Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di P. Barucci

UniCredit, una storia dell'economia italiana. Dalla Banca di Genova al Credito Italiano 1870-1945

di Piero Barucci

editore: Laterza

pagine: 792

Il Credito Italiano nasce con la breccia di Porta Pia
35,00

Istituzioni e crescita

di Piero Barucci

editore: Ist. Italiano Studi Filosofici

9,00

Le solite scuse. Un genere epistolare del Cinquecento

di Guglielmo Barucci

editore: Franco Angeli

pagine: 160

La società rinascimentale conosce una articolata diffusione della pratica epistolare, un fenomeno culturale e relazionale in c
20,00

Ingegneria finanziaria. Un'introduzione quantitativa

di Emilio Barucci

editore: Egea

pagine: 446

Il libro propone un'introduzione all'ingegneria finanziaria e alla finanza quantitativa partendo dai suoi fondamenti
35,00

Mezzogiorno e intermediazione «impropria»

di Piero Barucci

editore: Il mulino

pagine: 200

Questo volume, che ripropone saggi scritti lungo un esteso arco temporale, rappresenta un tentativo di fondare la politica meridionalistica sull'insostituibile ruolo dell'impresa per rompere quell'equilibrio di sottoutilizzazione che si riscontra nell'economia del Sud Italia: una realtà nella quale tutto - ed in primo luogo la diffusa presenza della criminalità organizzata - concorre ad orientare l'azione dei singoli a ricercare ambiti privilegiati e di rendita senza innovare per conseguire profitto. Perché il Mezzogiorno possa essere parte di una doverosa politica di solidarietà nazionale è auspicabile che esso stesso divenga un soggetto dinamicamente attivo nella prospettiva di una economia globale di cui sentirsi parte.
16,00

Stato e mercato nella Seconda Repubblica. Dalle privatizzazioni alla crisi finanziaria

editore: Il mulino

pagine: 288

L'Italia ha portato avanti, negli anni Novanta, un piano di privatizzazioni secondo solo all'Inghilterra ed ha affidato la regolazione di molti settori ad autorità indipendenti dalla politica. Un cambiamento radicale del ruolo dello Stato nell'economia, enfatizzato facendo riferimento a una nuova costituzione economica. A distanza di quindici anni non è facile fare il punto della situazione perché il settore pubblico continua a offrire ai consumatori carburante ed elettricità, oltre che servizi postali e di trasporto; lo Stato continua a occuparsi di infrastrutture, di incentivi all'innovazione e alle energie rinnovabili. Dunque l'attuale sistema di governo si è assestato su un equilibrio che è ben lontano da quello a cui si ambiva: l'assetto regolatorio è incompleto, alcune società pubbliche sono gestite secondo una logica meramente privatistica, altre sono abbandonate alle loro inefficienze e persistono rendite significative. Un quadro in larga misura sconfortante che stride con l'idea che il nuovo assetto di governo dell'economia avrebbe permesso di liberare l'Italia da lacci e lacciuoli sprigionando energie positive per la crescita del paese.
28,00

Mercato dei capitali e corporate governance in Italia

Convergenza o «path dependence»?

di Barucci Emilio

editore: Carocci

pagine: 208

Questo volume si propone di valutare empiricamente l'efficacia del disegno del sistema finanziario e di governance delle impre
17,30

Le privatizzazioni in Italia

editore: Carocci

pagine: 144

Sono passati quindici anni dall'inizio delle privatizzazioni in Italia
12,00

I progetti per le chiese della diocesi di Messina

Nel concorso del 1932

di Barucci Clementina

editore: Gangemi

pagine: 72

15,00
21,69

Psicogeragogia. Mente, vecchiaia, educazione

di Mario Barucci

editore: UTET Università

pagine: 316

17,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.