Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di P. Brogi

Un romanzo per gli occhi. Manzoni, Caravaggio e la fabbrica del realismo

di Daniela Brogi

editore: Carocci

pagine: 247

All'interno di una taverna semibuia una canestra di frutta sporge dalla tavola, quasi fosse vera: è l'istante in cui Gesù, nel
23,00

Ludovico Carracci. Addenda

di Alessandro Brogi

editore: Officina libraria

36,00

Corporate governance

di Marina Brogi

editore: Egea

pagine: 198

Responsabilità o potere nel governo dell'impresa? Pixel, la risposta a ogni esigenza di sapere. In omaggio online: contenuti integrativi e versione digitale del testo.
11,90

Altri orizzonti. Interventi sul cinema contemporaneo

di Daniela Brogi

editore: Artemide

pagine: 171

Il cinema è lo sguardo che manifesta sé stesso come tensione verso altri orizzonti: per sperimentare differenti linguaggi e possibilità espressive; per creare nuovi significati e energie emotive; per portarci via. Gli scritti qui raccolti sono dedicati a film usciti tra il 2011 e il 2015, e assecondano l'irrequietudine e l'eterogeneità che sono proprie del cinema, evitando dunque di trattarlo come un'isola remota e disabitata, ma, al contrario, considerandolo come un territorio di scambi con altre forme di sapere e di immaginario. Il cinema non può essere separato nemmeno dagli spettatori; è per questo che i ventiquattro testi che compongono "Altri orizzonti" parlano spesso di film di cui il pubblico desidera sentir parlare: perché il cinema, al pari delle altre arti, continua a vivere quando può dialogare con l'esperienza di tutti.
18,00

Il ritorno di Erasmo. Critica, filosofia e religione nella «République des Lettres»

di Stefano Brogi

editore: Franco Angeli

pagine: 168

Riformatore senza Riforma, filosofo senza sistema, marginalizzato dall'irrigidirsi di fronti confessionali in violenta lotta tra di loro, Erasmo da Rotterdam ha avuto una larga ma talora sfuggente fortuna. Questo libro indaga la sua eredità, tra Seicento e Settecento, nell'ambito della cultura arminiana olandese e delle correnti antitrinitarie che animarono vivaci discussioni e suscitarono pesanti reazioni in tutta Europa. Al centro della ricerca si staglia la figura di Jean Le Clerc, curatore tra il 1703 e il 1706 della grande edizione erasmiana che fa ancora epoca e protagonista indiscusso della "République des Lettres": uno degli intellettuali più prestigiosi del suo tempo, al centro di un'imponente rete di relazioni europee, ma anche, per molti, un pericoloso e velenosissimo eretico, inviso alle Chiese stabilite e propugnatore di un cristianesimo illuminato erede delle correnti più tolleranti della Riforma. L'appropriazione di Erasmo da parte di Le Clerc e della cultura arminiana e antitrinitaria viene qui ricostruita con meticolosità e precisione, inserendola nel contesto dei dibattiti filosofici, filologici e religiosi che caratterizzano la cosiddetta "crisi della coscienza europea". Una stagione cruciale, in cui prendono forma le idee che saranno al centro dell'illuminismo maturo e in cui l'eredità di Erasmo si incrocia con le provocazioni dei sociniani e dei liberi pensatori, ma anche con le grandi filosofie di Spinoza, Malebranche e Locke.
23,00

La lunga notte dei Mille

di Paolo Brogi

editore: Aliberti

pagine: 359

Fecero l'Italia
11,00

Capitale E Impresa Alla Luce Delle Recenti Norme In Materia

di Brogi; Masi

editore: Angeli

Il legame fra capitale e impresa e` sempre stato oggetto dell`interesse di studiosi e operatori del settore, sia negli aspetti
23,50

La lunga notte dei Mille

di Paolo Brogi

editore: Aliberti

pagine: 317

Fecero l'Italia
19,00

Toscana

.. Cave canem fra leggenda e realtà

di Brogi Lilly

editore: Bastogi editrice italiana

pagine: 46

7,00

I filosofi e il male. Storia della teodicea da Platone ad Auschwitz

di Stefano Brogi

editore: Franco Angeli

pagine: 290

A partire da Platone il problema del male ha assunto la forma della teodicea, che tenta di dar conto razionalmente della prese
32,00

Teologia senza verità. Bayle contro i «Rationaux»

di Stefano Brogi

editore: Franco Angeli

pagine: 320

Pierre Bayle appare sempre più chiaramente come una delle figure decisive della modernità. Attraverso l'esame ravvicinato delle sue ultime opere questo libro ci restituisce il senso complessivo di un itinerario intellettuale in cui si intrecciano le contrapposte eredità del calvinismo e del libertinismo seicentesco. Ne emerge una forma paradossale di libertinismo teologico che investe polemicamente le diverse forme di cristianesimo illuminato che si affacciano sulla scena nell'età della "crisi della coscienza europea".
40,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento