Il tuo browser non supporta JavaScript!

Curcio: Le Perle

Il futuro della filosofia

di Emanuele Severino

editore: Curcio

pagine: 233

A un anno dalla sua scomparsa, proponiamo uno degli ultimi lavori di Emanuele Severino, dedicato allo sviluppo della scienza e
20,90

Don Pino Puglisi, don Peppe Diana. La lotta per la legalità

editore: Curcio

pagine: 236

Questo libro vuole portare all'attenzione quanto è stata "devastante" nei confronti del potere mafioso, l'opera di legalità po
20,90

La scoperta educativa

di Raffaella Filippi

editore: Curcio

pagine: 192

L'individuo è ormai un "cittadino del mondo". Tale concezione esercita una grande influenza sul pensiero educativo e sullo scenario politico e sociale globale. In questo senso il libro aiuta a considerare l'educazione individuale come uno strumento con cui liberare il pensiero umano dalle abitudini e dalle tradizioni, ma anche formare persone in grado di risolvere i problemi della società in nome dell'universalità. L'educazione aiuta a considerare l'importanza della vita dell'essere umano ovunque essa si manifesti, creando legami tra uomini e situazioni anche in luoghi lontani dai nostri.
25,00

Genitori nella rete del bullismo

editore: Curcio

pagine: 190

"In quel confine labile tra la violenza e la routine di una vita che si evolve interviene una figura fondamentale: l'educatore. Dapprima il bambino riconosce l'autorità nei genitori o in parenti e amici più grandi che stimano. Da qui inconsapevolmente - ricava il contesto di regole e norme condivise su cui si baserà tutta la sua vita, anche e soprattutto nel rapporto con gli altri. In età scolare subentrano, poi, i maestri e le maestre, i docenti nelle scuole. I ragazzi, con gli attuali stimoli, hanno spesso degli interessi che vanno oltre la scuola. Allora un maestro di canto, di ballo o di recitazione può divenire una figura stimata e, quindi, una figura autorevole e anche un punto di riferimento. Il Teatro d'Animazione Pedagogico della professoressa Giovanna Pini è una didattica sicuramente alternativa che trasmette ai ragazzi la capacità di vivere in modo sano la vita sociale e scolastica. Si tratta di educatori che hanno una grande - e meravigliosa - responsabilità." (On. Giorgia Meloni)
25,00

Il Teatro d'Animazione Pedagogico

di Giovanna Pini

editore: Curcio

pagine: 176

Con il Teatro d'Animazione Pedagogico (che utilizza le arti dello spettacolo, le tecniche sceniche e i mestieri del teatro) non si vuole curare; non si vuol tirare fuori le negatività nascoste o i problemi non risolti, ma semplicemente far emergere il lato positivo e le capacità degli studenti. Far esprimere agli allievi potenzialità che credevano inesistenti, valorizzando il loro talento e le loro capacità per affermarsi nel gruppo. Il TAP coinvolge un minimo di 100-150 studenti, è un teatro autonomo, gestito interamente dai giovani; mettendo la loro anima in azione, i ragazzi arrivano anche a guidare i loro compagni di progetto, assistendo così al fenomeno di studenti-coach. Con il Teatro d'Animazione Pedagogico si diventa spettatori-attori, si offre la propria capacità all'altro creando certezze, maturazione, aggregazione, socializzazione, rispetto, collaborazione, disciplina, ascolto, autostima; il tutto nel rispetto di se stessi e degli altri partendo dalla comunicazione, di sé e per sé. Una crescita e una maturazione verso il bello, il positivo e l'altruismo. Il collante del gruppo sarà un grande obiettivo: lo spettacolo finale, dove gli studenti tutti insieme avranno contribuito alla sua realizzazione. Prefazione di Giorgio Albertazzi.
24,00

Tra esotismo ed esoterismo

di Rosalma Salina Borello

editore: Curcio

pagine: 383

Ci sono miriadi di fili che collegano l'Occidente con l'Estremo Oriente. Hanno la leggerezza della seta, i riflessi cangianti dell'Ukiyo o Mondo fluttuante, che tanto affascina ora i lettori più curiosi e raffinati. Pochi però sospettano che a tenere un capo di un qualche serico filo ci siano alcune tra le voci più rappresentative del Novecento, ad esempio quella di André Breton, vulcanico, estroverso (e anche un po' istrionico) caposcuola del Surrealismo, ma anche quella sommessa, appartata, intrisa di silenzio, di un poeta che parrebbe immune dalle lusinghe di ogni moda, tanto più se esotica: Eugenio Montale. È questa una delle tante novità degli affascinanti percorsi di lettura proposti in questo volume da Rosalma Salina Borello, che, mediante un'attenta e originalissima lettura testuale e intertestuale, svela ai lettori quanto di una tradizione apparentemente così lontana, così accentuatamente esotica, sia presente nella cultura europea del Novecento.
15,90

