Il tuo browser non supporta JavaScript!

Archinto

Sinan Pascià e Jem Sultano

di Vitale Serena

editore: Archinto

pagine: 93

La vicenda del gentiluomo di origine genovese Scipione Cicala andò a intrecciarsi con quella del filosofo Tommaso Campanella,
12,00

Il libro degli elogi

di Manguel Alberto

editore: Archinto

pagine: 89

Alberto Manguel ci propone qui una serie di saggi brevi, come sempre per lui irrituali nel punto di vista e allegramente trasv
12,00

Ritratto della madre da giovane

di Delius Friedrich C.

editore: Archinto

pagine: 157

Roma, gennaio 1943: un pomeriggio tiepido avvolge la città che, immersa in una pace innaturale, sembra quasi presagire la rovi
14,00

Tanti saluti

editore: Archinto

24,00

Amore e speranza

Corrispondenza tra Julia e Giangio dal campo di Fossoli aprile­luglio 1944

editore: Archinto

pagine: 203

Il volume trascrive con scrupolo filologico il carteggio intercorso in circostanze drammatiche, dal marzo all'agosto 1944, tra
18,00

Vuole essere il mio Shakespeare? Lettere (1931-1935)

editore: Archinto

pagine: 195

Il 1931 segna l'imprevedibile incontro tra un cinquantenne scrittore nel pieno della gloria e della creatività (Stefan Zweig)
18,50

Persone

di Dentice Fabrizio

editore: Archinto

pagine: 264

Il titolo del libro ne rispecchia esattamente il contenuto
18,00

La macchina dei sensi

Lettere 1787-1798

editore: Archinto

pagine: 142

Ritrovata di recente, la corrispondenza tra Pierre-Augustin de Beaumarchais e Amelie Houret de La Morinaie, sua ultima amante,
18,00

Lettere a Ludovica

editore: Archinto

pagine: 93

Tre amici molto legati tra loro (Cesare Pavese, Natalia Ginzburg, Felice Balbo) scrivono a un'amica comune, Ludovica Nagel. Questo libro raccoglie le loro lettere; la destinataria rimane avvolta nell'ombra. Sono amicizie nate alla fine della guerra, nelle stanze della sede romana della casa editrice Einaudi. Attraverso le lettere vediamo queste amicizie proseguire negli anni o interrompersi tragicamente. Chi legge un epistolario diventa, per interposta persona, l'interlocutore di chi scrive. La voce sarcastica e amara di Pavese che dice addio poco prima di togliersi la vita; la sollecitudine affettuosa e dolente di Natalia Ginzburg; la passione comunicativa di Felice Balbo che ragiona di Simone Weil e di cibernetica, arrivano, attraverso la reale destinataria, a coloro che, destinatari imprevisti, leggeranno questo libro. Un contributo alla storia della cultura italiana del Novecento? Anche, certo. Ma questa raccolta di lettere, proprio perché casuale e frammentaria, ci restituisce soprattutto qualcos'altro: l'intreccio di vite diverse, il disordine tumultuoso di cui è fatta l'esistenza.
18,00

Scrivere

di Pennac Daniel

editore: Archinto

pagine: 74

Un curioso album che raccoglie 50 disegni di Daniel Pennac che hanno come protagonista una penna stilografica
15,00

Lettera amorosa

editore: Archinto

pagine: 102

Il libro si presenta come un doppio incontro nel contesto del movimento surrealista: un poeta, René Char, e due artisti che in
15,00

Non sono un miscredente. Lettere 1868-1894

di Robert Louis Stevenson

editore: Archinto

pagine: 181

Una selezione delle lettere-diario di Stevenson che rivelano un aspetto sconosciuto della personalità dello scrittore: la sua
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.