontati col fiato corto che prende chi deve sopportare un'emergenza. Con un po' di orgoglio, siamo persuasi di avere qualcosa di diverso da dire. Siamo ad esempio convinti che i conflitti non debbano semplicemente essere risolti o prevenuti: bisogna imparare a gestirli e trasformarli. Per raggiungere questo obiettivo non esiste una ricetta magica. Tuttavia abbiamo ormai a disposizione conoscenze e abilità che consentono di avvicinarci con successo ad una pratica nonviolenta di gestione dei conflitti: questo aiuta anche a promuovere e diffondere una più consapevole cultura di pace. Con saggi di: Pierluigi Consorti, Ilaria Buccioni, Sandro Mazzi, Paolo Nicosia, Daniele Novara, Pat Patfoort, Nanni Salio, Marianella Sclavi, Andrea Valdambrini.
12,00

Affrontare il conflitto. Trascendere e trasformare

di Johan Galtung

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 232

Il manuale tratta il problema di affrontare i conflitti, suggerendo il metodo della trasformazione. Il metodo è caratteristico dell'autore, che per applicarlo ha anche fondato una organizzazione didattica denominata Trascend, costituita come una rete internazionale. La semplicità dell'approccio usato è tale da spostare l'interesse del libro dagli specialisti e studiosi a quanti si vogliono interessare di una problematica generale attraverso le forme più moderne sviluppate per affrontarli. È rivolto a studenti e insegnanti in primo luogo, ma anche ad operatori sociali e categorie come coppie, genitori, insegnanti, operatori economici, membri di enti locali.
12,00

Scrivere di carcere. Una sperimentazione di didattica interdisciplinare

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 160

Questo libro vuole descrivere una sperimentazione di didattica riguardante un problema sociale, esaminato con la convergenza di più discipline. Il suo primo scopo è avvicinare gli studenti universitari alle tematiche della Sociologia della Devianza seguendo un percorso di apprendimento che vada oltre l'acquisizione dei concetti teorici e realizzi una loro traduzione concreta; ma certamente il suo obiettivo è ampio, e viene investita tutta la società civile. I linguaggi, letterario, teatrale e dell'illustrazione, sono impiegati, come insegnato dal Prof. Giulio Salerno, per superare la distanza che separa il mondo degli studi dalle necessità della vita. Il libro si basa su un racconto di fantasia, costruito sulla descrizione della vita in un carcere maschile, e viene impiegato come provocazione a pensare sull'attuazione delle leggi del settore. Una presentazione sociologica e quattro letture di specialisti lo corredano, in maniera da poterlo proporre alla discussione generale, per mostrare la gravità degli effetti di separazione operati nella carcerazione, e nell'intento di costruire una società più giusta e più pacifica
16,00

Temi di mediazione penale

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 182

Nel presente volume, la consapevolezza del background storico, sociologico e politico-criminale dell'idea della pena conciliativa, si sposa e si accompagna ad un'analisi giuridica dei "sistemi" configurabili e di quelli già vigenti, senza peraltro trascurare anche la prassi ed i risultati ottenuti, con una illustrazione di alcune significative esperienze pionieristiche nel nostro Paese. Il messaggio che il testo consegna è l'invito a credere con maggiore ottimismo nella possibilità di prendere congedo, laddove possibile, dal modello coercitivo di sanzione penale, per accostarsi invece al più aperto e flessibile sistema della giustizia consensuale e conciliativa; nella convinzione che è necessario capire prima di punire.
12,00

L'avventura senza ritorno. Intervento e ingerenza umanitaria nell'ordinamento giuridico e nel magistero pontificio

di Pierluigi Consorti

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 208

Nel presente volume l'autore svolge un'appassionata ricerca in cui distingue concettualmente le espressioni "intervento umanitario", "assistenza umanitaria" e "ingerenza umanitaria", per affrontare in modo nuovo l'antica questione della "guerra giusta". Il tema è trattato alla luce della parallela evoluzione della tematica sia nel dibattito giuridico sia nel magistero pontificio. Non mancano significativi cenni alla "guerra per i diritti umani" ed alla nuova "guerra contro il terrorismo".
10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.