Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il mulino: Ist. per le scienze religiose-Bologna

Exodos. Storia antica di un vocabolo emblematico

editore: Il mulino

pagine: 217

Il libro indaga i diversi usi del vocabolo exodos, a partire dalla letteratura greca antica fino alla letteratura cristiana de
20,00

Tempus visitationis. L'intercomunione inaccaduta fra Roma e Costantinopoli

di Alberto Melloni

editore: Il mulino

pagine: 382

Nel giugno 1970 un quartetto di teologi incaricati dal patriarcato di Costantinopoli e dal papa di Roma completava la stesura
32,00

Rimozioni. Lercaro 1968

di Alberto Melloni

editore: Il mulino

pagine: 446

«Rimozione»
35,00

«In santità ostinata e contraria». Don Zeno e i «matti di Dio»

editore: Il mulino

pagine: 200

"C'è una espressione della spiritualità russa che indica i «folli di Dio»: lo jurodivyj è il portatore di una sapienza che può
18,00

Separati ma fratelli. Gli osservatori non cattolici al Vaticano II (1962-1965)

di Mauro Velati

editore: Il mulino

pagine: 743

Il volume ricostruisce la partecipazione di osservatori non cattolici al Concilio Vaticano II, aspetto assolutamente inedito della storia religiosa moderna. E lo fa partendo dall'enorme mole di documentazione inedita emersa durante le ricerche dell'autore per la redazione della "Storia del Concilio Vaticano II" diretta da Giuseppe Alberigo e curata da Alberto Melloni. Si tratta in gran parte dei rapporti che gli osservatori (luterani, riformati, anglicani, ortodossi e di altre piccole chiese cristiane) mandavano periodicamente ai responsabili della propria chiesa: in questi scritti emerge il punto di vista critico di questi osservatori nei confronti dei lavori conciliari ma soprattutto la dinamica del loro coinvolgimento nell'azione comune. Seguendo questo percorso si arriva a comprendere come siano divenuti in qualche modo membri a tutti gli effetti del Vaticano II e protagonisti di quel "concilio segreto" che rappresenta il nucleo spirituale e di comunione dell'esperienza sinodale.
55,00

Il professorino. Giuseppe Dossetti tra crisi del fascismo e costruzione della democrazia 1940-1948

di Enrico Galavotti

editore: Il mulino

pagine: 885

Giuseppe Dossetti (1913-1996) è stato un protagonista indiscusso delle origini e del primo consolidamento della democrazia repubblicana italiana. Questo volume, ricorrendo a fonti inedite, racconta come è giunto a svolgere un ruolo di primo piano nella redazione della Costituzione italiana e quali sono stati i caratteri peculiari della sua proposta politica. Viene così ripercorsa la straordinaria vicenda di questo giovane studioso di diritto canonico che, formatosi nell'Università Cattolica di padre Agostino Gemelli, si ritrova prima coinvolto nella Resistenza e quindi proiettato ai vertici della Democrazia cristiana, dove inizia un'intensa attività politica per impegnare il suo partito nella costruzione di una democrazia reale, distante dalle storture della stagione liberale e radicata su una scelta antifascista. Successi e sconfitte, intuizioni e limiti della sua azione politica vengono ricostruiti superando gli schematismi e le semplificazioni con cui si è trattata la figura di Dossetti, restituendole finalmente un profilo organico dove si intrecciano l'esigenza di una riforma sociale e la percezione della necessità di una profonda riforma della Chiesa.
60,00

CV 1937-2012

di Bori P. Cesare

editore: Il mulino

pagine: 164

15,00

Testimoni dell'eschaton. Monaci siro-orientali in un'età di torbidi

di Paolo Bettiolo

editore: Il mulino

pagine: 420

Il VII secolo è nel Vicino Oriente un tempo di radicali mutamenti
32,00

Lo Spirito e il concilio. Basilea 1432. Legittimazione pneumatologica del conciliarismo

di Cadili Alberto

editore: Il mulino

pagine: 572

Il concilio di Basilea (1431-1449) è noto per lo scontro con il papato e per l'elezione dell'ultimo antipapa della storia occi
40,00

Cattolici e fascisti. La Santa Sede e la politica italiana all'alba del regime (1919-1925)

editore: Il mulino

pagine: 575

Il volume ricostruisce le relazioni intercorse tra la Santa Sede e il fascismo negli anni compresi tra il 1919 e il 1925, conc
40,00

Fine dell'era costantiniana

Retrospettiva genealogica di un concetto critico

di Zamagni Gianmaria

editore: Il mulino

pagine: 197

Il concetto teologico-politico di un'"era costantiniana" ha rappresentato a lungo un modello di relazioni fra chiesa e potere
17,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.