Il tuo browser non supporta JavaScript!

Adelphi: Microgrammi

Lo stile paranoide nella politica americana

di Richard Hofstadter

editore: Adelphi

pagine: 64

Dal «Mayflower» a Barry Goldwater - e, come ormai sappiamo, anche molto oltre - i fantasmi e gli incubi su cui si giocano, e s
5,00

Tabula rasa

di John McPhee

editore: Adelphi

pagine: 64

A una certa età ogni scrittore desidera essenzialmente una cosa: vuotare i propri cassetti, prima che lo faccia qualcun altro
5,00

Will del mulino

di Robert Louis Stevenson

editore: Adelphi

pagine: 62

Il segreto di questo racconto rimasto quasi segreto dev'essere lo stesso che protegge certi luoghi, o certi piaceri: chi li sc
5,00

I racconti di Lydia Steptoe

di Djuna Barnes

editore: Adelphi

pagine: 40

Negli anni Venti, Djuna Barnes era una giornalista newyorkese molto immersa nei tumultuosi costumi del decennio
5,00

Zubrówka. Una storia di Natale

di Sarban

editore: Adelphi

pagine: 52

In Arabia la notte di Natale può fare parecchio caldo
5,00

L'uomo elefante

di Frederick Treves

editore: Adelphi

pagine: 57

La medicina moderna è nata sui palcoscenici - sensazionali - dei teatri anatomici, e i suoi casi estremi sono a lungo stati es
5,00

Perché non eravamo pronti

di David Quammen

editore: Adelphi

pagine: 100

Sapevamo come, e anche dove, i coronavirus ci avrebbero potuto colpire, eppure - eppure siamo a oggi, all'oggi inquietante e i
5,00

Dolore

di Vidiadhar S. Naipaul

editore: Adelphi

pagine: 47

Questo testo, inedito per l'Italia, è uno degli ultimi scritti da V
5,00

Piccoli addii

di Giovanni Mariotti

editore: Adelphi

pagine: 110

In questo piccolo libro Giovanni Mariotti parla di un'epoca in cui le donne portavano le calze velate e la volpe al collo; in
5,00

La casa dei ricchi

di Carlo Emilio Gadda

editore: Adelphi

pagine: 87

Nel 1948 le «miserrime configurazioni argentarie» spingono Gadda ad accettare un arduo incarico: ricavare dal Pasticciaccio in
5,00

Per le sei corde. Milonghe

di Jorge Luis Borges

editore: Adelphi

pagine: 90

Borges non amava il tango alla Gardel, «lento, malinconico e voluttuoso»
5,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento