Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Gruppo b

Storia di un raggio di luce. Dal «Big Bang» alle galassie fino a noi

di Walter Riva

editore: Gruppo b

pagine: 170

La storia di un raggio di luce come metafora della storia dell'Universo, dal Big Bang alle galassie, fino al Sistema Solare e ai suoi pianeti. Una storia che si sviluppa per miliardi di anni, a partire da un inizio così denso e caldo, che il nostro raggio di luce deve aspettare più di 300 mila anni per liberarsi e viaggiare nel cosmo. E deve attendere qualche centinaio di milioni di anni per trovare le prime galassie, le stelle e i pianeti. Per affrontare la conoscenza di questi e altri corpi che popolano l'Universo, dobbiamo attrezzarci con un minimo di bagaglio: così, il nostro viaggio si svolge anche attraverso le scienze astronomiche. È un tragitto meraviglioso percorso a cavallo di un raggio di luce, alla scoperta di ciò che sappiamo e dei molti misteri che ancora avvolgono la nascita e l'evoluzione dell'Universo. Tra i quali la materia oscura e l'energia oscura, che costituiscono le frontiere del sapere del XXI secolo.
12,50

Gli astronomi del Re Sole. Le straordinarie avventure dei primi scienziati che entrarono alla corte di Versailles

di Gianfranco Benegiamo

editore: Gruppo b

pagine: 143

Nella seconda metà del Seicento, alcuni astronomi entrarono nell'orbita del Re Sole, diventando i protagonisti di straordinarie avventure umane e scientifiche, costellate da clamorose scoperte e pericolosi viaggi per mare. Attratti da ricompense principesche e da nuovi strumenti d'indagine, offerti da Luigi XIV per risolvere i maggiori problemi pratici di ostacolo allo sviluppo dell'economia francese, questi uomini diedero vita al prototipo degli attuali centri nazionali delle ricerche. L'Accademia Reale delle Scienze fornì il modello organizzativo capace anche di migliorare la misura di due grandezze fisiche fondamentali, lo spazio e il tempo, per realizzare più affidabili carte geografiche e per stabilire la longitudine a bordo delle navi. Huygens, Cassini, Picard, Roemer e Richer saranno i protagonisti indiscussi della giovane Accademia, realizzando imprese che lasceranno un segno indelebile nella storia dell'astronomia, negli anni in cui l'applicazione del metodo scientifico stava diventando un vero affare di Stato.
12,50

Cento meraviglie celesti. Quando osservarle e con quali strumenti

di Gabriele Vanin

editore: Gruppo b

pagine: 176

"Cento meraviglie celesti" è un manuale pratico per osservare le più spettacolari meraviglie del cielo: il Sole, la Luna, i pianeti, le stelle, gli ammassi stellari, le nebulose galattiche e le galassie. La presentazione degli astri da osservare è strutturata per tipologie di strumenti (dal binocolo fino a telescopi da 60 cm di diametro) e per stagione di osservazione. Le formazioni della Luna sono presentate nell'ordine in cui si rendono visibili al meglio, con il crescere della fase lunare. Una guida utile per esplorare il cielo, da soli o in compagnia, con i suggerimenti su che cosa raccontare a famigliari, amici, parenti o visitatori per comprendere che cosa si sta osservando, con un pizzico di scienza e di storia e per meravigliarsi ancora di più...
14,50

L'osservazione dei pianeti. Strumenti e metodi

di Walter Ferreri

editore: Gruppo b

pagine: 128

Quando guardiamo il cielo stellato, siamo naturalmente attratti da alcuni astri luminosi, che non occupano un posto fisso tra le costellazioni. Sono i pianeti. Molti amanti del cielo si dedicano all'osservazione dei pianeti con gli strumenti astronomici per cogliere i loro dettagli, controllarne i mutamenti e seguire i movimenti dei satelliti. È un'attività alla portata di tutti, che non richiede faticose trasferte alla ricerca del "cielo perfetto". Infatti, a differenza di ammassi stellari, nebulose e galassie, i pianeti sono sufficientemente brillanti da poter essere osservati perfino dall'interno delle città. Grazie alla varietà dei fenomeni che li riguardano, i pianeti si prestano a interessanti e coinvolgenti ricerche osservative. Però, occorre sapere quando, dove e come osservare e che cosa ci si può aspettare di vedere, in base alle potenzialità del proprio telescopio. In questo libro si possono trovare tutti i trucchi necessari per partire alla scoperta del nostro meraviglioso sistema planetario.
14,50

