Cesati: Strumenti di linguistica italiana

Le buone pratiche redazionali nei testi istituzionali svizzeri in lingua italiana

Le buone pratiche redazionali nei testi istituzionali svizzeri in lingua italiana

editore: Cesati

pagine: 146

"Nelle differenti fasi di elaborazione dei testi ufficiali svizzeri in lingua italiana, la traduzione assume un ruolo centrale
16,00
Il cielo in una lettera. Aspetti linguistici dei carteggi astronomici nel primo Settecento

Il cielo in una lettera. Aspetti linguistici dei carteggi astronomici nel primo Settecento

di Michele Ortore

editore: Cesati

pagine: 560

Nei decenni in cui si stava sviluppando la prima comunità scientifica, i carteggi ricoprirono in tutta Europa una grande impor
45,00
Italiano e spagnolo a confronto

Italiano e spagnolo a confronto

di Fausto Diaz-Padilla

editore: Cesati

pagine: 256

L'evoluzione della lingua italiana come lingua unitaria si fermò relativamente presto, nell'epoca medievale
28,00
Lingue, scuola, cittadinanza

Lingue, scuola, cittadinanza

di Francesco De Renzo

editore: Cesati

pagine: 227

Il rapporto tra lingue, scuola e cittadinanza sembra essere diventato negli ultimi anni un tema di attualità, soprattutto in r
25,00
L'italiano di Machiavelli e Guicciardini in alcune traduzioni in latino, francese e tedesco del XVI secolo. Appunti per una storia del lessico politico

L'italiano di Machiavelli e Guicciardini in alcune traduzioni in latino, francese e tedesco del XVI secolo. Appunti per una storia del lessico politico

di Federico Aboaf

editore: Cesati

pagine: 240

Il volume offre al lettore una panoramica del lessico politico francese e tedesco nel XVI secolo mediante l'analisi di alcune
28,00
Dialetto e canzone. Uno sguardo sulla Sicilia

Dialetto e canzone. Uno sguardo sulla Sicilia

di Roberto Sottile

editore: Cesati

pagine: 285

Negli ultimi decenni la canzone in dialetto ha conosciuto una straordinaria fioritura in concomitanza con lo "sdoganamento" de
25,00
Sulla lingua del rap italiano. Analisi quali-quantitativa dei testi di Caparezza

Sulla lingua del rap italiano. Analisi quali-quantitativa dei testi di Caparezza

di Annarita Miglietta

editore: Cesati

pagine: 126

L'approccio integrato quali-quantitativo applicato in questo volume si propone come prima prova, sperimentale, di un metodo ch
15,00
I dialetti della Lucania meridionale

I dialetti della Lucania meridionale

di Heinrich Lausberg

editore: Cesati

pagine: 349

Pubblicata nel 1939 come tesi di dottorato presso l'università di Tubinga, questa monografia è uno studio sistematico sulle pa
30,00
Il cinema d'impresa. La lingua dei documentari industriali italiani del secondo dopoguerra

Il cinema d'impresa. La lingua dei documentari industriali italiani del secondo dopoguerra

di Laura Clemenzi

editore: Cesati

pagine: 472

La stagione d'oro della produzione documentaristica delle imprese italiane si inserisce nel contesto dello straordinario svilu
35,00
In nome del popolo italiano. Linguaggio giuridico e lingua della sentenza in Italia

In nome del popolo italiano. Linguaggio giuridico e lingua della sentenza in Italia

di Maria Vittoria Dell'Anna

editore: Cesati

pagine: 209

La bibliografia sul linguaggio giuridico italiano dà una rappresentazione efficace della qualità e della quantità di occasioni
22,00
Il discorso riportato nella titolazione dei giornali. Il caso del Corriere della Sera

Il discorso riportato nella titolazione dei giornali. Il caso del Corriere della Sera

di Alfredo Marino

editore: Cesati

pagine: 197

Che il modo in cui le persone si informano sia cambiato, è un dato di fatto: le notizie non si sfogliano ma si "scorrono" su smartphone e tablet e, nella maggior parte dei casi, ci si ferma a titoli e sottotitoli. Per questo, il ruolo degli elementi della notizia si è fatto ancor più centrale che in passato: il titolo, in particolare, da semplice "etichetta" introduttiva del testo, è diventato esso stesso "la notizia"; di qui la necessità di concentrare in poche righe il maggior numero di informazioni e di catalizzare l'attenzione del lettore. Ma come scrivere un titolo, un occhiello, un sommario efficaci? Quali le strutture sintattiche più adatte e quali segni interpuntivi privilegiare? Come si riporta una dichiarazione (di un politico, di un calciatore, di un esperto ecc.) sintetizzandola ma non modificandone il senso? Nel suo libro Alfredo Marino analizza questo particolare aspetto della comunicazione giornalistica, partendo da un corpus di articoli del Corriere della Sera. Il risultato è un accurato studio sui costrutti frasali impiegati per la rappresentazione e riproduzione del discorso diretto, sull'uso della punteggiatura, in accordo o rottura con le norme morfosintattiche. Un manuale immediato, semplice e utile per chi lavora nel giornalismo ma, più in generale, per tutti coloro che desiderano leggere in modo consapevole.
22,00
Sulla geografia linguistica dell'italiano parlato

Sulla geografia linguistica dell'italiano parlato

di Robert Ruegg

editore: Cesati

pagine: 182

Nel 1956 lo studioso svizzero Robert Rüegg, allievo di Konrad Huber, pubblicava a Colonia la propria tesi di dottorato con il titolo "Zur Wortgeographie der italienhchen Umgangssprache". La famosa ricerca di Rüegg, di grande influenza nelle successive indagini sull'italiano regionale, riportava i risultati di un'inchiesta, nel corso della quale lo studioso aveva sottoposto a Zurigo, Pisa e per corrispondenza, a 124 informatori italofoni provenienti da 54 diverse province, una lista di 242 concetti comuni, largamente utilizzati nell'italiano parlato. Per ogni concetto aveva chiesto agli intervistati di nominare i sinonimi conosciuti e impiegati nella comunicazione quotidiana; oltre all'indagine sincronica l'autore aveva approfondito anche la dimensione diacronica nella storia delle parole prese in esame. La tesi di Rüegg, apprezzata da Gianfranco Folena in una recensione del 1958 in «Lingua nostra» e da Tullio De Mauro nella sua Storia linguistica dell'Italia unita, è una fondamentale ricerca pionieristica per lo studio dei geosinonimi dell'italiano parlato, e vede oggi la luce, finalmente, in traduzione italiana in un'edizione a cura di Sandro Bianconi, con scritti introduttivi di Bruno Moretti, Tullio De Mauro e Mathias Rüegg.
25,00