Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Piano B

Un serio vademecum satirico per farsi beffe di potenti, fanatici e lacchè

di Jonathan Swift

editore: Piano B

pagine: 152

In Swift, padre della satira e dell'umorismo in lingua inglese, l'ironia sferzante e lo spirito anticonformista si traducono in satire senza tempo sulla società e le sue imperfezioni. Questa antologia raccoglie una selezione di grandi capolavori ancora oggi di grande attualità nei temi e nella forza satirica, come "Una modesta proposta", in cui Swift propone al lettore di usare i bambini come portata principale per le tavole delle classi benestanti dei ricchi e potenti irlandesi. Segue un altro classico come "Istruzioni per il lacchè", uno spassoso prontuario di consigli per il sabotaggio domestico indirizzato a giardinieri, cuochi, governanti e balie. Il "Discorso contro l'abolizione del cristianesimo" e "L'arte della menzogna politica" sono altre due parodie meno note che si fanno beffe rispettivamente dell'integralismo e del fanatismo di teologi e preti, e dei politici che, ieri come oggi, si confermano la più abbietta e scaltra categoria umana. È presente anche l'altro capolavoro della satira swiftiana: "La favola della botte", dove l'autore si scaglia contro la pedanteria e la presunzione di intellettuali e uomini di Chiesa. Seguono poi i "Propositi per quando sarò vecchio" e la "Meditazione su di un manico di scopa". In queste sferzanti parodie si mostra il talento più puro di Swift, nemico giurato di palloni gonfiati, falsi intellettuali e potenti senza scrupoli, che vengono sistematicamente annichiliti dalla penna pungente, sottile e divertente del grande scrittore irlandese.
11,00

Sesso guerra morte

di Sigmund Freud

editore: Piano B

pagine: 112

"Sesso guerra morte" è una raccolta di saggi brevi composti dal padre della psicanalisi a cavallo tra le due guerre mondiali e
12,00

Typee

Avventura in Polinesia

di Melville Herman

editore: Piano B

pagine: 300

Typee
17,00

L'arte del piano B. Un libro strategico

di Gianfranco Franchi

editore: Piano B

pagine: 160

L'arte del Piano B è la capacità di dare una svolta, di dare un senso alla propria vita, di individuare le proprie priorità e avere il coraggio di realizzarle, fino in fondo, anche se questo significa porsi contro l'ordine costituito che ci vuole tutti inquadrati e produttivi. L'arte del Piano B è la lucidità di capire che le cose non possono continuare in questo modo, che è necessario cambiare, rimettersi in discussione e magari scalare marcia individuare quello che è davvero importante per la nostra felicità e perseguirlo fino in fondo: ed ecco che scatta il Piano B. In questi tristi anni dieci del Ventunesimo secolo iniziato così male, zeppi di guerre, crisi economiche, spirituali e d'identità, ognuno deve avere pronto il proprio Piano B, e metterlo in atto con il giusto tempismo. Franchi descrive gli uomini e le donne del Piano B - sono in mezzo a noi, e ognuno di noi ne conosce qualcuno - ci illustra il loro nuovo modo di vivere, le loro passioni e i loro segreti, spingendoci allegramente ad avere il coraggio di seguire il loro esempio.
13,50

Homo interneticus

Restare umani nell'era dell'ossessione digitale

di Siegel Lee

editore: Piano B

pagine: 192

Homo interneticus prova a mettere in discussione il mezzo tecnologico più esaltato e venduto degli ultimi dieci anni: Internet
13,50

Trattato della vita elegante

di Honoré de Balzac

editore: Piano B

pagine: 112

Honoré de Balzac, padre del realismo e del romanzo francese, svela nel "Trattato della vita elegante" (1830) la sua natura di
14,00

Moda e Metropoli

di Georg Simmel

editore: Piano B

pagine: 80

Moda e metropoli di Georg Simmel riunisce i due massimi capolavori del sociologo e filosofo tedesco: "La moda" e "Le metropoli
11,00

Sono una snob? e altri saggi

di Virginia Woolf

editore: Piano B

pagine: 120

Sono una snob? è una selezione di saggi in cui l'intellettuale londinese abbandona l'artificio romanzesco e ci lascia scrutare tra le pieghe della sua vita e della sua scrittura. Dai saggi brevi di "Sono una snob?" emerge la voglia di vivere e di testare l'esistenza con le sue armi più affilate: l'umorismo, la curiosità, l'intelligenza e la sensibilità. Una ricerca nel vissuto e nella scrittura per riuscire a fissare e a catturare sulla carta la fluidità e l'instabilità della vita, degli esseri umani e dei loro pensieri: un affronto al realismo da cui emerge chiara la personalità e l'originalità di una grande scrittrice. In "Sono una snob?" la scrittura procede vivida e vivace, contorna gli eventi e le situazioni che l'hanno ispirata per trattare gli argomenti che più le stanno a cuore: egocentrismo e riservatezza in "Sono una snob?", diventano il pretesto per un'ironica critica della società coeva; Londra, la sua amata metropoli, si materializza dalla suggestione di un pomeriggio d'inverno in "A zonzo per le vie di Londra"; la scrittura e l'ispirazione creativa sono alla base de "Il committente e il croco"; in "La macchia sul muro", un'incomprensibile macchia conduce a imprevedibili riflessioni; in "Pensieri di pace durante un bombardamento aereo" si confronta la terribile amarezza provocata dal maschilismo e dal senso di impotenza di fronte alla guerra; la vita, e la battaglia per resistere alla morte sono i temi di "La morte della falena".
10,00

Il denaro

di Charles Péguy

editore: Piano B

pagine: 96

"Denaro" di Charles Péguy è una straordinaria riflessione sulla modernità e sulla società fondata sul denaro, un saggio breve
12,00

Esegesi dei luoghi comuni

di Léon Bloy

editore: Piano B

pagine: 176

L'Esegesi dei luoghi comuni è una tra le opere più impressionanti e dure di tutta la letteratura europea del Novecento
14,00

La disciplina del dandy

di Oscar Wilde

editore: Piano B

La disciplina del dandy è una selezione di saggi dell'intellettuale irlandese che in questi lavori mostra il suo talento di osservatore acuto e intelligente degli uomini e dei costumi degli uomini, passando in rassegna, quasi da antropologo e filosofo, temi come etica, morale, bellezza e politica. Ne "La disciplina del dandy" si confrontano i temi della bellezza e del rapporto tra morale e arte, come in "La decadenza della menzogna", o nelle teorie politiche anarchiche e sorprendenti ne "L'anima dell'uomo sotto il socialismo", uno dei lavori meno conosciuti e più sottostimati di Wilde. Completano il volume "Impressioni dall'America" - ironico resoconto sugli usi e costumi americani e le due raccolte di aforismi pubblicate per riviste studentesche e in forma anonima: "Alcune massime per l'istruzione dei troppo istruiti" e "Frasi e filosofie ad uso dei giovani". Il volume si chiude con la prefazione a "Il ritratto di Dorian Gray", scritta da Wilde per rispondere alle accuse e alle polemiche in seguito alla pubblicazione de "Il Ritratto di Dorian Gray". In questa raccolta è l'individuo e l'individualità ad essere centrale e ad emergere come in tutta la sua produzione saggistica, il singolo uomo libero da condizionamenti morali, politici e artistici, l'uomo innamorato della vita e della bellezza, il dandy, di cui Wilde auspica l'affermazione come superiore "modello" di uomo.
11,00

Amicizia. Amore, prudenza, politica e natura

di Ralph Waldo Emerson

editore: Piano B

pagine: 128

Amicizia è una selezione dei celebri essays del filosofo, poeta e scrittore americano
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.