Impariamo ad osservare il cielo. Strumenti accessori suggerimenti

di Walter Ferreri

editore: Gruppo b

pagine: 111

Questo libro è dedicato a coloro che desiderano iniziare a osservare il cielo. A tutte quelle persone che, guardando con curiosità la volta celeste, sentono il desiderio di dare un nome a tutti quei "puntini luminosi". E che intendono farlo con uno strumento di osservazione anche modesto, come un binocolo o un piccolo telescopio. La struttura del libro ne rivela chiaramente il fine pratico: i capitoli espongono in modo semplice i problemi dell'equipaggiamento di chi si appresta a osservare il cielo e forniscono suggerimenti utili per l'osservazione di Luna, Sole, pianeti, stelle e galassie. Grazie a una semplice attrezzatura, una mappa stellare e un po' di pazienza, chiunque può scoprire il piacere di trasformare il mondo sconosciuto che c'è sopra di noi in qualcosa di familiare, che si ripresenta dovunque ci troviamo, in tutti i giorni in cui il cielo è sereno...
12,50

Come funziona l'universo

editore: Gruppo b

pagine: 160

Fino dall'alba dei tempi, l'uomo è stato affascinato dal cielo stellato e ha cercato di comprendere "come funziona" l'Universo. Lo studio del cielo è stata una delle prime attività scientifiche, e questo cammino di scoperta può essere riproposto a tutti i ragazzi che sono facilmente attratti dai misteri del Cosmo. Quest'opera, scritta da due noti divulgatori scientifici inglesi, si propone di svelare i segreti dell'Universo mediante numerosissimi progetti ed esperimenti interessanti e divertenti. Partendo dalla considerazione che lo studio dell'Universo è sempre stata un'attività pratica, gli autori portano avanti questa tradizione, grazie alle svariate attività proposte nel loro volume: dalla cartografia dei mondi lontani alla costruzione di un teatrino stellare. Gli esprimenti si possono realizzare con materiali facilmente reperibili nella propria abitazione o nella cartoleria più vicina. Le attività proposte sono state fotografate fase per fase, così si possono seguire facilmente tutti i passaggi necessari per completare l'opera. Testi facili e chiari spiegano i principi scientifici che regolano la "vita" dell'Universo e presentano alcuni grandi scienziati che hanno arricchito le nostre conoscenze astronomiche. Pratico e divertente, questo libro cattura la fantasia e spinge tutta la famiglia alla scoperta del cielo. Ma può anche costituire un supporto eccezionale per insegnanti ed educatori. Età di lettura: da 8 anni.
18,50

Le stelle: fucine della vita. Dalla nascita delle stelle alla vita nell'universo

di Piero Galeotti

editore: Gruppo b

pagine: 114

Le stelle, insieme agli eventuali pianeti che le accompagnano, nascono in enormi nubi gassose per effetto della forza di gravità. Ma, ben presto, altre forze, quelle nucleari, devono intervenire per poterle mantenere "in vita" per i miliardi di anni della loro esistenza. Le regioni interne delle stelle, come alchimisti medievali, trasformano la materia primordiale nei diversi elementi chimici di cui il nostro mondo, e noi stessi, siamo fatti. Le stelle di massa maggiore, che sono anche quelle a vita più breve, alla fine della loro evoluzione esplodono e distribuiscono nello spazio gli elementi chimici che hanno prodotto nel loro interno, contaminando le vicine nubi di materia da cui nascono nuove stelle e pianeti: senza l'esplosione di una stella vicina, sulla Terra non ci sarebbero gli elementi chimici che sono alla base della vita. Oltre al Sistema Solare, centinaia di altri pianeti sono stati scoperti intorno ad altrettante stelle e - molto probabilmente - anch'essi si sono formati in nubi "contaminate" da elementi adatti alla vita. Potremmo mai incontrare questi nostri compagni di viaggio nel cosmo? Il volume appartiene alla Collana "Anno Internazionale dell'Astronomia", che comprende sei volumi su altrettanti argomenti della ricerca astronomica, preparati da esperti del settore.
13,50

