Il tuo browser non supporta JavaScript!

Mondadori education: Università. Manuali

In altra luce. Per una pedagogia al femminile

di Giuseppina D'Addelfio

editore: Mondadori education

pagine: 304

Le donne sono da sempre, nella concretezza di diversi contesti formativi, molto presenti e apprezzate come educatrici. Tuttavia il loro modo di intendere ed elaborare sul piano teorico l'educazione ha avuto poco spazio nella riflessione di pedagogia generale (al contrario di quanto avvenuto in altri ambiti disciplinari). Il volume intende dare un contributo per colmare questa lacuna: sono presentate dodici donne che, nel corso del Novecento, si sono dedicate, in modi diversi, allo studio dei fenomeni educativi. Ricostruendone gli itinerari di vita e di pensiero, con una selezione di brani antologici, viene svolta un'indagine fenomenologico-ermeneutica per comprendere se e come lo sguardo femminile dischiuda una prospettiva differente rispetto a quella aperta da un modo di guardare solo maschile, quindi un'altra luce sull'educazione.
23,00

La nuova didattica del movimento. Laboratori di giocosport e giochi inclusivi

editore: Mondadori education

pagine: 288

Chi insegna non travasa solamente concetti e conoscenze nella mente di chi impara, ma agisce anche da facilitatore, privilegiando lo scoprire, il fare, l'agire. Partendo dalla convinzione che si può imparare giocando, il libro presenta una serie di attività pratiche con un metodo a forte caratterizzazione motivazionale, in cui gioco, divertimento, emozione e relazione svolgono un ruolo di primaria importanza. Il testo ha due anime: un'anima ludico-sportiva, che ci porta nel mondo del gioco, del giocosport e dello sport con i suoi valori più profondi di lealtà, amicizia, rispetto e aggregazione, e un'anima inclusiva che ci accompagna nel mondo del disagio, dei bisogni speciali e della disabilità con le sue richieste di motivazione, gratificazione, autostima e auto-efficacia. "Insegnare ad insegnare": questo il Leitmotiv del testo. Il suo obiettivo principale è sostenere i futuri insegnanti, educatori e operatori sportivi con strumenti didattici sempre più all'avanguardia e facilitare il processo di trasmissione dei "nuovi saperi", stimolando tutti ad una formazione permanente.
23,00

Arte romana

di Massimiliano Papini

editore: Mondadori education

pagine: 576

"Foggeranno altri con maggiore eleganza spiranti bronzi, credo di certo, e trarranno dal marmo vivi volti, patrocineranno meglio le cause e seguiranno con il compasso i percorsi del cielo e prediranno il corso degli astri: tu, ricorda, o romano, di dominare le genti; queste saranno le tue arti, stabilire norme alla pace, risparmiare i sottomessi e debellare i superbi". Queste le parole profetiche di Anchise al figlio Enea al termine della discesa agli inferi nel VI libro dell'Eneide. Quelle che chiamiamo oggi "opere d'arte" non furono dunque sentite come una consuetudine ancestrale dai Romani, tanto da fare dubitare che un'arte "romana" sia mai esistita. Eppure, le loro produzioni figurative sono state grandiose e immense, nei tempi e nei territori dell'Impero, e il manuale, concepito da Massimiliano Papini e scritto insieme a diversi esperti di archeologia romana, intende offrirne una sintesi, con attenzione a committenti, artefici e destinatari nelle differenti situazioni storiche, culturali e sociali. Dopo una panoramica sulle principali componenti degli spazi pubblici e privati dell'Urbe, i capitoli si articolano prima per periodi (dal X secolo a.C. al VI-VII secolo d.C.) e poi per approfondimenti su soggetti, materiali e contesti d'uso: rappresentazioni storiche, ritrattistica, ornamenti greci, copie e rielaborazioni di opere originali greche, arti "decorative" e "suntuarie", ceramica, vetro, pittura, mosaico e manufatti legati all'ambito funerario.
54,00

Imparare ad abitare il mondo. Senso e metodo della relazione educativa

di Antonio Bellingeri

editore: Mondadori education

pagine: 288

Il testo propone una riflessione di pedagogia fondamentale sulla relazione educativa, svolta attraverso una descrizione fenomenologico-ermeneutica delle categorie di incontro, riconoscimento, consegna, dialogo, attenzione. La prima parte del libro definisce l'educazione come relazionalità riconoscente, processo nel quale è determinante il ruolo dell'empatia e il cui termine è l'apprendimento di una competenza esistenziale. Nella seconda parte, viene evidenziato il senso che questa speciale forma di relazione può assumere nell'amore di coppia, nella vita di famiglia, nello studio, nella comunicazione tra le culture. Dall'antologia emerge come in ampi settori della pedagogia contemporanea sia presente un paradigma relazionale; è la concreta articolazione di un'intonazione personalistica che sembra attraversi la cultura del Novecento.
21,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.