Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Arcana

Pop story

di Dario Salvadori

editore: Arcana

pagine: 188

Chi erano Amina Vargas, Antonietta Rispoli, Manetta Tedeschi? Come è iniziata la splendida avventura dei Beatles? Quanto c'è di vero sulle leggende che accompagnavano i Led Zeppelin? È più rock il punk o il progressive? La stagione dei cantautori italiani è finita? La risposta a queste e altre domande è in Pop Story, una serie di volumi che racconta dagli albori, agli inizi del Novecento, fino ai giorni nostri, la musica pop, qui intesa quale macrogenere che abbraccia tutti i generi musicali di larga diffusione presso il pubblico. Da tempo immemore la musica accompagna l'uomo ma è solo durante il secolo passato, grazie all'avvento dei nuovi supporti tecnologici e dei mezzi di comunicazione, che diventa un fenomeno alla portata di tutti. Dario Salvatori ripercorre, con una chiave di interpretazione personale ma con il rigore storico cui ci ha abituati, le tappe di un viaggio che non è soltanto musicale ma si intreccia necessariamente con i cambiamenti storici, sociali e culturali di ogni decennio.
14,00

Vasco dalla A alla Zocca. Manifesti lividi e frammenti

editore: Arcana

pagine: 143

È un alfabeto molto particolare, il linguaggio di Vasco Rossi, perché esprime un modo di vedere e di vivere le cose che non è omologabile. Quindi, serve un vocabolario speciale. Eccolo qui: questo è un vocabolario emotivo, e non certo biografico. Si compone di immagini storiche, accompagnate da frammenti di pensieri di tre suoi amici e fan che hanno scritto sulla scia del pensiero veicolato da Vasco attraverso i testi delle canzoni. Ma, ultimamente, anche per mezzo delle interviste o degli ormai famosi "clippini". Tutto rilegato in modo abbastanza anarchico da poter sembrare perfino caotico, ma solo per chi ancora non ha capito che Vasco non è soltanto un cantante, ma un fenomeno: ha sempre impersonato un modo non ordinario di stare al mondo, un modo di essere più sincero, più sano e più umano di quello che risulta conveniente adottare in un mondo come il nostro, dominato dal mercato. Un vocabolario fuori dalle regole, dunque, un salto fuori dagli schemi... per provare a vedere cosa succede (e come va a finire) mettendosi a pensare sopra le righe per davvero!
16,00

Roberto Vecchioni. Miti e parole di un lanciatore di coltelli

di Ernesto Capasso

editore: Arcana

pagine: 317

"lo non ho mai sentito tanto di vivere quanto amando", scrive Giacomo Leopardi in una pagina dello Zibaldone datata 1819. Le canzoni di Roberto Vecchioni potrebbero racchiudersi in questo aforisma. Un desiderio ostinato di vivere alimentato da un motore inesauribile e incessante: l'amore. Tenaci e combattivi, i versi di Roberto Vecchioni sfidano i modelli di una società falsamente opulenta orientata più verso la ricerca di un risultato che di un significato. Forse siamo davvero tutti lanciatori di coltelli, anime alla ricerca di un bersaglio da colpire, di un sogno da afferrare, di una mano da stringere. Esplorando in venti itinerari tematici il percorso musicale di Roberto Vecchioni, il libro racconta le più significative melodie del cantautore e le suggestioni letterarie e artistiche da esse evocate. Da "Luci a San Siro" a "Sogna ragazzo sogna", da "El bandolero stanco" a "Chiamami ancora amore", le canzoni diventano porti dove attraccare le ancore di un infinito viaggiare, finestre affacciate sulle distese dell'ispirazione, attraverso cui far vibrare le corde di un racconto lungo oltre quarant'anni.
18,50

