Il tuo browser non supporta JavaScript!

Diabasis: Al buon corsiero

B

di Vittorio Testa

editore: Diabasis

pagine: 192

Vittorio Testa ha goduto di un osservatorio privilegiato
18,00

Sul Portogallo

di Fernando Pessoa

editore: Diabasis

pagine: 166

I testi in prosa in cui Pessoa riflette, discute, critica e teorizza sull'identità e la cultura del Portogallo sono molteplici
18,00

Louis Daguerre. L'alchimista che fermò il tempo

di Ennery Taramelli

editore: Diabasis

pagine: 384

Scritto nello stile dell'epoca, questo romanzo a suspense getta una luce inedita sulla figura di Louis Jacques Daguerre, pitto
24,00

Clara dos anjos

di Alfonso H. De Lima Barreto

editore: Diabasis

pagine: 214

Un romanzo breve che affronta temi scottanti e rivelatori del contesto brasiliano profondo, come quello delle discriminazioni, combinate tra loro, di razza, classe e genere. Protagonista è una povera fanciulla mulatta che, sedotta e abbandonata, diventa corpo e simbolo dell'umiliazione classista e razzista nel Brasile repubblicano. Lima Barreto dipinge il dramma di tante ragazze nelle stesse condizioni di Clara, tentando di fare del suo personaggio una figura universale: la mulatta carioca, più che un personaggio, diventa un argomento vivo e un elemento di denuncia. Prefazione di Stefano Rolando
16,50

Nella città del pane e dei postini

di Giorgio Messori

editore: Diabasis

pagine: 240

Da una stanza situata nel cuore di Tashkent, in Uzbekistan, Giorgio Messori resiste al disagio di una guerra invisibile scrive
15,00

Da qualche parte in Africa

di Helder Macedo

editore: Diabasis

pagine: 144

18,00

Per questi motivi

di Antonio Bassarelli

editore: Diabasis

pagine: 224

16,00
12,00

Il tempo delle capre

di Luan Starova

editore: Diabasis

pagine: 208

Il libro evoca il periodo immediatamente successivo alla seconda guerra mondiale, quando il nuovo regime, volendo creare una nuova classe di proletari, impone ai pastori di lasciare le loro montagne e andare ad abitare in città. Così la piazza grande di Skopje, il Plochtad diventa tutta bianca, invasa dalle capre che i pastori rifiutano di abbandonare. Ma la tragedia è dietro l'angolo: il Potere decide lo sterminio delle bestie. Se l'allegoria tracciata dall'autore costituisce per certi aspetti una lezione di speranza, essa è prima di tutto una riflessione sulla pericolosa vanità delle ideologie che aspirano a creare un "uomo nuovo", e rimane una profonda meditazione sulla fragilità delle cose, e sulla precarietà dei Balcani.
16,00

La generazione dell'utopia

di Pepetela

editore: Diabasis

pagine: 208

20,00

Dalla stiva di una nave blasfema

di Francesco Permunian

editore: Diabasis

pagine: 144

14,00

La corrispondenza di Fradique Mendes. Memorie e note

di José M. Eca de Queiros

editore: Diabasis

pagine: 180

La vita e la corrispondenza di Carlos Fradique Mendes, l'immaginario poeta satanico inventato e reinventato dalla penna di Eca de Queirós, in un gioco di finzione che precede di una generazione quello di Fernando Pessoa, sono narrati in questo romanzo pubblicato nel 1900 e finora inedito in Italia. Il protagonista è un personaggio straordinario: aristocratico, dandy raffinato e erudito, instancabile viaggiatore e onnivoro conoscitore di ogni civiltà, leggiadro amatore, aperto spirito cosmopolita. Questa biografia immaginaria viene ricostruita per frammenti: dall'ironico racconto della eterogenea formazione intellettuale fatta da preti di provincia e fervidi giacobini al ricordo delle prime prove letterarie alla Baudelaire, dal viaggio egiziano del 1871 alla quotidianità eccezionale vissuta tra Parigi, Lisbona e Londra.
16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.