Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Città Nuova: Studi agostiniani

I conflitti religiosi nella scena pubblica

editore: Città Nuova

pagine: 304

Il pensiero di Agostino percorre il tempo ed esplora tematiche quanto mai attuali
24,00

Memoria e senso della vita a partire da Agostino

editore: Città Nuova

pagine: 296

Sul tema affascinante della memoria Agostino torna spesso nei suoi scritti. Nulla è per lui più elevato della memoria: dà la consapevolezza all'uomo della sua singolarità irripetibile; gli consente di conoscere il mondo; gli rivela la presenza della verità nel suo intimo. Riveste in particolare una posizione preminente quando è in gioco il senso della vita indicando all'uomo la mèta da raggiungere. I contributi esaminano il legame tra memoria e senso della vita in Agostino evidenziando come la sua riflessione rappresenti un termine di confronto dal V al XIV secolo. Ne sono una testimonianza tra gli altri: Boezio, Anselmo d'Aosta, Tommaso, Eckhart, Giovanni Duns Scoto e Guglielmo da Ockham.
28,00

Timore e speranza. La redenzione dalla morte in Agostino

di Giovanni Volta

editore: Città Nuova

pagine: 272

La morte non è solo un fatto tra molti altri, l'evento che segna il termine di un cammino, ma è anche, soprattutto, l'interrogativo fondamentale sul senso stesso della nostra esistenza, sulla sua direzione, e per questo è interrogativo che scuote l'intelligenza e la sensibilità dell'uomo. Lo studio vuole esplorare come Agostino abbia affrontato tale interrogativo mettendo in relazione la morte di Adamo e quella di Cristo; la morte di Cristo e quella del cristiano; tra il destino dell'uno e dell'altro. Da ciò nascono le due direttrici di ricerca: indagare negli scritti di Agostino sia il rapporto tra peccato e pena sia quello tra redenzione e pena. Un percorso di lettura originale su un tema ancora poco indagato nella riflessione agostinana.
28,00

Il tempo della Chiesa secondo Agostino

Seguire e rimanere in attesa. La felicità in speranza

di Tantardini Giacomo

editore: Città Nuova

pagine: 388

Se l'inizio della fede è opera del Signore, sant'Agostino descrive anche come si rimane in questo inizio
22,00

Mondo, essere e nulla. Le radici filosofiche della spiritualità agostiniana

di Giorgio Benelli

editore: Città Nuova

pagine: 152

Quali sono le radici più profonde della spiritualità agostiniana? È l'interrogativo all'origine dello studio di Giorgio Benelli, il quale evidenzia come presso gli interpreti di Agostino a fondare la sua spiritualità sia spesso la dottrina del peccato originale, dimenticando una radice più profonda, quella della creaturalità dell'uomo e del suo essere creato dal nulla. In effetti la dottrina della grazia elaborata dall'Ipponate nasce da una concezione dell'uomo incapace di realizzare tutte le sue capacità da solo e indipendente dal suo Creatore. L'uomo, dice Agostino, è capax Dei, cioè capace di partecipare alla natura divina, ma è anche indigens Deo, assolutamente bisognoso del Suo aiuto. Il presente saggio nell'analizzare particolari aspetti della spiritualità agostiniana sulla dottrina della grazia, della preghiera, dell'umiltà e dell'orgoglio e della visione della natura, offre spunti interessanti per una lettura aggiornata di sant'Agostino.
13,00

Il cuore e la grazia in sant'Agostino. Distinzione e corrispondenza

di Giacomo Tantardini

editore: Città Nuova

pagine: 368

"Le lezioni, tenute da don Giacomo Tantardini nei Convegni sull' attualità di sant'Agostino all'Università degli Studi di Padova e qui presentate, costituiscono un "caso" di grande interesse culturale. Una volta riconosciuta l'originale, e per certi versi sorprendente, apertura al dialogo, dimostrata dall'Università di Padova, occorre, però, riconoscere anche la straordinaria capacità pedagogica di don Giacomo, che, rinunciando alla fredda e distaccata lezione cattedratica, ha lasciato umilmente parlare un classico dell' esperienza umana e cristiana del calibro di sant'Agostino, accontentandosi di metterne in evidenza la profondità e l'attualità del pensiero".
25,00

La filosofia come dialogo. A confronto con Agostino

editore: Città Nuova

pagine: 328

Consapevole che la verità risiede nell'animo umano, Agostino individua nel dialogo - l'accorto e mirato scambio di domande e risposte tra due o più interlocutori - il metodo migliore per portare alla luce questa conoscenza latente. Per la centralità in Agostino di tale visione della filosofia, i contributi disegnano un duplice percorso di analisi e di approfondimento sul tema.
24,00

Monnica mia madre. Biografia critica della madre di Agostino

di Giulietta Saginario

editore: Città Nuova

pagine: 328

Nella vita e nella conversione di sant'Agostino l'influenza della madre Monica deve essere stata grande se - come lui stesso ammette - compose le "Confessioni" "per dimostrare come deve alle lacrime di sua madre la salvezza e ai meriti di lei tutto ciò che vive". Proprio scegliendo l'Agostino delle Confessioni come guida privilegiata, l'autrice indaga la relazione tra il figlio e Monica, valorizzando una figura per troppo tempo rimasta in ombra. Un quadro vivissimo di una figura femminile di alta classe e nello stesso tempo di grande umanità, ricca di intelligenza, di sensibilità e di fede, che si pone come modello per coloro che, come il figlio Agostino, cercano le risposte fondamentali dell'esistenza.
25,00

Agostino nella filosofia del Novecento

editore: Città Nuova

pagine: 280

21,00

Agostino nella filosofia del Novecento

editore: Città Nuova

pagine: 312

20,66

L'altro nell'io. In dialogo con sant'Agostino

di Luigi Alici

editore: Città Nuova

pagine: 336

21,50

Sant'Agostino uomo e maestro di preghiera. Testi scelti

di Agostino Trapè

editore: Città Nuova

pagine: 320

"Per capire Agostino che scrive sulla preghiera, occorre seguire Agostino che prega". Difatti pochi autori, come lui, hanno trasfuso negli scritti la propria esperienza interiore che p. Trapè intende offrire in questo volume.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.