Vasco Rossi. Brividi. Manifesti e turbamenti

editore: Arcana

pagine: 256

Le fotografie scattate da un poeta dell'immagine si accompagnano a discorsi anarcoidi, sfoghi emotivi e intimi frammenti ironici scritti di notte da due figli auto-adottivi di Vasco Rossi, mentre, come al solito, erano in balia di alcuni whisky doppi, del loro Maestro e di loro stessi. Per la prima volta Henry Ruggeri, Claudio Bardi e Salvatore II Nero Majorana si sono ritrovati insieme a formare un trio sempre in erba e pieno di brio. Dal sito ufficiale vascorossi.net e direttamente dalle loro anime, ecco a voi Brividi Bardiani, Manifesti Ruggenti e Neri Turbamenti.
16,00

On some faraway beach. La vita e i tempi di Brian Eno

di David Sheppard

editore: Arcana

pagine: 494

Per molti è la pietra di paragone delle innovazioni dell'arte e della musica pop negli ultimi quarant'anni
29,00

Talent shop. Dai talent scout ai talent show

di Roberto Manfredi

editore: Arcana

pagine: 239

In quarant'anni è cambiato tutto. Se una volta nelle audizioni discografiche era bandita la cover di un brano famoso, oggi nei pre-casting dei talent show è proibito eseguire un inedito. Negli anni Settanta gli aspiranti talenti erano musicisti, gruppi e cantautori che si esibivano cantando e suonando brani originali. Nei talent show di oggi si è scelti cantando a cappella, a voce nuda, senza l'utilizzo di strumenti musicali di accompagnamento. Le cover di brani noti sono obbligatorie. Il pop televisivo è ormai l'unico codice riconosciuto dai network generalisti. Attraverso le molteplici esperienze dirette dell'autore, "Talent shop" racconta la storia dei giovani talenti di ieri e di oggi e le diverse quanto opposte modalità di scouting: dalle audizioni negli uffici discografici negli anni Settanta e Ottanta ai "Karaoke casting" televisivi degli anni Novanta, fino ai grandi raduni di massa dei precasting dei talent show odierni. Tra romanzo, autobiografia e saggio, sul filo dell'ironia e del disincanto.
16,00

Horror rock. La musica delle tenebre

editore: Arcana

pagine: 479

Rock & Horror: un incrocio pericoloso? Quando il rock diventa realmente 'orTorifico''? Qual è l'evoluzione del genere? Quali i pilastri, quali le nuove leve? In Horror Racle. La musica delle tenebre, Lazzati & Vitolo delineano attraverso una serie di capitoli tematici le varie commistioni e fusioni tra l'immaginario tipicamente horror (fumetti, letteratura, cinema), la teatralità e i contenuti controversi del rock e i suoi effetti sulla realtà, a volte pericolosi, a volte semplicemente fraintesi. Seguendo la definizione più ampia di horror, esplorano quelle aree oscure del reale e il loro rapporto con la musica hard rock e heavy metal, per analizzare tematiche cjuali l'influenza dei serial killer, il rapporto con figure storiche divenute fonti di ispirazione anche per il cinema e per la letteratura, fino a giungere agli orrori del quotidiano. Vecchie riviste polverose, fanzine straniere, album finiti del dimenticatoio, band perse nell'oblio del tempo, saggi e cronache dall'universo rock hard. Tutto questo è Horror Rock.
24,00

Mod. Vita pulita in circostanze difficili

di Terry Rawlings

editore: Arcana

pagine: 288

Terry Rawlings è una delle figure cardine della scena Mod inglese dalla fine degli anni Settanta
25,00

Visioni di suoni. Le arti visive incontrano il pop

di Luca Beatrice

editore: Arcana

pagine: 365

Nell'epoca moderna il connubio tra arte e musica si giocava unicamente sul piano delle avanguardie: alla pittura astratta e all'arte concettuale corrispondeva la ricerca sonora colta ed elitaria. Da quando il pop è entrato nelle nostre vite, tutto è cambiato. Nel 1967 l'arte e la musica si incontrano definitivamente per non lasciarsi più. In Inghilterra il pittore Peter Blake illustra Sgt Pepper's dei Beatles, a New York Andy Warhol inventa e produce i Velvet Underground, a Roma Mario Schifano, artista a 360 gradi, fonda la sua strampalata band di prog-pop-jazz. Una rivoluzione. "Visioni di suoni" racconta il romanzo di un'irresistibile e reciproca attrazione tra musicisti e artisti, partendo dalle collaborazioni di questi ultimi sulle copertine dei dischi, vero e proprio museo portatile, un concerto da ascoltare con gli occhi. Protagonisti di questa storia sono Yoko Ono e John Lennon, Björk e Matthew Barney, i Sonic Youth, Bob Dylan, Joni Mitchell, il capitano Beefheart, Jamie Reid e i Sex Pistols, Patti Smith e Robert Mapplethorpe, il fotografo delle rockstar Anton Corbjin, i Blur e Damien Hirst, fino a Daniel Johnston e Devendra Banhart, eccellenti disegnatori.
26,50

