Il tuo browser non supporta JavaScript!

Storia e Letteratura: Politica e storia

Ubaldo Formentini socialista. Il PSI nell'estremo levante ligure fra lotta di classe e riformismo (1902-1914)

di Tirelli Paolo

editore: Storia e Letteratura

pagine: 244

Sullo sfondo degli avvenimenti storici del nostro Novecento, Paolo Tirelli ripercorrere capillarmente il percorso politico di
38,00

Andreotti e Gorba?ëv. Lettere e documenti 1985-1991

editore: Storia e Letteratura

pagine: 424

Tra il 1985 e le due importanti visite di Stato del 1988 e 1989 prende forma la peculiare posizione del governo italiano nei c
38,00

La politica europea e italiana di Piero Malvestiti

editore: Storia e Letteratura

pagine: 249

In questo volume, gli autori promuovono una riflessione sull'azione e sulla presenza di Piero Malvestiti (1899-1964) nelle ist
28,00

Il leviatano democratico. Parlamento, partiti e capi tra Weber e Kelsen

di David Ragazzoni

editore: Storia e Letteratura

pagine: 208

La riflessione filosofico-politica degli ultimi anni ha ampiamente tematizzato la crisi di quella che si è soliti chiamare 'democrazia rappresentativa'. L'odierno cittadino democratico, infatti, alla costruzione di un destino comune antepone i vincoli di sangue o l'appartenenza alla propria comunità di riferimento. In un contesto di questo tipo, le forme elettorali attraverso cui egli esercita la propria sovranità diventano espressioni fittizie di un'autodeterminazione che non può darsi. Muovendo da queste considerazioni, la ricerca di David Ragazzoni si prefigge di offrire una ricognizione critica degli scritti di tre autori che, agli esordi del '900, si interrogarono sulle trasformazioni della politica moderna: Max Weber, Carl Schmitt e Hans Kelsen.
22,00

L'Italia e il sistema internazionale. Dalla formazione del governo Mussolini alla grande depressione (1922-1929). Vol. I-II

di Francesco Lefebvre D'Ovidio

editore: Storia e Letteratura

pagine: 1158

I due volumi, rilegati in elegante cofanetto, ricostruiscono la politica estera della prima fase del fascismo, affrontando l'i
98,00

Per la storia del Risorgimento e dell'Unità d'Italia

di Giuseppe Galasso

editore: Storia e Letteratura

pagine: 336

Come si è passati dalle Italie all'Italia? Come è stata intesa l'unità mentre la si costruiva? Il pensiero del Risorgimento e dell'unità è stato solo un percorso ideologico o ha avuto effettiva ripercussione nella storia e nella realtà? È per rispondere a queste domande che l'Autore ha raccolto studi, ricerche e riflessioni in questo volume così come negli altri de L'Italia nuova.
45,00

Stato e nazione. L'anomalia italiana

di Fulvio Tessitore

editore: Storia e Letteratura

pagine: 160

Il libro affronta un rilevante problema della storia moderna e contemporanea italiana, quello della difficile convivenza e ancor più difficile integrazione tra una forte identità culturale e una debole identità statale. L'esame del tema viene affrontato in una duplice interagente dimensione, quella tematica e quella geografica. Quest'ultima concerne lo storico 'dualismo' tra Nord e Sud del Paese. La prima viene individuata nelle diverse configurazioni date alla questione da storici, letterati, filosofi (da Cuoco a De Sanctis, da Villari a Bertrando Spaventa, da Settembrini a Silvio Spaventa, ecc., tenendo ben presente gli esiti novecenteschi in Croce e Gentile). Non manca un capitolo su cattolici e liberali nel momento della trasformazione dello Stato, dopo la conseguita unità politica, il cui 'valore' viene esaminato nella prima parte. Consapevole e preoccupato della straordinaria trasformazione subita dal problema nell'età repubblicana (che sembra indebolire anche la tradizionalmente forte identità culturale), il libro vede in questa storica 'anomalia', prodotta anche dal pluralismo culturale e dal pluricentrismo politico della nostra storia, un elemento non necessariamente di debolezza della vita italiana.
22,00

L'Italia nuova per la storia del Risorgimento e dell'Italia unita

di Giuseppe Galasso

editore: Storia e Letteratura

pagine: 324

Come si è passati dalle Italie all'Italia? Come è stata intesa l'unità mentre la si costruiva? Il pensiero del Risorgimento e dell'unità è stato tutto e soltanto un percorso ideologico senza effettiva rispondenza nella storia e nella realtà? Ecco le domande che costituiscono il filo rosso dei temi dominanti in questo volume, che a tali domande risponde illustrando i complessi sviluppi di pensiero e di azione che diedero sostanza e slancio al Risorgimento italiano e ne fecero una pagina prestigiosa della storia europea nel secolo XIX. Il cosiddetto "triennio giacobino" (1796-1799) e Napoleone sono confermati come la grande porta di ingresso del Risorgimento nel momento in cui esso assume concretezza di movimento storico e politico. Si passa quindi ai protagonisti dell'azione e del pensiero che guidarono la realizzazione dell'unità: Mazzini, Cattaneo, Garibaldi, Cavour. Il panorama della storia risorgimentale si arricchisce per questa via di particolari importanti, a cominciare dalla delineazione della genesi e dell'esplicazione del pensiero italiano di Cavour.
38,00
32,00

Tra acropoli e agorá. Luoghi e figure della città in Platone e Aristotele

di Enrico Nuzzo

editore: Storia e Letteratura

pagine: 312

Le metafore urbane e i luoghi della città in Platone analizzati con almeno due novità esegetiche. La prima riguarda la metaforica della polis, tanto nel senso di luogo del conflitto politico quanto in quello di spazio urbano. La seconda riguarda l'analisi dell'urbanistica delle Leggi, l'"inizio forte e totale del pensiero utopico".
44,00
27,00

La guerra libica (1911-1912)

di Francesco Malgeri

editore: Storia e Letteratura

pagine: 436

74,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.