Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ponte Sisto

12,00

Avanti! Un giornale, un'epoca

di Ugo Intini

editore: Ponte Sisto

pagine: 754

1896-1993: le sue pagine, i suoi giornalisti e direttori raccontano il secolo. Un secolo fotografato dagli articoli del quotidiano e dai suoi direttori e protagonisti. Intini, con incalzante stile giornalistico, svela aneddoti e testimonianze che portano novità storiche, anche inedite, che non mancheranno di sollevare polemiche. Un volume che, per mole e approfondimento, può dimostrarsi utile anche a studiosi, ricercatori e studenti.
30,00

Fellini e Guerra. Un viaggio amarcord

di Roberto Carvelli

editore: Ponte Sisto

Roma, Rimini, Santarcangelo, Pennabilli: un viaggio che vuole ripercorrere le tracce del sodalizio artistico tra un grande sce
14,00

Domani

di Corrado Ruggeri

editore: Ponte Sisto

Beirut, Sarajevo, Phnom Penh: città che la Storia ha voluto "martiri", condannandole ad anni, decenni di sofferenze
16,00

La sinfonia delle relazioni. Musicoterapia relazionale e linguaggio non verbale

di Luigi Casiglio

editore: Ponte Sisto

pagine: 550

Da tempo è noto come l'ascolto e l'esecuzione di suoni e melodie possano agire sugli stati d'animo e sulle emozioni, in virtù
40,00

Ilaria Alpi. L'altra verità

di Pino Nazio

editore: Ponte Sisto

pagine: 164

Un duplice delitto contro una giornalista e un operatore inermi nella Somalia dei signori della guerra
12,00

Una risata lunga 90 anni. Laurel e Hardy, amici per la vita

di Enzo Pio Pignatiello

editore: Ponte Sisto

pagine: 120

"Una risata lunga 90 anni" è un omaggio alla più geniale coppia comica della storia del cinema
10,00

La tristezza delle ripartenze

di Fernando Acitelli

editore: Ponte Sisto

pagine: 250

A 20 anni dalla pubblicazione de "La solitudine dell'ala destra" ecco il suo giusto seguito
16,00

Aldo Moro è vivo. Un uomo popolare e non populista nella testimonianza del suo amato assistente Franco Tritto

di Raffaele Marino

editore: Ponte Sisto

"Aldo Moro non può essere semplicemente ricordato, va vissuto nel futuro, perché ha ancora tante, ma tante cose da dire al nos
12,50

Il giorno dopo

di Andrea Iacomini

editore: Ponte Sisto

pagine: 200

Figlio di un padre appassionato, che lo ha contagiato con i suoi ideali sin da quando era bambino, Enrico entra in politica e inizia così una militanza durata quindici anni, un percorso denso di incontri, confronti, grandi slanci e bocconi amari, fino a un crudele verdetto finale. Con toni sempre sinceri e ironici, Enrico ci racconta la nuova missione che lo aspetta dopo la politica, quella umanitaria. Inizia a viaggiare per il mondo, diventa testimone della fame, delle guerre e della povertà, lotta attraverso la scrittura per denunciarle al mondo occidentale. La visita al campo profughi di Zaatari e l'incontro fatale con una donna siriana, gli disvelano una verità ancora più grande. Deve compiere un ultimo cammino, quello dentro se stesso, oltre gli attacchi d'ansia, oltre le scuse e le bugie. Ad accompagnarlo, la consapevolezza che "non c'è più tempo per mentire, ma solo per iniziare una nuova vita. A partire da oggi, dal giorno dopo".
15,00

I segugi di Ossirinco

di Tony Harrison

editore: Ponte Sisto

pagine: 197

"The Trackers of Oxyrhynchus" (I Segugi di Ossirinco), uno dei testi teatrali più noti di Tony Harrison (Leeds, 1937), è andato in scena per la prima volta nell'antico Stadio di Delfi in Grecia nel 1988 ed è stato ripreso dall'autore che ne ha curato anche la regia in una versione sostanzialmente rimaneggiata per il Royal National Theatre a Londra nel 1989. Il testo in forma di "mise en espace" è andato in scena per la prima volta in italiano al Teatro del Lido (Ostia) nel giugno del 2005 con la regia di Giovanni Greco. "I Segugi di Ossirinco" nasce come riscrittura di un dramma satiresco di Sofocle, andato perduto nella tradizione manoscritta e riscoperto in forma frammentaria tra le sabbie di Ossirinco (Egitto) nel 1907 dai due papirologi inglesi Grenfell e Hunt. E proprio dalla vicenda storica che parte Harrison, mettendo in scena i due papirologi che scavano freneticamente alla ricerca di preziosi papiri. Ma, secondo una prassi che gli è cara, subito la storia si contamina con il mito: Grenfell e Hunt ritrovano gli "Ichneutai" di Sofocle e la loro ansia di ritrovamenti li tramuta nei protagonisti del dramma, Apollo e Sileno, che cercano le vacche sottratte ad Apollo dal piccolo Ermes, coadiuvati da un coro di Satiri. Troveranno il piccolo ladro, ma scopriranno che le vacche non ci sono più e che dalle loro interiora, unite al guscio di una tartaruga, Ermes ha inventato la prima lira, di cui Apollo s'impossesserà, diventando dio della musica e della poesia.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.