Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Bompiani: Grandi tascabili. Agone

L'idea fissa. Una malattia dell'immaginario

di Vanessa Pietrantonio

editore: Bompiani

pagine: 244

"I demoni esistono," diceva Dostoevskij, anche se il modo di concepirli da parte di ciascuno di noi "può essere molto diverso"
16,00

Empatia negativa. Il punto di vista del male

editore: Bompiani

pagine: 400

La storia delle arti è ricca di personaggi, figure, performance, oggetti e spazi connotati negativamente con cui i fruitori st
14,00

La Shoah oggi. Nel conflitto delle immagini

di Arturo Mazzarella

editore: Bompiani

pagine: 304

Nella cultura contemporanea la memoria della Shoah mantiene uno statuto speciale, che altri eventi storici non hanno
13,00

La casta dei casti. I preti, il sesso e l'amore

di Marco Marzano

editore: Bompiani

pagine: 272

Il celibato del clero è oggetto di discussione da secoli all'interno della Chiesa cattolica
13,00

Ignorantocrazia. Perché in Italia non esiste la democrazia culturale

di Gianni Canova

editore: Bompiani

pagine: 292

Gianni Canova tocca uno dei nervi scoperti del dibattito culturale in Italia, senza sconti per nessuno dei soggetti coinvolti:
14,00

Il nostro ampio presente

di Hans Ulrich Gumbrecht

editore: Bompiani

pagine: 192

Disneyland, una piccola città della Louisiana, il centro di Vienna durante i campionati europei di calcio, la Silicon Valley:
12,00

Il romanzo-saggio

di Stefano Ercolino

editore: Bompiani

pagine: 304

Il romanzo-saggio emerse in Francia nell'ultimo quarto dell'Ottocento e raggiunse la piena maturità in Austria e Germania nel
13,00

Dal tragico all'osceno. Raccontare la morte nel XXI secolo

di Scurati Antonio

editore: Bompiani

pagine: 267

Nel paesaggio mediatico contemporaneo il tragico è stato sostituito dall'osceno
13,00

Il romanzo massimalista

di Stefano Ercolino

editore: Bompiani

pagine: 290

Il romanzo massimalista è un nuovo genere della narrativa contemporanea, nato al crocevia tra l'estetica modernista e quella postmoderna. È una forma letteraria che si è sviluppata negli Stati Uniti a partire dai primi anni '70 del XX secolo e si è diffusa in Europa all'alba del XXI, illuminata da autori come Thomas Pynchon, David Foster Wallace, Don DeLillo, Zadie Smith, Jonathan Franzen, Roberto Bolaño e Babette Factory. Stefano Ercolino propone una mappa per muoversi in questo territorio, individuando dieci elementi che definiscono il romanzo massimalista come il genere che ha rivoluzionato la letteratura degli ultimi quarant'anni.
15,00

Grand hotel Abisso

di Domanin Igino

editore: Bompiani

pagine: 196

Negli anni Novanta si aveva un sogno, quello di una finanza capace di sostituirsi all'economia reale e di garantire benessere
12,00

La sindrome di Michael Jackson. Bambini, prodigio, traumi

di Scarlini Luca

editore: Bompiani

pagine: 129

Michael Jackson ha riassunto nella sua vita, splendida e tragica, disastrosa e stellare, ogni possibile ambiguità rispetto all
10,90

L'eroe imperfetto

di Wu Ming 4

editore: Bompiani

pagine: 164

Negli ultimi tempi è in corso una profonda riflessione sulla figura dell'eroe, come ci è stata tramandata dai miti classici e dalla "Poetica" di Aristotele: sulla sua crisi, sulla sua decadenza o esaurimento, sul suo "lato oscuro" e nondimeno sulla sua necessità. Smontare la figura dell'eroe nei suoi aspetti odiosi e deteriori, per riconnotarla, sembra necessario e soprattutto stimolante. Chi è, in fondo, l'"eroe" oggi? Come raccontare di un eroe che però non sia... quell'eroe? Che possa, cioè, essere identificato e ricalato nell'agire sociale quotidiano? Si tratta di riempire quella "sfera d'azione" (anche etica) con gesti sensati, emblematici, fecondi per la comunità. Ma dove trovare le basi per ricostruire l'eroe/eroina? Con quale lanterna farci luce mentre lo/la cerchiamo? Porre queste domande è fondamentale, ed è il campo d'azione di questo volume di Wu Ming 4. L'obiettivo è di verificare se gli elementi classici in base ai quali la storia e la mitologia hanno identificato il profilo dell'eroe abbiano ancora un senso per noi, possano cioè ancora parlare alla nostra ragione, ai nostri sentimenti, anche in relazione alla drammaticità del vivere contemporaneo, che richiede sempre più prese di posizione in prima persona. Una ricerca sul campo, densa di echi letterari, sociali, psicologici, etici, un libro a tutto tondo firmato Wu Ming 4.
10,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.