Il tuo browser non supporta JavaScript!

Avagliano: SCHOLA SALERNITANA. STUDI E TESTI

Giovanni da Ripa e dintorni. Una cultura della complessità: la civiltà del XIV secolo

editore: Avagliano

pagine: 160

Un illustre comune dell'Italia centrale, Ripatransone (Ascoli Piceno), si ricorda di aver dato la nascita a un illustre maestro francescano, che aveva insegnato teologia all'Università di Parigi alla metà del XIV secolo. La sua memoria si era perduta fino agli anni 1925-30. A un grande studioso francese, monsignor André Combes, si deve il recupero, a partire dagli anni 1939-40, dei temi fondamentali del suo pensiero, il cui nucleo è costituito da un'ardimentosa e complessa riflessione sulla nozione di infinito. Monsignor Combes aveva scoperto Giovanni da Ripatransone attraverso le polemiche virulente di un avversario vissuto nel secolo XV, il cancelliere Gerson.
17,56

Schola salernitana. Annali vol. 3-4

editore: Avagliano

pagine: 392

21,69

La divisione della filosofia e le sue ragioni. Lettura di testi medievali (VI-XIII sec.)

editore: Avagliano

pagine: 264

Nell'autunno del 1997 la Società Italiana per lo Studio del Pensiero Medievale organizzò ad Assisi un Convegno dove, sull'esempio della "lectio" in uso nelle scuole medievali, s'interrogavano testi di momenti differenti del Medioevo sulla complessità delle impostazioni speculative relative alla classificazione del sapere. Nei secoli che uniscono l'età tardoantica alla piena maturità della Scolastica gli studiosi Zonta, Schioppetto, Alessio, Bertolacci, Di Maio e Porro, coordinati da d'Onofrio, esaminano il rapporto tra la "philosophia" e l'autocoscienza espressa dalle opere di Boezio, al-Farabi, Giovanni di Salisbury, Robert Kilwardby, Alberto Magno, Bonaventura e Tommaso d'Aquino.
19,63

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.