Il tuo browser non supporta JavaScript!

Giunti Editore: Narrativa non fiction

Tieni il tuo sogno seduto accanto a te

editore: Giunti Editore

pagine: 264

«Mia madre si chiamava Sabina e mi ha partorito durante la stagione delle piogge
17,00

Da oggi voglio essere felice

di Valeria Benatti

editore: Giunti Editore

pagine: 240

Quando Nino arriva in comunità ha lo sguardo smarrito di un bambino di cinque anni che non capisce perché quella mattina, all'
16,00

Al canto delle balene. Storie di esploratori, cacciatori e sciamani inuit

di Massimo Maggiari

editore: Giunti Editore

pagine: 256

La passione per il Grande Nord ha origini remote
16,00

Amando Pablo odiando Escobar

di Virginia Vallejo

editore: Giunti Editore

pagine: 480

2006
18,00

Il bambino che disegnava parole. Un viaggio verso l'isola della dislessia e una mappa per scoprirne i tesori

di Francesca Magni

editore: Giunti Editore

pagine: 372

Teo è un bambino intelligente, bello, dalla personalità spiccata, bravissimo a scuola
16,00

Padre Mosè. Nel viaggio della disperazione il suo numero di telefono è l'ultima speranza

editore: Giunti Editore

pagine: 224

Quello di Don Mussie Zerai, Padre Mosé, non è un numero di telefono qualunque. È l'appiglio estremo, l'ultima traccia di umanità alla quale aggrapparsi per i molti che affrontano il Viaggio. Dalle carrette del mare, dai container arroventati nel cuore del Sahara, dai lager libici, dalle carceri egiziane o dai campi profughi del Sudan, i migranti chiamano. E Don Zerai risponde. Sempre. Allerta la Marina militare perché soccorra i barconi, si mette in contatto con le famiglie per ritrovare le tracce perdute, conforta e raccoglie le invocazioni. Migrante tra i migranti, ha compiuto il suo viaggio da Asmara a Roma nel 1992. E da quando, ragazzo diciassettenne, è arrivato solo nel nostro paese, non si è fermato più. Il suo legame con emarginati e immigrati è cominciato alla stazione Termini, dove in tanti cercavano soccorso e rifugio e dove Mussie ha trovato la sua strada, facendosi aiutare e aiutando gli altri. In questi anni sofferti e turbolenti in cui l'Italia da porto di partenza si è fatta approdo, il suo nome è diventato sempre più noto. Soprannominato ''l'angelo dei profughi'', candidato al Nobel per la Pace nel 2015, definito ''pioniere'' dal Time, Mussie Zerai ormai non è più solo. Con la sua agenzia Habeshia ogni giorno si fa sentire: offre aiuto e denuncia, portando alla luce tragedie e drammi dimenticati, ma anche responsabilità, silenzi e omissioni. La sua voce, come la sua volontà, è sempre ferma: ''È una sfida da accettare senza esitazioni, perché è in gioco il modo stesso dello 'stare insieme' che si è data la democrazia. Se non si accetta questa sfida, si rischia di imboccare una strada in ripida discesa, alla fine della quale c'è il buco nero della negazione dei diritti fondamentali dell'uomo. Perché oggi tocca ai profughi e ai migranti. E domani?''.
16,00

Dove nasce l'arcobaleno

di Andrea Caschetto

editore: Giunti Editore

pagine: 240

Nel febbraio del 2015 Andrea Caschetto parte per un lungo viaggio. Non ha bussole con sé, segue l'arcobaleno. Il bagaglio è leggero: nello zaino, con gli indumenti necessari per il caldo e il freddo, ci sono una strana macchina per fare le bolle di sapone più grandi del mondo, qualche giocattolo semplice, musica, matite colorate e, soprattutto, un naso rosso da clown. Serve per far sorridere i bambini che non sanno più come si fa. Sono i bambini randagi, che vivono nelle strade e negli orfanotrofi, e senza padre né madre fanno famiglia a sé. Andrea ha avuto un tumore alla testa a quindici anni. Dopo l'intervento la sua memoria è diventata fragile, a sprazzi, come lo schermo di un vecchio televisore in bianco e nero che dopo un po' perde il segnale. I ricordi svaniscono subito, restano invece i sorrisi. Quelli dei bambini e quelli della mamma, una donna fantastica. Non del padre, che ha rinunciato a crescerlo. Succede, e in questi casi cresce il bisogno di amore. Darlo e riceverlo diventa necessario. Attraversando l'Asia, il Sudamerica, l'Africa, Andrea ha giocato con i bambini, ha raccolto storie terribili e tristi, ma anche dolcissime e ricche di speranza. Ha conosciuto brava gente e orchi senza cuore, sognatori e viandanti, preti buoni e preti ingordi, e quello che doveva essere un viaggio è diventato il viaggio al centro di sé, un tuffo nel mare dei sorrisi che rimarrà per sempre nella nuova memoria da riempire.
14,90

