Rizzoli: PRIMA PERSONA

Stammi vicino. Una madre, un figlio, un nemico invisibile: la droga

Stammi vicino. Una madre, un figlio, un nemico invisibile: la droga

di Libby Cataldi

editore: Rizzoli

pagine: 314

"Ero costretta ad affrontare la realtà: mio figlio era un tossico. Era incomprensibile. Dovevo accettarlo, ma come fa una madre ad accettare di perdere il figlio?" Questo il dolore che lacera Libby, educatrice di professione e genitore premuroso, quando vede il suo brillante Jeff trasformarsi nell'immagine sbiadita di ciò che era. Al principio la droga è solo una bravata da ragazzini, ma presto prende il sopravvento e mostra il suo volto più feroce: la dipendenza, la schiavitù. Combattente nata, non si perde d'animo: rivuole il suo Jeff. In un intenso percorso di scoperta personale e familiare, Libby si spinge fino alle sue radici e riscopre il legame con l'Italia: al primo viaggio ne seguono molti altri, per periodi sempre più lunghi, durante i quali entra in contatto con la comunità di San Patrignano. È qui che riceve l'insegnamento più prezioso: "Stagli vicino". Dopo quattordici anni di perdizione e sconforto, di disintossicazione forzata e inevitabili ricadute, le viene chiesto il sacrificio più grande: credere nel figlio al punto tale da lasciarlo andare. Solo Jeff può decidere di liberarsi. Con sincerità disarmante, Libby racconta la sua storia di madre ossessionata dai sensi di colpa e dall'impotenza, la sua lotta per salvare un figlio deciso a perdersi e la faticosa risalita che glielo restituirà forse meno perfetto ma degno di un amore ancora più grande.
16,00
Vorrei dirti che non eri solo. Storia di Stefano mio fratello

Vorrei dirti che non eri solo. Storia di Stefano mio fratello

editore: Rizzoli

pagine: 290

Nella notte tra il 15 e il 16 ottobre 2009, Stefano Cucchi viene arrestato perché trovato in possesso di una modica quantità d
16,00
Il capobranco

Il capobranco

editore: Rizzoli

pagine: 299

Liroy è solo un cucciolo quando incontra l'uomo destinato a diventare per lui il più importante del mondo: il suo padrone, Kaspar Capparoni. Per fortuna, da bravo pastore svizzero, possiede già un fiuto infallibile per annusare i guai, prevenire i pericoli e proteggere la famiglia che gli è stata affidata. Per esempio, sa da subito che deve accompagnare Kaspar e i figli al parco perché altrimenti si perderebbero, tiene lontana da loro quella terribile minaccia che sono i gatti, li addestra - con molta fatica - a lasciarlo dormire in casa. Altrimenti, chi consolerebbe Kaspar nelle notti solitarie che precedono la fine del suo matrimonio? E chi altri potrebbe occuparsi di lui nel periodo più buio, quando il divorzio burrascoso, la lontananza dei bambini, la malattia del padre e la mancanza di ingaggi stanno per spingerlo a compiere un passo nel vuoto? E Liroy a trattenerlo da quel baratro, e a spronarlo - a suon di leccate, mugugni e pazienti rimbrotti - a reagire alla depressione per trovare la forza di affrontare nuove sfide: le impreviste occasioni in tv e una carriera fortunata, un amore inaspettato e una vita da ricostruire da zero. E soprattutto, spetta a lui, capobranco di razza, l'arduo compito di insegnare a un uomo a diventare una guida per la propria famiglia, salda e amorevole quasi quanto saprebbe esserlo un cane.
15,00
Sia folgorante la fine

Sia folgorante la fine

editore: Rizzoli

pagine: 201

il 22 febbraio 1980
15,00
Il ragazzo che catturò il vento

Il ragazzo che catturò il vento

editore: Rizzoli

pagine: 302

Prima che scoprissi i miracoli della scienza, era la magia a governare il mondo
15,00
Un posto chiamato patria

Un posto chiamato patria

di Obama George H.

editore: Rizzoli

pagine: 400

Come il fratellastro Barack, George Obama ha conosciuto a malapena il padre, è cresciuto con la madre e con il patrigno
15,00