Il tuo browser non supporta JavaScript!

Strage a Teutoburgo. 9 d.C. La più grave sconfitta romana della storia

novità
Strage a Teutoburgo. 9 d.C. La più grave sconfitta romana della storia
titolo Strage a Teutoburgo. 9 d.C. La più grave sconfitta romana della storia
autore
argomento Storia, Religione e Filosofia Storia
collana Storia e storie
editore Giunti Editore
formato Libro
pagine 352
pubblicazione 2021
ISBN 9788809860155
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
14,90
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
In un arco temporale di vent'anni, l'Impero Romano conquistò i territori che oggi appartengono alla Germania, imponendo la propria egemonia dal Reno all'Elba. Ciò nonostante, quando tutto sembrava essere sotto controllo, una sanguinosa battaglia causò la morte di diecimila legionari e ridimensionò drasticamente le ambizioni imperiali di Roma sul suolo germanico. Alla fine di settembre del 9 d.C. tre legioni romane, mentre marciavano per sopprimere una ribellione tribale, furono attaccate dai barbari nella foresta di Teutoburgo. Ebbe luogo così uno scontro cruento che durò per quattro giorni. I Romani, sotto la guida del governatore della provincia, Publio Quintilio Varo, furono presi completamente alla sprovvista, traditi da un membro delle proprie fila: l'ufficiale di origini germaniche Arminius, che allo stesso tempo capeggiava le tribù ribelli. La sconfitta fu un duro colpo per l'esercito di Roma. Prendendo in esame le fonti, Jason Abdale ripercorre ogni momento cruciale della battaglia
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento