Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di V. Ravera

A Parigi. Da Hemingway a Cortazar

di Nicola Ravera Rafele

editore: Perrone

pagine: 181

Ci sono tanti modi di leggere a Parigi
15,00

L'amore che dura

di Lidia Ravera

editore: Bompiani

pagine: 416

Non è un appuntamento d'amore, quello che si sono concessi Emma e Carlo
15,00

La bambina che non dormiva mai

di Lidia Ravera

editore: Rizzoli

pagine: 48

C'è una bambina che non ne vuole proprio sapere di andare a nanna
16,00

Avanti, parla

di Lidia Ravera

editore: Bompiani

pagine: 352

Giovanna ha i capelli bianchi, però lunghissimi e folti
18,00

Il terzo tempo

di Lidia Ravera

editore: Bompiani

Costanza non è vecchia però presto lo sarà
14,00

Tempo con bambina

di Lidia Ravera

editore: Bompiani

pagine: 208

Un'altra forma di felicità, tutta da misurare e da esplorare, più libera, più limitata: essere nonna è questo
16,00

La somma di due

di Lidia Ravera

editore: Bompiani

pagine: 112

Angelica e Carlotta sono due sorelle ragazzine di famiglia borghese: solo che la famiglia si sta sciogliendo, e a farne le spe
10,00

Tutto questo tempo

di Nicola Ravera Rafele

editore: Fandango Libri

pagine: 298

Giovanni ed Elisa si conoscono a un punto di svolta delle loro vite, lei ha superato i trent'anni, lui ha scritto molto tempo
18,00

L'amore che dura

di Lidia Ravera

editore: Bompiani

pagine: 416

Non è un appuntamento d'amore, quello che si sono concessi Emma e Carlo
18,00

Gli scaduti

di Ravera Lidia

editore: Bompiani

pagine: 222

Nell'Italia europea di un futuro prossimo, il Partito Unico, che ha preso il potere in nome dei trenta/quarantenni, stabilisce
11,00

Il terzo tempo

di Lidia Ravera

editore: Bompiani

pagine: 496

Costanza non è vecchia però presto lo sarà
14,00

Il senso della lotta

di Nicola Ravera Rafele

editore: Fandango Libri

pagine: 320

Nei giorni dispari della settimana Tommaso va a correre. Allena il fiato, svuota la mente. A trentasette anni ha un contratto a tempo nella redazione romana del Corriere della Sera, una fidanzata esigente, e una zia, Diana, della consistenza di una quercia, che l'ha cresciuto da quando, nel 1983, suo padre l'ha lasciato lì, davanti a casa, prima di scomparire nel nulla, nel bel mezzo di un temporale estivo. Già, perché i suoi genitori, Michele Musso e Alice Rosato, da quelle poche informazioni che ha, sono morti in un incidente, ed erano terroristi. A trentasette anni Tommaso è riuscito a costruirsi una vita normale, a non pensare più al suo tormentato passato. Ma quando una mattina il respiro gli s'ingolfa, e un dottore, diagnosticandogli un attacco di panico, gli chiede se sia figlio di quel Michele Musso, che lui ha incontrato a Grenoble nell'84, qualcosa si rompe, come uno strappo in una rete. Perché quella data fa tanto rumore? Quante versioni esistono della stessa cosa? In quale punto puoi ricucirle insieme senza sentire troppo male? Con la mano ferma di chi conduce un'inchiesta e l'eleganza espressiva di chi sa come raccontarla, Nicola Ravera Rafele compone un'opera sinfonica per restituire una vicenda familiare che comincia nel 1969 e arriva fino ai giorni nostri. Romanzo borghese, noir letterario, j'accuse generazionale, "Il senso della lotta" è un libro sul presente che fa i conti con il passato, una storia in cui la ricerca della verità ha un prezzo così alto che alla fine sarà difficile separare la salvezza dalla distruzione.
18,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.