Il tuo browser non supporta JavaScript!

Gremese Editore: Le stelle filanti

I film di Marilyn Monroe

editore: Gremese Editore

pagine: 158

Su Marilyn Monroe è stato detto e scritto tutto. Ma in quel tutto, l'attenzione verso l'attrice ha spesso ceduto il passo alla vivace curiosità sulla turbolenta esistenza privata della star. Questo volume intende invece riproporre ai lettori proprio le origini del mito, vale a dire la breve ma tutt'altro che trascurabile carriera cinematografica di cui Marilyn è stata protagonista, capace di consacrarla nel cuore degli spettatori di tutto il mondo e qualche volta di stupire piacevolmente anche la critica più esigente. A partire dal debutto nei panni di una contadinella in "Scudda Hoo! Scudda Hay!" e sino all'ultimo scampolo di film girato e mai completato, "Something's Got To Give", del 1962, anno della morte di Marilyn , gli autori ricompongono scheda dopo scheda tutta la sua filmografia, dedicando a ogni interpretazione un'accurata disamina completa di cast e credit, soggetto della pellicola e stralci delle critiche americane e italiane con cui venne accolta al momento dell'uscita. Preceduta da alcuni brevi saggi sul suo percorso artistico, le attitudini, i rapporti con le majors, i colleghi e i registi, la rassegna presentata è senza dubbio una delle più complete - dal punto di vista filmografico - mai dedicate alla protagonista di "A qualcuno piace caldo" e "Gli uomini preferiscono le bionde". E lo stesso può dirsi delle foto tratte dai suoi film: incluse alcune rarità assolute risalenti ai suoi primissimi cimenti d'attrice.
19,90

I film di Clint Eastwood

di Alberto Castellano

editore: Gremese Editore

pagine: 224

Il volume illustra la vita e la carriera di Clint Eastwood attraverso un approfondito saggio introduttivo, una dettagliata biografia e una filmografia completa ed esaustiva. Ne scaturisce un percorso storico-critico che restituisce la complessità di questo cineasta che, dopo essere stato una star dello spaghetti-western e del poliziesco d'azione, si è imposto come regista capace di cambiare genere per veicolare con linguaggi e codici diversi la sua visione del mondo, la sua tensione morale e la sua riflessione sull'individuo. Una ricostruzione ricca di dati, citazioni e indiscrezioni, con riferimenti ai maestri di Eastwood, Sergio Leone e Don Siegel, al suo metodo di lavoro, al suo modello produttivo, alla sua passione per il jazz. Dai primi western alla serie dedicata all'ispettore Callaghan, che lo fecero diventare un beniamino del pubblico, da "Fuga da Alcatraz" a "I ponti di Madison County", fino agli apprezzatissimi e pluripremiati "Million Dollar Baby", "Gran Torino" e "Invictus", che lo hanno consacrato come uno dei più grandi autori contemporanei, sono riportati per tutti i film cast, credit, soggetto, note di produzione e realizzazione, numerose immagini e una selezione delle recensioni italiane e internazionali, testimonianze preziose e interessanti di come ognuno di essi è stato accolto al momento dell'uscita.
30,00

Elizabeth Taylor

di Claudio Marani

editore: Gremese Editore

pagine: 174

Ha attraversato in lungo e in largo la storia del cinema internazionale degli ultimi sessant'anni, portandovi in dote una bellezza straordinaria e un talento che con il tempo si è fatto sempre più complesso e versatile, a tal punto da concedersi talvolta - specie nelle prove della maturità - il lusso dell'istrionismo. Introdotto da una biografia iniziale, il volume ricostruisce la vastissima carriera dell'attrice, a partire da There's One Borri Every Minute, del 1942 (all'epoca delle riprese aveva appena nove anni), fino all'ultima interpretazione nel 2001. In mezzo, circa cinquanta film, girati con tutti i maestri del cinema hollywoodiano, accanto a partner come Montgomery Clift, Paul Newman, l'amatissimo Richard Burton (due volte suo marito), Marion Brando, Robert Mitchum e molti altri ancora. Di ogni interpretazione, il volume offre un resoconto dettagliato, completo di cast e credit, trama, note di lavorazione e ampi stralci delle critiche internazionali dell'epoca, elementi ai quali si aggiunge un catalogo fotografico di eccezionale ricchezza.Nelle appendici, poi, sono riportate le carriere "parallele" di Elizabeth, attiva anche in teatro e televisione, oltre ad altre curiosità che faranno la gioia dei suoi estimatori: le doppiatrici italiane, i progetti per il grande schermo non andati in porto, i tanti libri a lei dedicati e quelli che l'hanno vista come autrice.
27,00

Claudia Cardinale

editore: Gremese Editore

pagine: 175

Questo volume ripercorre la vita, la carriera e l'imponente filmografia di una delle più importanti attrici italiane che, grazie al suo fascino mediterraneo, è diventata una vera e propria icona. È stata diretta da tutti i grandi registi, da Sergio Leone a Luchino Visconti, da Mario Monicelli a Dino Risi, in film che fanno parte della storia del costume italiano, come "I soliti ignoti", "Otto e ½" e "II Gattopardo". Un'attrice capace di affermarsi anche a Hollywood, dove ha dato ottime prove come ne "I professionisti" di Richard Brooks e ne "La pantera rosa" di Blake Edwards. Il volume è anche una miniera di aneddoti curiosi, retroscena ed episodi mediti, raccontati dalla viva voce di quanti hanno lavorato con la Cardinale. Completa il libro un ricco apparato iconografico, che permette di abbracciare in uno sguardo d'insieme mezzo secolo di fascinoso, grande cinema.
40,00

Alberto Sordi

di Claudio G. Fava

editore: Gremese Editore

pagine: 318

32,00

Anna Magnani

di Matilde Hochkofler

editore: Gremese Editore

pagine: 151

Nell'intreccio tra attività artistica e vicenda biografica, prosa e rivista, teatro e cinema, questo libro ripropone - con un
23,50

Clint Eastwood

editore: Gremese Editore

pagine: 160

15,49

Ingrid Bergman

di Lawrence J. Quirk

editore: Gremese Editore

pagine: 136

24,95

Ugo Tognazzi

editore: Gremese Editore

pagine: 272

18,08

Marilyn Monroe

editore: Gremese Editore

pagine: 156

Come parlare oggi di Marilyn Monroe dopo che tutto sembra essere stato detto? Incuriosiscono i discorsi, le appropriazioni indebite, le trasformazioni di un corpo in sintomo, il banale sfruttamento memorialistico di un'attrice che fonda la propria interpretazione e il proprio successo attraverso la morte. È ol dopo-morte e non tanto nel mistero tragico di un suicidio a costituire la mitologia di Merilyn Monroe. Una mitologia e un culto sciolti dalla complicità con la nostalgia di cinema, di piacere filmico, di stereotipi, e di modelli narrativi che sempre si annodano negli amori retrospettivi, nelle riscoperte del tempo e del cinema trascorsi al gioco della memoria soggettiva dello spettatore.
30,00
24,95

Totò

di Orio Caldiron

editore: Gremese Editore

pagine: 280

28,41

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.