Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di G. Pellizzari

Il diritto di sognare. Ediz. ad alta leggibilità

di Sarah Pellizzari Rabolini

editore: Mondadori

pagine: 176

Bea a scuola è brava, ma non è la numero uno e questo la infastidisce
9,90

Opus incertum. Psicoanalisi, conoscenza, spiritualità

di Giuseppe Pellizzari

editore: Mimesis

pagine: 171

L'antica tecnica dell'opus incertum consiste nell'uso di frammenti di vario tipo per costruire superfici policrome
16,00

Gli italiani al Tour de France

di Giacomo Pellizzari

editore: Utet

pagine: 224

Il Tour de France è per tutto il mondo la corsa ciclistica più ambita, un evento sportivo secondo per popolarità solo alle Oli
15,00

Storia e geografia del Giro d'Italia. Con e-book

di Giacomo Pellizzari

editore: Utet

pagine: 235

13 maggio 1909, 3
15,00

Ma chi te lo fa fare? Sogni e avventure di un ciclista sempre in salita

di Pellizzari Giacomo

editore: Fabbri

pagine: 302

Chi va in bicicletta se l'è sentito dire almeno una volta nella vita: ma chi te lo fa fare? Perché sottoporsi a sofferenze ero
15,00

Il carattere del ciclista

di Giacomo Pellizzari

editore: Utet

pagine: 266

Il "Cannibale" Eddie Merckx, il più forte di tutti, e il "Pirata" Marco Pantani, un magnifico testardo che ci ha lasciato troppo presto. Beppe Saronni e la perfetta strategia della fucilata di Goodwood, Claudio Chiappucci e l'impresa tutta istinto del Sestriere. L'indisciplinato Peter Sagan e Laurent Fignon, il "Professore". E poi l'irrequietezza dell'enigmatico Gianni Bugno, l'impetuosa forza tranquilla di Miguel Indurain, il fascino di Fabian Cancellara e la spavalderia di Lance Armstrong, al centro dello scandalo più grande della storia del ciclismo. Il pistard dal passato difficile Bradley Wiggins, icona pop che sembra uscita dagli anni settanta, e l'ipertecnologico record dell'ora di Francesco Moser, uomo che al futuro si è sempre affidato. Un campione nato nel periodo sbagliato come Felice Gimondi e un campione, Bernard Hinault, che nel proprio tempo ha dettato legge. Che cosa hanno in comune questi assi delle due ruote? Ce lo svela Giacomo Pellizzari: ognuno, a suo modo, ha saputo rappresentare più di chiunque altro un aspetto peculiare dell'essere ciclista, ognuno ha incarnato, appunto, un carattere e lo ha portato ai suoi massimi livelli, accettandone tutte le conseguenze.
14,00
100,00

Guida alla Turchia cristiana

di Paolo Pellizzari

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 192

"Se la terra d'Israele è la Terra Santa per eccellenza, il territorio dell'attuale Turchia è stato "la Terra Santa della Chiesa-: la culla del cristianesimo e l'ambiente in cui il messaggio di Cristo, uscito dalla terra d'Israele, ha incontrato nuovi mondi, culture e lingue e si è configurato nelle forme che conosciamo ancora ai nostri giorni. Nella sua storia, il messaggio cristiano è passato attraverso momenti di inculturazione, chiarificazione, formulazione che hanno avuto nell'Asia Minore uno dei primi e più importanti centri". Un viaggio in Turchia può essere un'occasione per ripercorrere alcune tappe di questa lunga e feconda storia. Nella guida, quindi, non troverete tanto indicazioni di tipo turistico, quanto il racconto di una storia di fede, espressa nelle vicende che l'hanno riguardata e nelle forme artistiche con cui è stata rappresentata nei millenni. A chiudere, una sezione dedicata ai siti di maggiore interesse e ad alcune proposte di itinerari.
9,90

Movimento per la disperazione

di Tommaso Pellizzari

editore: Baldini & Castoldi

pagine: 192

Il giornalista Michele Rota investe i 98 milioni di euro vinti al Superenalotto nella fondazione di un nuovo partito: il Movim
14,90

Zoran, il mio nipote scemo

di Gianmatteo Pellizzari

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 124

Zoran è il nipote che Paolo Bressan, quarant'anni buttati tra bicchieri di vino ed egoismo, non sapeva di avere. Cosa può nascere dall'improvvisa collisione tra un uomo alla deriva, ubriacone e misantropo, e un timidissimo sedicenne forbito e occhialuto? Il truce Bressan e il buffo Zoran Spazapan lo scopriranno insieme di fronte a un bersaglio per le freccette, grazie al talento nascosto, quasi magico, di Zoran. Un'avventura ad alta gradazione alcolica, ambientata dove il Friuli sfuma nella Slovenia e viceversa. Un irresistibile gioco delle parti che oppone la bieca solitudine di uno zio alla disarmante dolcezza di un nipote. Dopo il successo cinematografico del film diretto da Matteo Oleotto che ha incantato il 70° Festival del Cinema di Venezia nell'ambito della Settimana Internazionale della Critica, ecco la piccola storia di questo adorabile nipote scemo, un romanzo che, come scrive Giuseppe Battiston nella sua prefazione, racconta la provincia, e il Friuli in particolare, come zona di confine geografico, ma soprattutto mentale. E come quel paese di "temporali, primule e vino" che è riuscito a regalare a questa storia il suo carattere unico e sincero. Tratto dalla sceneggiatura originale del film di Daniela Gambaro, Matteo Oleotto, Marco Pettenello e Pierpaolo Piciarelli.
12,00

In battaglia, quando l'uva è matura

Quarant'anni di Afghanistan

di Pellizzari Valerio

editore: Laterza

pagine: 236

All'aeroporto di Kabul grandi cartelloni colorati, in lingua inglese, danno il benvenuto 'nella terra degli uomini coraggiosi'
18,00

Strategie di calcolo. Addizioni e sottrazioni. Schede e attività per il potenziamento

editore: Erickson

pagine: 69

Questo volume, appartenente a una serie di fascicoli di approfondimento relativi al manuale "Strategie di calcolo", propone me
9,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento