Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ibis

Mansuetudine. L'arca delle virtù: da Agostino al XXI secolo

di G. Delogu

editore: Ibis

pagine: 96

La Mansuetudine si manifesta virtù diversa fin dalla effige che la rappresenta nell'Arca di Agostino a Pavia
9,00

La mia prima volta con Fabrizio De André. 515 storie

editore: Ibis

pagine: 415

Pavia: qui tutto è cominciato
17,50

L'Egitto dei maghi. Da costa a costa

di Rudyard Kipling

editore: Ibis

pagine: 191

Nel 1913, Kipling parte per l'Egitto: prima tappa a Suez, poi un lungo soggiorno al Cairo, prima di risalire il Nilo fino alla
16,50

Da governato a governante. L'educazione come egemonia. Scritti dei «Quaderni del carcere»

di Antonio Gramsci

editore: Ibis

pagine: 204

Le idee pedagogiche di Gramsci si innestano nella rielaborazione che egli compie sul tema del rapporto tra struttura e sovrast
18,00

L'educazione imperfetta. Considerazioni filosofiche sul presente pedagogico

di Fulvio Papi

editore: Ibis

pagine: 142

Nel solco della "rottura di faglia" che si e spalancata ai nostri occhi da almeno un ventennio, un possibile modo per comprend
15,00

Lettera aperta al mondo musulmano

di Abdennour Bidar

editore: Ibis

pagine: 95

I recenti attentati hanno suscitato in Francia un vasto dibattito sui rapporti tra mondo islamico e occidente, sui temi della democrazia, della pace, della tolleranza e del diritto alla libertà religiosa e di espressione. Tra gli interventi che hanno riscosso grande attenzione c'è questa lettera aperta del filosofo francese di origine araba, Abdennour Bidar, che si rivolge direttamente ai musulmani indicando nel dialogo e nella fratellanza la via per superare il conflitto e la contrapposizione. Bidar tuttavia si rivolge anche agli occidentali perché ritiene che l'occidente debba recuperare i valori della spiritualità e della solidarietà per poter dialogare con l'islam. La responsabilità dunque è duplice e siamo tutti chiamati a un confronto e a un nuovo dialogo.
9,00

Papa Francesco e l'ambiente. Percorsi sulla teologia della Creazione dai Padri della Chiesa alla «Laudato si'»

di Luciano Valle

editore: Ibis

pagine: 261

Il testo raccoglie un'ampia riflessione sui temi presenti nell'Enciclica Laudato si', e più in generale sul pensiero teologico e filosofico del Cristianesimo in tema di natura e ambiente. Risalendo alle origini stesse del pensiero cristiano sulla Creazione e sul rapporto Dio-uomo-natura, a partire dal Nuovo Testamento e dalla Patristica dei primi secoli, e giungendo fino alle riflessioni sul tema della natura presenti nei testi recenti di Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI, il libro affronta i temi essenziali della teoria cristiana dell'ambiente. Diventa così possibile comprendere a pieno il senso dell'Enciclica di Francesco I, approfondire gli snodi tematici e cogliere gli elementi di rinnovamento.
12,00

Ci vuole un seme. Ricettario dai bambini del mondo

editore: Ibis

pagine: 64

Bambini di 25 paesi realizzano un orto nella loro scuola e creano e illustrano un ricettario con i prodotti caratteristici del loro paese. Qui il tema "Nutrire il pianeta" diventa effettivo, qui vediamo come e di che cosa vivono i bambini del mondo. Paesi partecipanti al progetto: Brasile, Inghilterra, Spagna, Croazia, Germania, Austria, Argentina, Singapore, Nigeria, Australia, Francia, Usa, Svizzera, Russia, Svezia, Turchia, Marocco, Cina, Equador, Tunisia, Italia, Grecia, Perù, Islanda, Algeria.
16,00

La provenienza dell'arte. Atena e l'enigma

di Gino Zaccaria

editore: Ibis

pagine: 198

Il tema del libro è la "provenienza" dell'arte - non nel senso della sua nascita storica o della sua genesi culturale, bensì in quello, originario e in sé attendibile, del "regno che vige già prima di ogni arte e che concede all'arte ciò che le si addice, ciò che fa di essa quell'indole che è". La trattazione mostra come tale regno possa essere attinto con sufficiente nitidezza solo se il pensiero si volge indietro verso l'antico mondo greco, affidandosi in particolare alla voce e ai cenni della dea Atena, conservati nelle opere della poesia e della filosofia. Ciò che infine apparirà non sarà una nozione astratta di arte, né, tantomeno, un suo concetto spendibile nell'attualità, ma il suo "enigma", ossia - posto di udire questa parola "con orecchie greche" - la promessa di una conversione dell'arte stessa verso un suo "altro inizio".
16,00

Figlio unico e altri racconti

di Rainer Maria Rilke

editore: Ibis

pagine: 76

Dopo il primo volume di racconti, "Il Segreto
7,00

Viaggio in Francia in automobile

di Edith Wharton

editore: Ibis

pagine: 158

Nel 1907, Edith Wharton fece questo rapido giro in Francia con il marito Teddy, utilizzando un'automobile Panhard. È forse la prima testimonianza di un viaggio del genere, un viaggio fatto con un mezzo più veloce di tutti quelli usati finora dagli scrittori di viaggio. Così, la più europea degli scrittori statunitensi ci presenta un punto di vista nuovo e diverso. La particolarità è proprio questa: all'inizio del novecento, Edith Wharton ci propone un nuovo sguardo, creato e, in un certo senso, condizionato dal mezzo utilizzato. Per lei, l'automobile diventa il modo per riconquistare l'avventura del viaggio, perché cancella le costrizioni e la promiscuità della ferrovia, il vincolo di orari fissi e di percorsi determinati.
14,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.