Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Eris

The Cyan's anthem

di Lucia Biagi

editore: Eris

pagine: 480

Ciano, magenta e giallo
38,00

Fine lavoro mai. Sulla (in)sostenibilità del lavoro nell'epoca digitale

di Ivan Carozzi

editore: Eris

pagine: 59

Dietro all'illusione di un lavoro "smart", digitale, che fai dove vuoi, spesso si cela lo sfruttamento di persone che lavorano
6,00

La colpa di non avere un tetto

di Daniela Leonardi

editore: Eris

pagine: 64

Barboni, senzatetto, clochard, homeless, accattoni, senza fissa dimora: i termini che usiamo per riferirci a chi non ha una ca
6,00

Contro l'automobile. È più facile immaginare la fine del mondo che un mondo senza automobili?

di Andrea Coccia

editore: Eris

pagine: 64

Le auto sono ovunque, è impossibile immaginare un luogo in cui non esistano o non riescano ad arrivare, impossibile pensare a
6,00

Storia della Santa Russia

di Gustave Doré

editore: Eris

pagine: 120

Gustave Doré ripercorre un'ipotetica storia della Russia dalla sua fondazione sino all'epoca degli Zar
25,00

La minaccia del cambiamento

di Silvio Valpreda

editore: Eris

pagine: 224

Crenn è un senza fissa dimora che per sbarcare il lunario dorme nelle case sfitte per conto delle agenzie immobiliari in cambi
13,00
18,00

Challenger

di Guillem López

editore: Eris

pagine: 416

28 gennaio 1986
20,00

In the pines

di Erik Kriek

editore: Eris

pagine: 136

Questi cinque racconti a fumetti nascono dall'incontro tra lo stile inconfondibile di Erik Kriek e il suo amore per la musica folk e le popolari ballate tradizionali dei paesi anglosassoni. L'autore, uno dei maestri del fumetto olandese, non si limita a tradurre in immagini cinque storiche murder ballads, ma si immerge nelle vicende e nell'immaginario che le hanno ispirate, rafforzandole con il suo background, il suo gusto per le atmosfere cupe, cariche di tensione e di incubi, e le trasforma in cinque storie a sé. Dentro a In the pines c'è tutta la poesia di questo genere musicale: dalle vecchie leggende degli uomini di mare all'America del vecchio West, dove le forche facevano da monito a chi era tentato di lasciare la "retta via", con tradimenti, storie d'amore clandestine, banditi e tesori sepolti. Il tutto condito da paesaggi oscuri, con boschi ancora selvaggi dove un cadavere può sparire senza difficoltà per ricomparire solo a primavera, dopo che il buio e il gelo dell'inverno sono finiti.
16,00

Come il colore della terra

editore: Eris

pagine: 128

Due bambini camminano nel bosco, gli animali intorno a loro sembrano spaventati. I corvi si alzano in volo, sulle strade i mezzi dell'esercito scendono a valle minacciosi. E poi il fumo e le fiamme. La paura. Attraverso gli occhi di Josè e Juana, viene raccontata la rivoluzione zapatista degli anni '90 in Messico. I due protagonisti, ancora bambini, sono costretti a vivere l'occupazione militare delle proprie terre ancestrali in risposta alla lotta per una vita dignitosa del loro popolo. Sono gli eredi dei maya, sfruttati per secoli dai conquistadores e poi da multinazionali e grandi proprietari terrieri. Questa favola magica dal linguaggio poetico e simbolico, creata secondo la tradizione degli indios, segue Josè e Juana che, adulti, vivono l'odierna realtà delle comunità autonome zapatiste. I ritmi di vita sono scanditi dai cicli naturali e l'armonia con la selva è un valore da preservare giorno dopo giorno. Questa graphic novel è la storia appassionata di una terra, il Chiapas, dove una volpe e un corvo discutono sui comportamenti degli esseri umani e sognare è ancora possibile. Come il colore della terra è evocativo e coinvolgente anche per i lettori più piccoli. Età di lettura: da 9 anni.
16,00

Sandro

di Alice Socal

editore: Eris

pagine: 120

15,00

Iter fati. Un altro concetto di dignità

editore: Eris

Un insegnante frustrato che nella scuola di oggi non riesce più a metterci entusiasmo, una tennista di livello mondiale che nello sport trova una passione e una prigione che disumanizza la sua vita e i suoi affetti, un interprete che della sua professione ricorda solo più il lato burocratico e che affronta le sue giornate di lavoro in modo meccanico e ripetitivo, un banale vecchio pescatore che nasconde la sua doppia identità e che vive in un borgo di mare tra turisti e storie di clandestini deportati. E poi il vecchio immigrato italiano, che tornato a vivere in Italia per la pensione cova un odio così smisurato verso il politico locale di turno che decide di non starsene più a guardare. Sei voci emergenti che ci raccontano come il destino si possa cambiare dicendo basta alla tranquilla routine quotidiana che ci plasma fino a farci perdere di vista la nostra identità. Sei autori selezionati attraverso il concorso letterario "Racconti Corsari", giunto alla sua nona edizione.
8,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.