Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ediciclo: Biblioteca del ciclista

Il Centogiro. 99 storie (più una) dal Giro d'Italia

editore: Ediciclo

pagine: 253

Il Giro d'Italia non è solo una competizione che percorre da Nord a Sud le strade d'Italia
14,50

A 48 tornanti dal paradiso. Stelvio, la salita che ti cambia

di Stefano Scacchi

editore: Ediciclo

pagine: 155

Ci sono tutti gli altri passi di montagna del mondo
14,50

Biciterapia. Un viaggio alla ricerca dell'equilibrio

di Mila Brollo

editore: Ediciclo

pagine: 203

Hai il diabete? Pedala
15,00

La bici felice. Pedalare fa star bene

editore: Ediciclo

pagine: 107

La bicicletta è un'invenzione che da 150 anni fa felice il mondo. La sua felicità sta forse proprio nell'insieme di pochi, semplici parti meccaniche che, unite fra loro, formano un tutto lieve e armonico: due ruote, un telaio, un manubrio, una sella, una catena... Vorremmo lievi e armonici anche la nostra vita, i nostri incontri, l'esperienza dei nostri corpi e delle nostre menti in relazione con noi stessi e gli altri. Sappiamo tuttavia che non sempre è così: le ruote si bucano, i telai s'incrinano, i manubri si stortano le selle si sfondano, le catene s'inceppano o cascano... Sappiamo anche però che pedalare aiuta a stare meglio. Come ci raccontano, nell'ideale prosecuzione del libro "Pedalo dunque sono", cinque autori - uno psicologo, un giornalista, un urbanista, un educatore e un organizzatore culturale - e dieci emblematiche storie che vanno alla conquista della felicità... in bicicletta. Perché intorno alla bicicletta si raccontano storie che resistono alla fatica e dicono molto di più di un viaggio o di una corsa.
13,00

Tutte le salite del mondo. Biciterapia per il corpo e per l'anima

di Riccardo Barlaam

editore: Ediciclo

pagine: 272

Fare spazio. Allargare lo sguardo. E il cuore. La cosa forse più interessante dello sport è che per allenarsi, per terminare una gara, per continuare ad andare avanti in un movimento sempre uguale e che costa fatica, bisogna ascoltarsi. Si è costretti a guardarsi dentro. A sviluppare l'introspezione. Trovare gli angoli liberi dal rumore dell'esistenza che sono nascosti da strati di mail, cose da fare, connessioni indispensabili con il mondo virtuale, ma in verità inessenziali. Mettere da parte tutto questo per un attimo e andare in profondità. L'attività fisica così diventa un atto interiore, più vicina alla meditazione, a una ricerca di serenità o di karma positivo e non ha niente a che fare con tabelle, velocità, prestazioni.
14,90

Compratevi una bicicletta! Come uscire dalla dipendenza da automobile e cambiare la propria vita

di Federico Del Prete

editore: Ediciclo

pagine: 268

Un motociclista convinto si trasferisce da Roma a Milano e si converte alla bicicletta. Partendo dalla propria esperienza e dal confronto dei vizi e delle virtù sulla mobilità delle due metropoli, Federico Del Prete indica che una nuova via è possibile: affrancarsi dall'uso compulsivo della macchina e abbracciare in modo liberatorio e costruttivo la mobilità ciclistica; scrollarsi di dosso definitivamente le sempre più pesanti spese per l'automobile e investire molti meno soldi in una bicicletta solida ed efficiente. Con stile ironico, spesso dissacrante, dando voce a divertenti sketches "on the road" raccolti sia dalla diretta esperienza sia dai fatti di cronaca, Del Prete mette a nudo i paradossali comportamenti che regolano la mobilità individuale nelle grandi città. Questo libro è la dimostrazione di come l'uso indiscriminato della viabilità a motore non sia più sostenibile e appartenga a un mondo ormai vecchio. È ora di cambiare.
14,90

L'insostenibile leggerezza della bicicletta

di Claude Marthaler

editore: Ediciclo

pagine: 192

C'è chi sogna una bici galleggiante, una casa a pedali, una bicicletta leggera che voli nell'aria; c'è chi monta in sella e non torna più, come Heinz Stücke, ormai una leggenda vivente per tutti i cicloviaggiatori; c'è chi partorisce pedalando, e fermandosi dove sente il richiamo della natura; c'è chi fa della bici la sua salvezza, adattandola alla propria invalidità; c'è chi viaggia con tutta la famiglia, per un'esperienza totale e una scuola di vita; c'è chi guarda il mondo attraverso i raggi, fotografandolo o raccontandolo pedalando; c'è chi mena i pedali per lavorare, nel traffico caotico del Cairo, di Città del Messico, o spingendo a fatica nell'aria rarefatta del Tibet... Il mondo della bicicletta è fatto di esploratori, sognatori, lavoratori, non soltanto di sportivi e "fissati" preoccupati solo di lucidare il mezzo, di migliorare le proprie prestazioni. Claude Marthaler, ciclonauta svizzero che ha al suo attivo un giro del mondo e tanti viaggi ed esperienze a pedali, ci racconta i personaggi che ha incontrato durante il suo errare a due ruote, alle prese con l'insostenibile leggerezza della bicicletta.
14,90

