Il tuo browser non supporta JavaScript!

Artemide: Arte e cataloghi

François Spierre. Un incisore lorenese nella Roma barocca

di Benedetta Ciuffa

editore: Artemide

pagine: 424

Allievo a Parigi dei fratelli de Poilly ed erede a Roma del ruolo che era stato di Claude Mellan, François Spierre (Nancy, 163
50,00

Cesare Franchi detto il Pollino. Miniatore (Perugia 1555 circa-1595)

editore: Artemide

pagine: 272

Promosso e realizzato dalla Fondazione Marignoli di Montecorona, questo volume è la prima monografia con il catalogo completo
40,00

Sistina e Cenacolo. Traduzione, citazioni e diffusione

editore: Artemide

pagine: 416

In che modo i mezzi di traduzione visiva e riproduzione seriale hanno alimentato e trasformato il mito de L'Ultima cena di Leo
45,00

Decorare i palazzi da Raffaello a Zuccari

di Giovanna Sapori

editore: Artemide

pagine: 336

Come l'architettura costruita o rinnovata del palazzo, la decorazione pittorica degli interni rispondeva ad un progetto di aff
30,00

Winckelmann, l'antichità classica e la Lombardia

editore: Artemide

pagine: 342

Il fatto che Johann Joachim Winckelmann (1717-1768) non abbia mai visitato la Lombardia non ha impedito che la sua fama si dif
30,00

Dolce è la luce. Arte, architettura, teologia

editore: Artemide

pagine: 143

La luce, concreta e intangibile, permette di vedere la realtà nella sua singolarità, creando relazioni, dando profondità ai vo
20,00

Fo memoria. Diario di un bresciano al tempo di Napoleone

di Gio. Batta. Frugoni

editore: Artemide

pagine: 118

"'La narrativa incrocia senza sosta la vita di ciascuno di noi: storie che raccontiamo o sentiamo raccontare, che immaginiamo
20,00

Bernini tradotto. La fortuna attraverso le stampe del tempo (1620-1720)

di Benedetta Ciuffa

editore: Artemide

pagine: 718

Questo volume intende colmare una vistosa lacuna nell'ambito degli studi berniniani e offrire un contributo inedito alla defin
140,00

Tracce di colore. Policromia di sculture in pietra nell'Italia tardomedievale. Studi e restauri

di Eliana Billi

editore: Artemide

pagine: 150

Anche l'Italia come i paesi d'oltralpe ha colorato nel Medioevo le sue sculture in pietra
25,00

Cultura due. L'architettura ai tempi di Stalin

di Vladimir Papernyj

editore: Artemide

pagine: 302

"Questo libro ha alle spalle una storia che da sola merita attenzione e considerazione
30,00

All'ombra delle piramidi. La mastaba del dignitario Nefer

di Cima Maddalena

editore: Artemide

pagine: 63

La collezione Barracco, sapientemente raccolta per formare un "museo della scultura antica comparata", comprende opere d'arte
15,00

Immagini e arte sacra nel concilio di Trento. «Per istruire, ricordare, meditare e trarne frutti»

editore: Artemide

pagine: 255

La prima parte di questo volume è dedicata alla teologia dell'immagine, con i contributi di Franc?ois Boespflug, Le manteau des saints, ou comment le concile de Trente a placé les images sous leur protection; di Michelina Tenace, All'origine del Decreto sulle immagini di Trento, il Concilio Nicea II, e di Alessandra Bartolomei Romagnoli, Rappresentazioni della santità mistica prima e dopo il Concilio di Trento. La seconda parte riguarda, invece, l'identità e la genesi del decreto, a cominciare dal contributo di Paolo Prodi, Storia, natura e pietà: il problema della disciplina delle immagini nell'età tridentina. Altri tre saggi sono incentrati sulla presenza al concilio del teologo gesuita Diego Laínez e sul suo ruolo nella genesi del decreto sulle immagini: Paul Oberholzer SJ, Diego Laínez come teologo del Concilio e la presenza gesuita nel concetto della sua identità; Lydia Salviucci Insolera, La formulazione del Decreto sulle immagini nei manoscritti di p. Diego Laínez, e Mirella Saulini, Diego Laínez e l'elaborazione della scrittura del Decreto. La terza parte riguarda la ricezione del decreto, con alcuni esempi storici e artistici chiarificatori: Roberto Pancheri, La raffigurazione del concilio di Trento come "historia sacra"; Cristina Mandosi, Istruzione del cardinale Gabriele Paleotti per la Costruzione delle Cappelle nei Palazzi, e Anna Eleanor Signorini, Le cappelle gentilizie a Roma dalle norme tridentine ai primi trattati di fine '500: il caso dell'agostiniana Cappella Cavalletti (1603-1605). L'ultima parte è dedicata alla pala d'altare dell'Assunzione della Vergine di Scipione Pulzone nella cappella Bandini, in S. Silvestro al Quirinale, la cui iconografia deriva da una consultazione avuta dai committenti direttamente con il cardinale Gabriele Paleotti. L'analisi di questa famosa pala serve a rimarcare la complessità dell'incontro concreto tra il significato teologico dell'immagine e la sua effettiva elaborazione in un'opera d'arte. I contributi sono di Luigi Mezzadri CM, San Silvestro al Quirinale fra rinascimenti e riforme; di Lydia Salviucci Insolera, L'Assunzione della Vergine di Scipione Pulzone tra stile e teologia, e di Cristiana Bigari, Gli stucchi cinquecenteschi e la pala d'altare della cappella Bandini in S. Silvestro al Quirinale. In appendice, a cura di Mirella Saulini, le trascrizioni latine e le relative traduzioni del decreto tridentino, con una selezione di brani di p. Laínez.
30,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.