Il diritto sindacale del pubblico impiego privatizzato

di Pasquale Lattari

editore: Curcio

pagine: 101

Il testo è destinato agli operatori della materia, in particolare ai sindacalisti. Tutti gli istituti del diritto sindacale - anche quelli più complessi - poggiano su "fondamenta" uniche: l'interesse collettivo e la sua negoziazione, il principio di effettività, la rappresentatività sindacale. La prima parte, "Il diritto sindacale", è dedicata agli istituti fondamentali del "diritto senza norme", così definito in ragione della mancata attuazione legislativa ai principi in materia sindacale degli artt. 39 e 40 della Costituzione. Nella seconda parte, "Il diritto sindacale nel rapporto di lavoro privatizzato con la PA", sono analizzati tutti gli istituti basilari che, a differenza del diritto comune, la legge specificamente regolamenta. Proprio in ragione di ciò, la materia del diritto sindacale nel pubblico impiego costituisce un sistema compiuto che meriterebbe maggior spazio e approfondimento.
22,00

L'integrazione ospedale-territorio nel sistema sanitario nazionale. Dalla legge 833 del 23 dicembre 1978 a oggi

di Bice Previtera

editore: Curcio

pagine: 926

Attraverso un'analisi storica e normativa dell'evoluzione del Sistema Sanitario Nazionale, l'autrice individua le attuali condizioni e criticità, creando lo spunto per immaginare una nuova realtà organizzativa delle varie anime del "pianeta sanità", non più separate e indipendenti, bensì omogenee e fra loro complementari, al solo scopo di fornire un servizio migliore e di ridurne i costi. L'iter concettuale che ha guidato il lavoro è stato, con un approccio sistemico e relazionale, lo studio dello stato e degli orientamenti del servizio sanitario, del concetto di rete, della clinical governance, di programmi, protocolli e percorsi assistenziali integrati, con una esemplificazione dei problemi ricorrenti di relazione tra i diversi nodi della rete, nonché di alcune sperimentazioni di reale e riuscita integrazione fra Ospedale e Territorio. Emerge chiaramente come, se la rete è in sofferenza, sia sempre il cittadino a pagarne le spese. L'odierna missione della sanità pubblica consiste quindi nell'affrontare e risolvere i problemi di relazione fra i nodi della rete.
98,00

Astrazione e silenzio nel cinema d'autore. Dal linguaggio letterario al linguaggio filmico: le valenze semantiche del non-detto

di Giuseppe Melizzi

editore: Curcio

pagine: 127

"Il silenzio - come sostiene il regista Roberto Faenza - viene valorizzato in questo libro in quanto "oggetto" rappresentativo del pensiero, negazione del segno linguistico che si sostituisce e interrompe la parola. Ed è così che le pause diventano un vero e proprio tracciato discorsivo, più e meglio della parola. Silenzio, pertanto, come rifiuto dell'omologazione culturale, traccia di "senso", "scarto" tra voce e assenza di voce, filiera discorsiva, sorta di "presenza" tra le parole, tra le immagini e "nelle" immagini. Ovvero come esigenza del pensiero, dell'intelligenza, della dignità. In definitiva, della ragione". Giuseppe Melizzi ha delineato una sapiente indagine della struttura di tre film: "Il silenzio del mare" di Melville, "Marianna Ucrìa" di Faenza e "II Vangelo secondo Matteo" di Pasolini. Un originale studio sul linguaggio filmico che rivela e scopre le numerose e inesplorate valenze semantiche delle tre opere in esame. Prefazione di Roberto Faenza.
14,90

Essere cittadino italiano. L'educazione civica e il ruolo dei cittadini

di Marco Angelelli

editore: Curcio

pagine: 156

"In questo testo ti guiderò in un percorso dove apprenderai i tuoi diritti e al tempo stesso imparerai ad adempiere ai tuoi doveri. Conoscerai le leggi dello Stato, saprai come vivere in relazione con la tua famiglia, la scuola, le associazioni e saprai esercitare il tuo diritto di voto. Cittadini si diventa, non è un processo automatico, ci vuole tanta buona volontà" (Marco Angelelli). Prefazione del Sen. Gaetano Quagliariello.
9,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento