Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Cargo: BIBLIOTECA DI CARGO

Cuore di Garcia

di Liam Durcan

editore: Cargo

pagine: 416

19,00

Il libro di Joseph

di Yoel Hoffmann

editore: Cargo

pagine: 186

Due romanzi in uno e due bambini protagonisti. Nel primo si racconta la storia di un sarto ebreo e di suo figlio Giuseppe nella Berlino degli anni Trenta. Nel secondo la Palestina di oggi attraverso gli occhi di un bambino. Due storie parallele in un unico romanzo speculare.
14,00

Il giocattolo rabbioso

di Arlt roberto

editore: Cargo

pagine: 153

Ambientato in una Buenos Aires decadente e piena di riferimenti interculturali grazie alle continue ondate di emigranti europe
16,50

Nel pericolo

di Richard Hughes

editore: Cargo

pagine: 187

L'Archimede, una nave mercantile in condizioni di perfetta efficienza, intraprende un viaggio verso la Cina dopo aver raccolto merci lungo la costa orientale degli Stati Uniti. La nave salpa da Norfolk, Virginia, in uno splendido giorno d'autunno. Ben presto, però, il tempo diventa inaspettatamente burrascoso. L'Archimede viene spinto nel vortice di un immenso uragano, e per i successivi quattro giorni sarà scosso e colpito da venti e onde, finendo fuori controllo. Intrappolato in una incessante lotta per la sopravvivenza, l'equipaggio sarà messo a dura prova come mai prima e costretto a spingersi ai confini della propria umanità. Introduzione di Michele Mari.
18,50

Paesaggio di cemento

di Jacov Lind

editore: Cargo

pagine: 202

Il sergente Gauthier Bachmann è il perfetto soldato nazista. In seguito alla terribile sconfitta subita a Woroschenko, dove la maggior parte del suo reggimento di fanteria viene trucidata in un solo colpo, Bachmann è dichiarato inabile al servizio. Incapace di accettare tale decisione e di ritornare a una vita tranquilla, Bachmann vaga attraverso campagne devastate dalla guerra, cercando di riunirsi al suo o, in alternativa, a qualsiasi altro reggimento. È disposto a tutto, pur di tornare al fronte, in prima linea, e dimostrare alla patria il proprio valore. Nel suo peregrinare sarà costretto a confrontarsi con gli orrori che ha visto e compiuto, e verrà ingannato e manipolato da una serie di personaggi - disertori e collaborazionisti, ufficiali corrotti e predatori sessuali - che se ne serviranno per perseguire i loro fini venali, cercando di confondersi con il contesto di omicidi ed efferatezze istituzionalizzati dalla guerra. Introduzione di Joshua Cohen.
17,50

Shakespeare's kitchen

di Segal Lore

editore: Cargo

pagine: 235

Ilka Weisz ha appena accettato un lavoro al Concordance Institute, un centro di ricerca del Connecticut
17,50

Un amore perfetto

di Jacobson Howard

editore: Cargo

pagine: 383

Felix Quinn è un uomo raffinato ed erudito, amante dell'arte e del piacere, che gestisce una delle più antiche e note librerie
20,00

Il folle cabaret del professor Fabrikant

di Yirmi Pinkus

editore: Cargo

pagine: 366

Quando l'illustre e facoltoso professor Fabrikant muore, lascia a suo nipote Herman un'insolita eredità: un cabaret. O meglio, una compagnia di teatro in lingua yiddish formata da sette attrici non più giovanissime che, perse le loro grazie, cercano in ogni modo di riconquistare una fama e un pubblico ormai in declino. Siamo nella Romania degli anni Trenta e, nonostante il plumbeo orizzonte che s'addensa sull'Europa, Pinkus mette in scena un piccolo e divertente teatrino (è proprio il caso di dirlo!) in cui vedremo le sette signore litigare tra loro, spettegolare, risolvere uno strano caso di gioielli scomparsi... e lottare - stavolta tutte unite - contro l'avara e terribile madre di Herman, una megera che vorrebbe sbattere quelle deliziose e scoppiettanti vecchiette in una casa di riposo (buttando via la chiave ovviamente) per mettere le mani sul leggendario "tesoro" del suocero. Questo singolare romanzo d'esordio è un incredibile pasticcio (nel miglior senso del termine, che è quello letterale: di gourmet e di pasticceria) di fantasia, invenzione e ricostruzione storica. Pieno di humour e dialoghi piccanti, gag e battute, umorismo ebraico e ironia yiddish, allegro e spassoso, come si addice al miglior cabaret di tradizione centro-europea. Si ride di gusto... e pian piano ci si affeziona alle sue sette improbabili star. Con ventotto disegni dell'autore. Prefazione di Moni Ovadia.
20,00