Super-occhi per scrutare il cielo. Gli strumenti per l'astronomia di oggi e di domani

editore: Gruppo b

pagine: 114

La storia dell'astronomia è scandita dalle scoperte scientifiche, e queste sono legate strettamente allo sviluppo tecnologico
13,50

Viaggio verso l'infinito. Le sette tappe che ci hanno svelato l'universo

di Piero Bianucci

editore: Gruppo b

pagine: 112

Autunno 1609. Galileo Galilei, 45 anni, professore di matematica all'Università di Padova, fisico robusto, capelli e barba rossicci, punta verso la Luna il cannocchiale che aveva costruito con le sue mani. Ciò che vede è meraviglioso. La Luna ha montagne, crateri e pianure. Le ombre dei picchi montuosi sono nitide come se fossero scolpite. È un mondo, con le sue luci dell'alba e del tramonto, un paesaggio di valli e dirupi. Inizia così l'esplorazione dell'Universo. Ecco perché quattro secoli dopo l'ONU ha deciso di celebrare il 2009 come "Anno Internazionale dell'Astronomia". In questo volume, Piero Bianucci ripercorre, con molti aneddoti e curiosità inedite, le sette tappe fondamentali della più grande avventura intellettuale dell'umanità: l'invenzione del telescopio, la scoperta della legge di gravita, l'era dell'osservazione visuale, la misura delle distanze cosmiche, la rivoluzione della relatività, il Big Bang, l'esplorazione spaziale, fino alla scoperta che l'espansione dell'Universo sta accelerando. Si vedrà così che l'astronomia non è solo la scienza più affascinante ma anche, grazie al metodo sperimentale di Galileo, la madre di tutte le scienze.
13,50

Destinazione Luna. Dal primo sbarco dell'uomo alle future colonie

editore: Gruppo b

pagine: 114

Il 20 luglio 1969, Neil Armstrong e Edwin Aldrin sbarcavano sulla Luna
13,50

I giganti con gli anelli. Le rivoluzionarie scoperte sui pianeti esterni

di Cesare Guaita

editore: Gruppo b

pagine: 114

Le prime osservazioni degli anelli di Saturno risalgono al 1610, quando Galileo osservò per primo il gigante degli anelli al telescopio, scoprendo delle incomprensibili protuberanze ai suoi lati. Il grande scienziato pisano non avrebbe mai potuto immaginare quali scenari si sarebbero spalancati nei secoli successivi nell'immensa regione del Sistema Solare che si estende al di là della fascia principale degli asteroidi; in particolare negli ultimi decenni, grazie alle sonde spaziali che hanno permesso di esplorare da vicino i "giganti gassosi" e alcuni loro satelliti. Anche i telescopi a terra hanno fatto la loro parte, così come i computer sempre più potenti a disposizione dei ricercatori, grazie ai quali si è potuta scrivere l'incredibile storia che ha portato alla formazione di questi grandi pianeti nelle epoche primordiali del nostro sistema planetario. Ma la forza principale rimane quella delle immagini rimandate a terra dalle sonde, moderne "caravelle" alla conquista di nuovi mondi, che ci mostrano gli affascinanti ricami degli anelli di Saturno, i fiumi e i laghi di metano su Titano, le complesse meteorologie di Giove, i vulcani di lo, i geyser di Encelado, la crosta ghiacciata di Europa che potrebbe nascondere un oceano sotterraneo di acqua liquida adatto alla vita...
13,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.