Il tuo browser non supporta JavaScript!

Città Nuova: Idee politica

Religioni e relazioni internazionali. Atlante teopolitico

di Ferrara Pasquale

editore: Città Nuova

pagine: 196

L'incidenza delle religioni nelle relazioni internazionali, un ruolo chiave nella promozione di forme organizzate di collabora
16,50

Accountability. La virtù della politica democratica

di Ascani Anna

editore: Città Nuova

pagine: 128

La relazione tra governanti e governati un ruolo fondamentale nella rifondazione delle nostre democrazie
12,00

Caino e i suoi fratelli

Il principio relazionale nella politica e nel diritto

di Baggio Antonio M.

editore: Città Nuova

pagine: 280

24,00

Il principio costituzionale di fraternità. Itinerario di ricerca a partire dalla Costituzione Italiana

di Pizzolato Filippo

editore: Città Nuova

pagine: 240

Il principio di fraternità è presente nell'ordinamento costituzionale? È la domanda sulla quale si traccia un itinerario di ri
18,00

Democrazia intelligente

La partecipazione: attori e processi

 

editore: Città Nuova

pagine: 186

L'ambito di ricerca del presente volume si incentra sul binomio democrazia-partecipazione
15,00

Occidente la mia terra. Storia, società, politica alla luce del paradigma trinitario

di Giuseppe M. Zanghi

editore: Città Nuova

pagine: 320

L'assunto di partenza del presente saggio è la consapevolezza che l'Occidente stia attraversando una profonda crisi culturale,
16,00

Dio e Cesare. Paradigmi cristiani nella modernità

di Giuseppe Dalla Torre

editore: Città Nuova

pagine: 216

Il termine secolarizzazione è oggi presentissimo nel dibattito culturale italiano, utilizzato in un'accezione negativa come pr
16,00

La fraternità come principio del diritto pubblico

editore: Città Nuova

pagine: 256

L'idea di fraternità, pur presente in culture anche molto diverse, non sembra che possa facilmente assumere di per sé una qualche rilevanza giuridica. Nato nell'ambito della religione giudaica, tale concetto nel venir accolto dalla religione cristiana si arricchisce dell'idea di uguaglianza di tutti gli uomini senza distinzione di razza o di appartenenza politica. Un ulteriore passo in avanti nella sua elaborazione si compie con l'affermazione delle dottrine giusnaturalistiche: queste aspirano infatti ad universalizzare la fraternità sganciandola da una qualsivoglia credenza religiosa, senza riuscire però a trasformarla in un principio giuridico. È proprio attorno al concetto di fraternità e alla sua elaborazione come principio giuridico che ruotano i contributi del presente volume.
18,00

Il principio dimenticato. La fraternità nella riflessione politologica contemporanea

editore: Città Nuova

pagine: 336

La Rivoluzione Francese del 1789 costituisce un punto di riferimento storico di grande rilevanza perché durante il suo corso, per la prima volta in epoca moderna, l'idea di fraternità, affiancata dai principi di uguaglianza e libertà, viene interpretata e praticata politicamente. La fortuna dei tre principi nella storia è stata però diversa: mentre libertà e uguaglianza hanno conosciuto un'evoluzione che le ha portate a diventare vere e proprie categorie politiche, capaci di esprimersi sia come principi costituzionali, sia come idee-guida di movimenti politici, sull'idea di fraternità è calato il silenzio. Di fronte alla problematica realizzazione della libertà e dell'uguaglianza anche nei Paesi democratici più sviluppati, la riflessione politologica oggi si chiede se tale situazione non sia dovuta proprio al fatto che l'idea di fraternità sia stata a livello politico disattesa. Attraverso il contributo di diverse discipline (dalla filosofia politica al diritto costituzionale, alla storia delle dottrine politiche) l'autore propone una pista di riflessione circa la possibilità della fraternità come categoria politica.
22,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.