Quando il mondo era giovane e altri racconti di fantastoria

di Jack London

editore: Cargo

pagine: 224

"Un'ombra ha sempre ossessionato Jack London" ha scritto la figlia dello scrittore "l'incertezza dell'identità di suo padre, la certezza della propria illegittimità e la vergogna unita al dispiacere che il suo probabile padre fosse un ciarlatano o un pazzo". Di questa ossessione testimoniano non solo i ripetuti tentativi di London di mettersi in contatto con William Henry Chaney ma anche la costanza con cui essa affiora alla sua mente per riversarsi sulla pagina scritta. È stato lo stesso London a raccontare che quell'ossessione generò in lui incubi e fantasie deliranti, in cui si vedeva vagare per il quartiere cinese di San Francisco alla ricerca del padre, di tana in tana, mentre alle sue spalle si chiudevano porte di ferro ed egli moriva mille volte... Da queste visioni spaventose, che lo accompagneranno per tutta la vita, trassero origine alcune fra le sue pagine più belle, come quelle raccolte in questo volume: da "Prima di Adamo", dove l'avventura di Gran Dente in una giungla dominata dalla legge del più forte e dalla lotta per l'esistenza, prende le mosse proprio dal momento in cui viene cacciato dal patrigno dal loro nido sugli alberi e si trova all'improvviso completamente solo a dover badare a se stesso; a "La forza dei forti", e "Il primo poeta"; per chiudere con il racconto che dà il titolo alla raccolta, "Quando il mondo era giovane".
13,50

In fine

di Yaakov Shabtai

editore: Cargo

pagine: 315

Meir, di professione ingegnere, vive a Tel Aviv. A un abituale controllo medico gli viene diagnosticata una semplice ipertensione. Niente di grave, ma questa banale malattia segna un drastico cambiamento nella sua vita: Meir si sente di colpo tradito dal suo corpo, ha l'impressione che la vita gli abbia fatto un torto. Sopraffatto dall'improvvisa consapevolezza dello scorrere del tempo, del passare degli anni e dell'ineluttabilità della morte, Meir inizia la sua lotta interiore per venire a patti con la sua condizione di uomo e di creatura mortale. E nel suo tentativo di ribellarsi all'idea di tale inesorabile decadenza, oscilla tra un senso paralizzante di paura del futuro e il desiderio scatenato quanto velleitario di non lasciarsi sfuggire più nulla, a cominciare da nuove esperienze sensuali ed erotiche. Inseguito dalla sua irrequietezza, lascia Israele per l'Europa, prima Amsterdam e poi Londra. Ma questa ricerca di liberazione non si rivela tale e il senso di estraneità lo spinge a fare ritorno a casa. Neanche qui, però, i suoi tormenti gli daranno tregua. In fine è la cronaca di questo vagare sbandato tra Israele e l'Europa, tra visioni d'infanzia e profezie senza futuro, ma è anche un'impietosa beffa delle umane debolezze e velleità.
20,00

L'anno dell'inondazione

di David Ely

editore: Cargo

pagine: 272

Nella futuristica e sardonica fiaba di Ely, i robot da attacco funzionano come cani da guardia per un governo in stile Grande Fratello, gli uomini sono creati in provette e le famiglie sono una realtà appartenente al passato. La maggior parte delle persone non fa sesso come intendiamo noi, ma ne fa "esperienza" in appositi macchinari chiamati stimulator. Quelli che si riproducono alla vecchia maniera sono "gli esclusi", condannati a vivere nelle colonie della giungla e delle riserve. In questa società altamente impersonale e ultraconformista, William Fowke, ingegnere di Baltimora, viene subito bollato come un piantagrane quando fa presente ai superiori l'esistenza di una falla nella Barriera, massiccia diga che tiene a freno l'Atlantico, permettendo a milioni di americani di abitare il litorale orientale artificialmente esteso. Per questa iniziativa, Fowke è imprigionato, e poi trasportato in una "colonia" del Kansas. La sua fuga verso Washington e il suo rapporto con Julia, la glaciale agente che lo deve arrestare e che forse lo ama, occupano la seconda parte della storia.
18,50

L'imbattibile walzer

di Howard Jacobson

editore: Cargo

pagine: 437

Il lato materno della famiglia è composto da "zitelle", coccolanti, apprensive e protettive; quello paterno da maschiacci, sco
19,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.