No bici

di Alberto Fiorillo

editore: Ediciclo

pagine: 139

Sogno città senza bici. Senza quelle biciclette ritratte sui manifesti pubblicitari che offrono una sbarazzina e giovanile scenografia ai piazzisti di telefonini, conti correnti, polo di piqué, addirittura automobili. Senza quelle bici straboccanti di glamour dei vip che piacciono tanto a giornali e paparazzi pronti a immortalare l'atletico passatempo di ciclopresidenti, cicloattori e ciclostar che prima consegnano un bel cheese all'obiettivo e poi, svoltato l'angolo, raggiungono comodi la loro destinazione sul sedile posteriore di una berlina. Senza quelle bici promesse come premio all'automobilista fedele, che vincere una bicicletta coi bollini del carburante è un po' come aggiudicarsi una bibbia a una gara di bestemmie. Senza quelle mountain bike caricate su pick-up puzzoingombranti per andare a scovare sentieri vuoti di traffico e smog. Senza quelle minimaliste e fighette dei ruotafissati, che sono più capi d'abbigliamento che veicoli: non ti portano, si portano.
14,00

Il ciclista impenitente. Divagazioni a ruota libera di un passista felice

di Giancarlo Pauletto

editore: Ediciclo

pagine: 202

Se vi è mai capitato di ripassare a mente - per prendere sonno - i ciclisti italiani che hanno vinto il campionato del mondo; se vi siete mai spacciati, almeno una volta, per i vincitori di competizioni immaginarie come il Giro della Provincia di Guastalla; se il vostro incubo ricorrente è il furto della vostra amata bici; se avete mai sottovalutato una salita rivelatasi poi non così breve, la maledetta... In queste pagine troverete le riflessioni di un ciclista che considera l'automobile una semplice utility, da cui non ha mai avuto vera soddisfazione. Volete mettere la bicicletta?
14,50

Lo zen e l'arte di andare in bicicletta. La vita e altre forature di un nomade a pedali

di Claude Marthaler

editore: Ediciclo

pagine: 139

"Cerco un equilibrio sui copertoni che accarezzano i contorni della crosta terrestre, come un bambino o un cieco. Un colpo di manubrio, e il mondo si rovescia. Una buca, un automobilista pazzo e il mondo mi rovescia". Dopo il giro del mondo in bicicletta in 7 anni, dopo aver scalato tutte le più alte vette dell'universo in sella al suo fedele "yak", dopo aver conosciuto un patchwork inebriante di persone, dopo avventure, sofferenze, estasi in cammino, Claude Marthaler svela la sua anima a pedali, racconta l'arte di andare in bicicletta, descrive il mondo visto dal sellino. La sua è poesia quotidiana, filosofia, linguaggio dei sogni e dei desideri. È il racconto di chi vive la bici come una parte di se stesso, un prolungamento del proprio corpo. Marthaler ci spiega cosa significa viaggiare a pedali, ma anche semplicemente pedalare senza una destinazione, con la mente vuota, lasciandosi riempire dalle immagini e dalle sensazioni. Descrive la grande ruota del mondo, e cosa si vede attraverso i suoi raggi. È la sua vita e altre forature.
14,50

I riciclisti

Con CD Audio

di Satta Andrea

editore: Ediciclo

pagine: 160

Un romanzo che racconta la bicicletta in tutte le sue sfumature possibili, la bicicletta degli eroi, della fatica, quella dell
16,00

La Svizzera non è un trullo. Un esilarante viaggio in bicicletta dalla Puglia alla patria del cioccolato

di Antonio Nebbia

editore: Ediciclo

pagine: 208

Dal caldo della Puglia al verde della Svizzera: un viaggio sentimentale, ironico e bizzarro, assurdo e divertente, di un emigrante di seconda generazione che ritorna dove è nato e dove ha vissuto nei primi dieci anni di vita. Un viaggio al contrario, due mondi opposti, tra Nord e Sud Italia, fino all'arrivo nella tranquilla Svizzera. Partenza da Putignano, nel sud-est barese, 20 kg di bagagli, 14 giorni di viaggio fino a Lyss, cittadina elvetica nel cantone di Berna dove l'autore ha vissuto fino ai dieci anni, figlio di emigranti di Monopoli.
14,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.