Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Cda & Vivalda: Licheni

L'ultima Camel blu

di Enrico Camanni

editore: Cda & Vivalda

pagine: 216

"Ne mancano tre, due uomini e una donna." La seconda indagine di Nanni Settembrini, guida alpina e capo del Soccorso alpino di Courmayeur, comincia il giorno di ferragosto di una lunga estate calda, con i ghiacciai che sciolgono, le pietre che cadono e il cielo implacabilmente blu. Mentre le guide festeggiano arriva la notizia che tre alpinisti sono scomparsi sul Monte Bianco. Settembrini mette in moto la macchina dei soccorsi, ma dopo una doppia ricerca infruttuosa è costretto ad affidarsi all'intuito e alla fortuna, che lo guidano tra le vertigini del Grèppon e del Dente del Gigante, fino alle lame di granito delle Aiguilles.
15,00

Le notti stellate del Karakorum

di Dusan Jelincic

editore: Cda & Vivalda

pagine: 312

Nel 1986 scalare un ottomila è ancora un'impresa straordinaria, riservata ad alpinisti affermati
18,00

Vietato volare

di Paolo Bizzarro

editore: Cda & Vivalda

pagine: 296

"Corde legate direttamente ai fianchi, che se volavi potevi romperti le costole, ma se andava male crepavi; pareti di cinquecento metri dove se trovavi due chiodi in tutto potevi dirti fortunato, se no pazienza; un paio di moschettoni appesi alla cintura, un martello in tasca e via pedalare; uno zaino di tela verde, dentro il quale la cosa più importante da infilare era una buona dose di coraggio". In condizioni del genere - rievoca l'autore - "la sola regola che (forse) ci avrebbe consentito di arrivare alla pensione era quella di non cadere mai. Gli alpinisti dicono "non volare"". Questo è anche il criterio che ha ispirato il titolo del volume e funge da chiave alle avventure autobiografiche di Paolo Bizzarro.
15,00

I conquistatori del Gran Sasso

di Marco Dell'Omo

editore: Cda & Vivalda

pagine: 280

Ma chi l'ha detto che le grandi imprese dell'alpinismo italiano si sono svolte solo sulle Alpi? Per quanto strano possa sembrare, anche sugli Appennini c'è stato e c'è ancora oggi un alpinismo "indigeno". Teatro di questa attività il Gran Sasso d'Italia, santuario montano nel cuore dell'Abruzzo. Sarà una sorpresa scoprire le avventure di questi alpinisti "terroni", innamorati di una montagna pressoché sconosciuta al Nord, ma per la quale c'è chi non ha esitato a giocarsi anche la vita. Come è accaduto a Piergiorgio De Paulis, nel 1974, durante la prima invernale del Monte Camicia: la sua morte è un giallo alpinistico che in passato ha diviso le coscienze e che oggi, grazie a questo libro, torna alla luce.
16,00

Arrampicarsi all'inferno. Tragedia sull'Eiger

di Jack Olsen

editore: Cda & Vivalda

pagine: 248

La cronaca di una delle più fosche tragedie avvenute sulla "montagna maledetta" ricostruita da Jack Olsen in un crescendo di s
14,00

La mia scalata al Monte Bianco (1838)

di Henriette d' Angeville

editore: Cda & Vivalda

pagine: 176

14,50

La montagna a mani nude

di René Desmaison

editore: Cda & Vivalda

pagine: 280

Nato nel 1930, René Desmaison è considerato uno dei più grandi alpinisti degli anni Cinquanta e Sessanta
18,08

Ande patagoniche. Viaggi di esplorazione alla cordigliera patagonica australe

di Alberto M. De Agostini

editore: Cda & Vivalda

pagine: 352

L'attività esplorativa di De Agostini, giovane sacerdote inviato in missione nell'altro capo del mondo
20,14

Naufragio sul Monte Bianco. La tragedia di Vincendon ed Henry

di Yves Ballu

editore: Cda & Vivalda

pagine: 400

Una vicenda sconvolgente
19,00
14,97

Nel regno del Cervino. Gli scritti del Giomein

di Edmondo De Amicis

editore: Cda & Vivalda

pagine: 192

Tutti i racconti di Edmondo De Amicis ambientati al Giomein e frutto dei suoi soggiorni al Breuil
13,42

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.