Esther. Il mondo si cambia un cuore alla volta

editore: Giunti Editore

pagine: 224

Una storia vera, allegra e commovente che celebra l'amore per la vita in tutte le sue forme, il rispetto per la diversità e la forza di combattere ogni avversità. Quando Steve e Derek adottano Esther, maialina nana dallo sguardo spaccacuore, non hanno idea del guaio in cui si stanno cacciando. Sarà il veterinario a tramortirli durante la prima visita di controllo, rivelando che Esther non è affatto nana: è un bel cucciolo di scrofa da allevamento che presto peserà tre quintali. Troppo tardi. L'umido naso della maialina li ha conquistati. Rimane solo da scoprire come fare famiglia con un suino gigante, due cani e due gatti in una villetta a schiera di città... Dopo aver trasformato la taverna in porcile, aver eliminato (a fatica) il bacon dalla dieta, aver creato un profilo Facebook per cercare il conforto degli amici e molto, molto altro, Steve e Derek cominciano a sognare una vera fattoria, dove far crescere Esther e prendersi cura di tanti altri animali in pericolo. Vogliono vivere felici tra molte zampe riconoscenti e diffondere la loro dieta rigorosamente "Esther approved": senza carne né derivati animali, ma piena di amore e di tenerezza. Certo, l'impresa è un po' folle. Ma quale storia d'amore non lo è?
14,90

Gocce di veleno

di Benatti Valeria

editore: Giunti Editore

pagine: 192

Questa è la storia di Claudia, della sua ossessione per Barbablu, del suo tentativo di guarire da un amore malato e pericoloso
14,90

Il segreto di Leila. Un medico coraggioso sfida i tabù nell'Iran del fondamentalismo

di Karimi Kooshyar

editore: Giunti Editore

pagine: 300

Leila si presenta al dottor Karimi nel suo ambulatorio di Quchan, una città della provincia iraniana, quando nascondersi non l
18,00

In silenzio. Da Firenze alla strage di Treuenbrietzen

di Mario Cristiani

editore: Giunti Editore

pagine: 312

Antonio ha diciannove anni e, anche se corre l'anno 1943, se la guerra ha cominciato a volgere al peggio e il clima nelle strade sta cambiando, Firenze appare ai suoi occhi di ragazzo una bellissima città in cui sognare il futuro, immaginando di avere la vita davanti. Basta un attimo però a cambiare il corso delle cose: un piccolo moto di ribellione ai danni di un gerarca fascista più una stupidaggine di gioventù che un gesto calcolato - e il suo destino è segnato. Antonio viene spedito al fronte, in Marina, in anticipo sulla sua classe di leva. Ed è a Venezia, all'Arsenale, che lo sorprende l'8 settembre, quando gli alleati di ieri diventano di colpo i nemici di oggi. In mezzo a militari giunti da ogni parte d'Italia, Antonio e i suoi compagni attendono inutilmente indicazioni che non arrivano. Lo Stato li ha abbandonati. Da lì ha inizio per tutti loro un viaggio verso l'orlo di un precipizio nel quale saranno costretti a gettarsi, conoscendo l'orrore insensato della deportazione e della prigionia. Solo la forza e il caparbio attaccamento alla vita di Antonio daranno alla sua vicenda una svolta imprevista, consegnandoci una storia in grado di commuovere e meravigliare anche a più di settant'anni di distanza.
14,90

Ci vediamo a Venezia. Il sogno di Pei, dalla Cina all'Italia in cerca di un futuro

di Suzanne Ma

editore: Giunti Editore

pagine: 288

Suzanne, canadese, e Ye Pei, cinese, hanno appuntamento in un paesino della provincia di Padova, alla fermata dell'autobus. Pei ha diciassette anni, è in Italia da poco e ha già capito che quello che l'affascinava quando era nel Qingtian - Venezia, i ponti, la laguna scintillante - è molto lontano dalla sua realtà. Suzanne, che ha origini cinesi, gira il mondo per conoscere e raccontare le storie dei migranti. Tappa per tappa, Suzanne seguirà l'avventura italiana di Pei, una tra le migliaia di immigrati cinesi nel nostro paese. Pei che in Cina aveva una cotta per un compagno di classe e un blog: una vita da adolescente normale, lasciata per un lavoro in nero a Solesino come sguattera nel bar di una conoscente. Ma la ragazza è brillante e capisce presto che per riuscire in questo strano paese bisogna ingegnarsi. Impara a celebrare il sacro rito italiano del cappuccino, studia la lingua, prende la patente... Da Padova a Rimini ad Ancona e oltre, il suo sogno cresce e matura, fino alla decisione di rimanere in Italia e costruire qui la sua vita.
14,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.