Post-hip-hop

di Molefi K. jr Asante

editore: Arcana

pagine: 271

A oltre trent'anni dalla sua nascita nelle strade del Bronx di New York, l'hip-hop rimane una manifestazione culturale complessa e multiforme, ma quanto di autentico è rimasto nella sua odierna trasposizione mediatica? "Post-Hip-Hop" offre un'accurata analisi dei valori di un'eredità culturale che trascende la musica e l'intrattenimento, e invita a una totale presa di coscienza nei confronti del potere che lo ha corrotto. Attraverso il racconto di aneddoti personali, incontri e conversazioni, M.K. Asante Jr. traccia una ricostruzione di come le grandi multinazionali e gli organi di potere abbiano preso possesso di questa forma di espressione, disinnescandone il potenziale di ribellione. È così che l'hip-hop diventa un trampolino da cui lanciare una più ampia discussione sui valori e sull'identità sociale dell'ultima generazione di giovani africani-americani. Musica, storia, scienze sociali e cultura popolare si fondono in onto brillante e aspro, arricchito dall'impeto lirico della poesia e del rap, e votato ad uno scopo che è "più grande dell'hip-hop": un futuro di pace collettiva, che secondo M.K. Asante, Jr. è oggi più necessario e possibile che mai.
22,00

Bluvertigo & Morgan. Il suono è mille brividi

di Daniele Cianfriglia

editore: Arcana

pagine: 244

Italia, fine anni Ottanta: una festa di compleanno, due ragazzi che si mettono a suonare un pianoforte e una chitarra. Ci sono i paninari e i new romantic, ci sono i primi videoclip e le tastiere elettroniche, ma soprattutto ci sono tanta voglia di sperimentare e un atteggiamento dandy che sa comunque essere easy. Nascono cosi i Bluvertigo, una band capace di mescolare Duran Duran, David Bowie, Franco Battiato, Depeche Mode e mille altre bizzarrie creando una miscela pop-rock. Questo libro prende in esame tutta la loro vicenda musicale attraversando almeno tre decenni, dai demo "preistorici" fino alla recente reunion e senza tralasciare il fortunato periodo di attività solista di Marco "Morgan" Castoldi: una personalità eclettica che grazie all'approccio camaleontico ha saputo trasformarsi anche in una star televisiva.
14,50

Mina. Parole... parole... parole

di Fernando Francatelli

editore: Arcana

pagine: 320

Mina è così brava che potrebbe cantare anche l'elenco del telefono. Chissà chi ha detto questa frase, ma poco importa: perché per tutti gli italiani Mina Anna Mazzini è, resta e sarà per sempre La Voce. L'autore Fernando Fratarcangeli - direttore della rivista "Raro!" - racconta in questo libro due storie parallele: l'epopea della cantante nata a Busto Arsizio il 25 marzo del 1940 e, in contemporanea, gli avvenimenti più significativi (ma anche quelli più curiosi) che hanno segnato la storia del nostro costume nazionale. Da Baby Gate al clamoroso ritiro dalle scene, fino agli ultimi exploit dei "dischi doppi", Fratarcangeli fa scoprire una Mina a tratti inedita: la nascita del suo mito ma anche le sue prese di posizione protofemministe, le collaborazioni storiche con Battisti e Celentano ma anche la costante scoperta dei giovani talenti, il rapporto con il figlio-compositore Massimiliano ma anche il suo status di icona gay.
16,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.