Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di F. Musella

Serate futuriste. Gli «strepitosi vagiti» dello spettacolo d'avanguardia italiano

di Mario Musella

editore: Diana edizioni

pagine: 285

Le "serate futuriste" sono innovative ed eccentriche esibizioni teatrali (declamazioni poetiche, esecuzioni musicali, letture)
15,00

Il potere della politica. Partiti e Stato in Italia (1945-2015)

di Musella Luigi

editore: Carocci

pagine: 311

Il potere della politica, spesso ritenuto tra i più influenti, deve essere sempre contestualizzato nell'equilibrio dei diversi
32,00

Il principe digitale

editore: Laterza

pagine: 175

Con l'avvento dei social media, la politica è entrata in una nuova era
14,00

Napoli nel racconto della politica 1945-1997

di Luigi Musella

editore: Carocci

pagine: 233

Fino alla prima esperienza del governo Bassolino i quotidiani hanno avuto un ruolo centrale nella formazione del clima di opinione che volta per volta è prevalso nella storia politica di Napoli. I commenti circolati sui giornali crearono un quadro di riferimento, influenzando i comuni cittadini così come tutti i protagonisti della politica locale e nazionale. Non meno importante fu il sentire comune che si sviluppò con il faccia a faccia, nelle interazioni della vita quotidiana, e che molto rilievo assunse nei quartieri e rioni. La realtà costruita finì così per risultare il prodotto dell'attenzione e dell'elaborazione da parte dei media della realtà oggettiva, definendo persone, eventi, situazioni. Lauro fu raccontato, allora, come l'uomo che si era fatto da solo, Antonio Gava come un vero "uomo di potere", Valenzi come il "sindaco diverso" per una Napoli "cambiata".
23,00

Il premier diviso. Italia tra presidenzialismo e parlamentarismo

di Fortunato Musella

editore: Università Bocconi Editore

pagine: 196

Anche senza riforme organiche della Costituzione, l'Italia sembra essersi avvicinata alle modalità operative e agli assetti di potere tipici dei regimi presidenziali. La maggiore legittimità che deriva dall'introduzione di un'elezione quasi diretta del premier, l'instaurazione di una logica di competizione bipolare, il rafforzamento organizzativo delle strutture della presidenza del Consiglio sono alcuni degli aspetti interpretabili in questa chiave. Ma come è cambiata l'effettiva attività di governo nella cosiddetta Seconda Repubblica? Questo libro intende investigare la presidenzializzazione del sistema politico italiano e le sue apparenti contraddizioni. Nonostante le aspettative di maggiore autorevolezza e forza istituzionale, il premier infatti appare diviso: sospeso fra il rafforzamento degli strumenti di azione indipendente e il difficile controllo della sua stessa maggioranza in parlamento.
19,50

La neve e il fuoco. Ritratto di Giorgio Bocca. DVD. Con libro

editore: Feltrinelli

pagine: 144

Giorgio Bocca: il ruvido, aspro decano dei giornalisti italiani, uno dei pochi che può ancora raccontarci il fascismo, i venti
14,90

Napoli. Dall'Unità a oggi

di Luigi Musella

editore: Carocci

pagine: 175

La storia di Napoli dall'Unità a oggi può essere letta come la lenta, ma profonda transizione da una città che è stata capitale rappresentativa dell'intero Mezzogiorno - che aveva, quindi, uffici, risorse, culture, ricchi circuiti sociali, un ampio mercato di consumo - a una città che, dopo l'Unità, ha finito per ritrovarsi in una dimensione che non la rendeva né città-Stato né città-municipio. Una transizione ancora incompiuta, dunque, e che forse è alla radice dei tanti problemi in cui oggi come ieri sembra dibattersi.
15,50

Governi monocratici. La svolta presidenziale nelle regioni italiane

di Fortunato Musella

editore: Il mulino

pagine: 270

Negli ultimi anni le regioni italiane sono state al centro di importanti riforme. Da una parte, hanno beneficiato di un significativo trasferimento di funzioni e poteri in chiave federalista; dall'altra, l'elezione diretta ha attribuito al presidente una posizione di primo piano: una vera e propria rivoluzione, se si considera il regime assembleare che caratterizzava le regioni all'epoca della prima Repubblica. Di qui l'immagine, ormai corrente, dei presidenti come "governatori". È proprio sul fronte delle regioni, dunque, che la difficile transizione italiana si è spinta più avanti. Ad oggi mancavano tuttavia indagini rigorose capaci di misurare "sul campo" la forza dei nuovi presidenti. È l'obiettivo di questo volume, che analizza sulla base di un'ampia documentazione empirica e in una cornice comparativa il processo di "presidenzializzazione" nelle regioni italiane e le sue contraddizioni.
25,00

Craxi

di Luigi Musella

editore: Salerno

pagine: 434

25,00

Mitra & Mandolino

di Musella Luca

editore: Gaffi

\\mitra & mandolino\\ non e` solo una testimonianza sulla violenza a napoli ma e` soprattutto un viaggio poetico dentro la cit
10,00

Il trasformismo

di Luigi Musella

editore: Il mulino

pagine: 197

Coniato da Depretis - che voleva rassicurare la politica moderata e allargare il consenso del giovane stato estendendo il governo alla borghesia progressista - il termine "trasformismo" ha finito per indicare una prassi parlamentare consistente nel continuo scambio di voti tra maggioranza e opposizione, nei frequenti passaggi di deputati e senatori da una parte politica all'altra. Il progredire degli studi storiografici arricchisce ora il fenomeno di nuove interpretazioni. Dal connubio di Cavour fino a tempi recenti, il trasformismo - vero e proprio modello italiano - ha reso possibili scelte centriste e moderate in presenza di forze politiche fortemente antisistema e reciprocamente delegittimantesi.
12,00

Macroeconomia: teorie per la politica economica

editore: Carocci

pagine: 816

Questo volume presenta gli sviluppi della macroeconomia contemporanea, presentando particolare riguardo alle implicazioni di p
54,20

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.