Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di A. Puglisi

La clausola di Norimberga. Origine, struttura e significato dell'art. 7.2 C.E.D.U.

di Giuseppe Puglisi

editore: Giappichelli

pagine: 240

L'indagine prende le mosse dal contesto storico entro cui l'art
30,00

La mafia in casa mia

editore: Di Girolamo

pagine: 160

Questo libro è insieme la storia di vita di una donna divisa tra un marito mafioso e un figlio schierato radicalmente contro l
16,00

Soltanto mia

editore: Mondadori

pagine: 216

Gabriele e Federica si frequentano da poco: un incontro in treno, un caffè insieme e un'attrazione fisica reciproca
18,00

Se ognuno fa qualcosa si può fare molto. Le parole del prete che fece paura alla mafia

di Pino Puglisi

editore: Rizzoli

pagine: 547

15 settembre 1993: nel quartiere Brancaccio, a Palermo, don Pino Puglisi viene ucciso da due sicari mentre sta rientrando a ca
18,00

La storia dell'architettura 1905-2018

di Luigi Prestinenza Puglisi

editore: Luca sossella editore

pagine: 767

"Una storia dell'architettura utile per gli studenti per il costo contenuto e la facilità di consultazione, fondamentale per g
20,00

ArchiTexture

di Luigi Prestinenza Puglisi

editore: Luca sossella editore

pagine: 98

Non riuscite a capire le ultime tendenze dell'architettura d'oggi? In effetti, sono pochi a orientarsi tra edifici caratterizz
8,00

La prepotenza invisibile. Come difenderci da bulli e cyberbulli

editore: Infinito Edizioni

pagine: 142

Il bullismo in tutte le sue declinazioni è un fenomeno odioso
15,00

Il tempo della crisi

di Gianni Puglisi

editore: Sellerio Editore Palermo

pagine: 120

Un discorso con libertà, idee che non cercano un consenso, che guardano in faccia il potere: si incentrano sul tempo attuale di crisi in Italia. Crisi intesa non soltanto in senso economico, ma come quadro universale coinvolgente in un unico panorama macroeventi della globalizzazione fino ai comportamenti di ogni giorno di persone sulla piccola scena sociale. E dunque, economia e cultura, etica pubblica e istituzioni, sistemi formativi e meccanismi della mobilità sociale. Gianni Puglisi (rettore dell'Università IULM e professore di letteratura comparata), da esperto di comunicazione, analizza tutto questo come la crisi di un sistema, appunto, di comunicazione. Ma senza la supponenza del sapiente, in uno spirito di colloquio con il lettore, con un intento apertamente formativo, e soprattutto senza nascondere l'indignazione di ogni cittadino di fronte a un certo stato delle cose.
10,00

La prepotenza invisibile. Bulli e cyberbulli: chi sono, come difendersi

editore: Infinito Edizioni

Il bullismo in tutte le sue declinazioni è un fenomeno odioso
15,00

Soli andavamo per la rovina. Saggio sulla scrittura di Vincenzo Consolo

di Puglisi Salvo

editore: Bonanno

pagine: 452

Scrittore dalla robusta personalità letteraria che mai ha ceduto alle lusinghe delle sirene commerciali, restìo, piuttosto, a
37,00

Donne, mafia e antimafia

di Anna Puglisi

editore: Di Girolamo

pagine: 216

Se le donne dei morti ammazzati si decidessero a parlare così come faccio io, non per odio o per vendetta ma per sete di giustizia, la mafia in Sicilia non esisterebbe più da un pezzo . Così diceva nel 1964 Serafina Battaglia, convivente e madre di mafiosi, in un'intervista rilasciata al giornalista Mauro De Mauro. Secondo le idee correnti, confermate dalle dichiarazioni dei mafiosi collaboratori di giustizia, le donne non possono essere affiliate ufficialmente all'organizzazione mafiosa. In realtà la mafia è un'organizzazione rigida formalmente ma elastica di fatto, e le donne hanno avuto, e hanno sempre di più, un ruolo significativo non solo come trasmettitrici della cultura mafiosa ma anche nella gestione delle attività delle cosche. Dalle lotte contadine ad oggi le donne siciliane sono state protagoniste della ribellione contro la mafia. Gli esempi della madre di Salvatore Carnevale e di Peppino Impastato sono abbastanza noti, ma pochi ricordano le donne organizzate nei Fasci siciliani e non hanno avuto l'interesse che meritano le esperienze degli anni più recenti, in particolare quella dell'Associazione delle donne siciliane per la lotta contro la mafia. Gli scritti raccolti in questo volume tentano di ribaltare stereotipi ancora oggi molto diffusi e di dare un'immagine del ruolo delle donne, in negativo e in positivo, più aderente alla realtà.
16,00

Il grado zero dell'immagine

editore: Sellerio Editore Palermo

pagine: 68

II richiamo al celeberrimo saggio di Roland Barthes, "Il grado zero della scrittura", è centrale in questo libro: l'immagine è la chiave fondamentale per entrare nella fase interpretativa del testo letterario, visto come occasione e momento fondativi della dialettica gnoseologica, che inesorabilmente, oggi come ieri, sottende ogni messaggio letterario, che voglia diventare una testimonianza di vita e di pensiero. II libro pone, dunque, la questione centrale dello studio delle immagini, intese come spazio letterario di interesse comparatistico, attraverso il quale entrano in rapporto dialettico il Sé e l'Altro, l'identità e l'alterità. Gli autori focalizzano la loro attenzione sulle immagini letterarie, concentrandosi sulla loro funzione conoscitiva, interpretativa e storica attraverso cui si realizza la conoscenza dell'Alterità: quella del mondo che ci circonda e quella, più prossima, riconducibile a noi stessi.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.